Home / Raccolta per Tag: Karin Viard

Raccolta per Tag: Karin Viard

Poster del film "Polisse"

Polisse

Le giornate dei poliziotti della squadra parigina dell'Unità di Protezione dell'Infanzia li vedono impegnati in casi spesso simili anche se ognuno con una sua specificità. Vedono passare dinanzi alle loro scrivanie bambini abusati e i loro parenti chiusi in difesa a riccio, piccoli ladruncoli e ragazzine dalla sessualità ormai fuori controllo. Per ognuno di questi casi uomini e donne dell'Unità debbono sforzarsi di trovare la soluzione meno indolore per le vittime. Non è mai facile anche perché essi stessi hanno il problema di equilibrare le loro vite private con un lavoro che li mette costantemente dinanzi al peggio di quanto l'umanità possa porre in atto nei confronti di esseri indifesi.

Leggi di più »
Poster del film "Niente da dichiarare"

Niente da dichiarare

Nella primavera del 1986, Ruben Vandevoorde, un doganiere belga severo e sciovinista animato da un fervido odio anti-francese, vive con disperazione l'annuncio della chiusura delle frontiere europee. Sette anni dopo, alla vigilia della definitiva cancellazione delle dogane sul confine fra Francia e Belgio, Ruben trascorre le ultime ore di vita della frontiera dando sfogo a tutto il suo spirito nazionalista e tormentando i frontalieri francesi. Dall'altra parte del confine, tutti i vigilanti francesi odiano e temono a loro volta il razzista Vandevoorde e la sua pericolosa indisponenza. In modo particolare, lo teme il mite poliziotto Mathias Ducatel, innamorato di sua sorella e determinato a sposarla.

Leggi di più »
Poster del film "La moglie del cuoco"

La moglie del cuoco

Marithé lavora in un centro di formazione e ricollocamento per adulti, ha un figlio ormai grande e per migliori amici il suo ex marito e la sua seconda moglie. Conosce Carole il giorno in cui si presenta alla sua scrivania dicendo di voler cambiare lavoro e di essere in cerca della propria vocazione. Eppure Carole è una donna ricca e fortunata, sposata ad uno chef stellato dal fascino contagioso, ma si sente ad un bivio ed è convinta che anche Marithé, senza saperlo, si trovi nella sua stessa situazione.

Leggi di più »
Poster del film "La famiglia Bélier"

La famiglia Bélier

Tutti i componenti della famiglia Belier sono sordomuti tranne Paula, la primogenita di 16 anni. Paula è un'interprete indispensabile per i suoi genitori e il fratello minore, preziosa per il funzionamento della loro fattoria. Un giorno, spinta dal suo insegnante di musica che ha scoperto il suo dono per il canto, decide di fare le selezioni per una nota scuola di canto parigina. Una scelta di vita che significherebbe la distanza dalla sua famiglia e un passaggio inevitabile all'età adulta.

Leggi di più »
Poster del film "L'enfer"

L’enfer

Primo film di una trilogia voluta dal grande regista polacco Krysztof Kieslowskice ("L'enfer", "Le pugatoir"," Le paradis"), la pellicola di Tanovic ci mostra che il vero inferno non risiede nella guerra, ma nella famiglia. Opera ambiziosa che presenta, però, una storia che non appartiene all'autore. Da qui il grande limite dovuto all'assenza di quell'atmosfera avvolgente che un tale dramma dovrebbe avere. Cast d'eccezione, principalmente femminile, ed una Parigi magnifica.

Leggi di più »
Poster for the movie "Cacciatore di teste"

Cacciatore di teste

Bruno Davert è un manager del settore della carta di mezza età che ha perso il lavoro a causa di una ristrutturazione e delocalizzazione della sua azienda. Convinto di trovare immediatamente un altro lavoro all'altezza del suo curriculum, dopo oltre due anni di ricerche si ritrova ancora disoccupato. Decide così di mettere in atto un piano destinato a restituirgli il lavoro presso la principale azienda del settore, la Arcadia. Il piano consiste nell'eliminazione fisica di tutti i suoi principali concorrenti, altri manager che come lui hanno perso il posto e vivono di espedienti partecipando ad umilianti colloqui di lavoro.

Leggi di più »
Poster for the movie "Benvenuti... ma non troppo"

Benvenuti… ma non troppo

A causa di un inverno particolarmente rigido, il governo francese indice misure speciali che obbligano i cittadini proprietari di appartamenti con stanze libere ad accogliere le persone più disagiate che non possono permettersi un alloggio. Un vento di panico si scatena in tutta la Francia, soprattutto al civico 86 di rue du Cherche Midi, dove sorge un lussuoso palazzo dell'area più esclusiva del centro parigino. Qui abitano la famiglia Dubreuil, d'estrazione borghese e conservatrice, e i coniugi Bretzel, intellettuali e radical chic. La monotonia del condominio verrà messa a soqquadro da questa coabitazione forzata, e nel confronto con i nuovi arrivati gli inquilini benestanti scopriranno la loro vera indole.

Leggi di più »