Home / Redazione (pagina 6)

Redazione

Piacenza adotta un regolamento per la tutela degli animali da compagnia

PIACENZA – Il Consiglio Comunale ha approvato a larghissima maggioranza il primo regolamento a tutela degli animali da compagnia. “Era uno degli impegni che ci eravamo assunti già in campagna elettorale,” ha commentato il sindaco Patrizia Barbieri. “Non è stato facile riuscire a riassumere in un unico regolamento la soluzione a tutte le necessità che abbiamo recepito, e per questo ottimo lavoro vorrei ringraziare il Vice Sindaco Elena Baio, da sempre impegnata con grande sensibilità su questi temi, e i suoi uffici. Oggi possiamo finalmente annunciare che il Comune di Piacenza si è dotato – per la prima volta – di un regolamento per il benessere e la tutela degli animali da compagnia”.

Il filo che unisce disposizioni, indicazioni, divieti e provvedimenti, contenuti negli oltre 40 articoli del regolamento – che vi invito a consultare sul sito del Comune di Piacenza – è l’amore per gli animali e l’attenzione alla loro cura. Al Sindaco viene affidato l’esercizio di tutela delle specie animali e la vigilanza sulle leggi e regolamenti generali e locali per la loro protezione. “Un impegno che mi assumo, da Sindaco, con forza, determinazione e orgoglio”, ha concluso il sindaco Barbieri, “convinta che quello approvato sia uno strumento di dignità e rispetto nei confronti dei nostri amici a 4 zampe, verso i quali non mancherà mai la mia massima attenzione”.

Angela Merkel: “Penso che avremo un accordo sul Recovery Fund”

MESEBERG – Si è da poco concluso il vertice tra il premier Giuseppe Conte e la cancelliera tedesca Angela Merkel nel castello di Meseberg, in Germania. L’incontro si è protratto per circa un’ora.

“Durante i mesi della pandemia gli italiani hanno reagito con straordinaria disciplina”, ha sottolineato la cancelliera aggiungendo che “l’Italia ha fatto grandi sacrifici ed è stata colpita dal virus senza colpa. Gli italiani hanno reagito in modo ammirevole”.

“Abbiamo un compito complesso”, ha continuato Angela Merkel, “quello di approvare sia il quadro pluriennale sia varare il Recovery fund e il cosiddetto Next generation Eu. Italia e Germania appoggiano queste intenzioni e questo progetto”. Riferendosi agli altri partner europei e all’Olanda in particolare ha concluso dicendo: “sul Recovery Fund le opinioni sono ancora in parte divergenti ma penso che arriveremo ad un accordo”.

Servizi estivi per bambini. Il bilancio dopo la prima settimana

“Da lunedì 6 luglio è partito il nuovo servizio estivo per i bambini da 9 a 36 mesi fortemente voluto dall’Amministrazione per andare incontro alle necessità dei bambini e alle loro famiglie e per provare a ritrovare un senso di normalità”, ha spiegato il sindaco Patrizia Barbieri nel suo post serale su Facebook. “Grazie anche alla disponibilità dei gestori privati e del personale comunale siamo riusciti ad attivare questo servizio completamente nuovo, a pochi giorni dall’uscita della normativa: ciò ha comportato un notevole sforzo organizzativo da parte di tutti per attivare un servizio complesso per le modalità di realizzazione e per l’attenzione alla sicurezza”.

“Dopo la prima settimana – in cui è stato bellissimo rivedere i sorrisi dei nostri bambini e la loro capacità di adattarsi alle regole – abbiamo riscontrato che il bisogno di tornare alla normalità delle loro routine giornaliere e alla socialità del gruppo vince contro ogni difficoltà. Svolgere le attività all’aperto ha inoltre stimolato da subito la loro curiosità esplorativa, un antidoto efficace contro eventuali momenti di malinconia”.

Coronavirus. Come sta andando nel resto del mondo?

Ad oggi si registrano 12.580.000 persone che hanno contratto “ufficialmente” il Covid-19. Il dato non tiene in considerazione il numero di chi ha contratto il virus, ma non ha fatto un tampone o un test sierologico per verificarlo. Il nuovo coronavirus ha causato 561.551 morti dalla sua apparizione a fine dicembre ad oggi. Gli Stati Uniti sono stati travolti dalla pandemia e risultano essere il Paese più colpito al mondo per numero di casi (3.242.073) e di decessi (134.729). Purtroppo in America la corsa del virus non accenna a rallentare e sabato è stato registrato un nuovo record di contagi (66.528). Le cose vanno malissimo anche in Brasile con 70.398 morti. In Europa è il Regno Unito con i suoi 44.798 morti ad essere il paese più colpito.

Da noi in Italia l’epidemia ha rallentato il suo corso e il numero di decessi si è ridotto di giorno in giorno. Tuttavia guardando al Pianeta, proprio ieri si è registrato il nuovo record di casi di coronavirus: più di 230.000 nuovi casi in sole 24 ore. L’aumento più rilevante dei casi è stato registrato ancora negli Stati Uniti, in Brasile, India e Sudafrica.

Cambia ancora la app per pagare i parcheggi, ma resterà più cara del 10%

PIACENZA – Non c’è pace per chi deve parcheggiare l’auto a Piacenza e non ha sempre con sé un sacchetto di monetine. Dopo EasyPark, ApcoaFlow, Whoosh! l’app per pagare la sosta nelle strisce blu cambia ancora ed arriva Flowbird, soluzione che ha sostituito Parkeon e Cale.

Whoosh! era entrata in servizio a fine febbraio ed era stata molto criticata perché, rispetto ad Apcoa Flow, un’ora di sosta costava 1,15 euro invece di 0,95 euro. Dopo nemmeno 5 mesi Whoosh! sarà sostituita da Flowbird, ma sembra proprio che la tariffa oraria continuerà ad essere maggiorata del 10% rispetto a chi sceglierà di pagare con le monetine.

Sul sito ufficiale della società https://flowbirdapp.com/ le informazioni sono poche (e non in lingua italiana). Staremo a vedere.

Cremona. Nuovo paziente Covid con gravi insufficienze respiratorie

CREMONA – Luca Alini, infermiere dell’ospedale di Cremona, ha pubblicato un paio di giorni fa un post su Facebook che è stato ripreso oggi dal quotidiano Repubblica e sta facendo discutere. “Ci risiamo. In reparto abbiamo ricominciato a ricoverare pazienti Covid con gravi insufficienze respiratorie”, ha scritto l’infermiere pubblicando una sua foto a fine turno con la tuta protettiva. Il 30 giugno scorso a Cremona era stato dimesso l’ultimo paziente della prima ondata di ricoveri dovuti al coronavirus e oggi la situazione non è grave ma “il virus esiste”, ricorda Luca Alini, “non è magicamente sparito e sta mietendo ancora vittime in altre parti del mondo. Da noi ha già dato, ma non sta scritto da nessuna parte che non possa ricominciare a farsi vivo”.

L’infermiere ha continuato il suo sfogo. “Il coronavirus non si è dimenticato di fare il suo lavoro e da bravo virus fa quello che deve: infetta nuovi ospiti per sopravvivere. Niente di più e niente di meno. Noi esseri umani, invece, dall’alto della nostra intelligenza ed evoluzione tecnologica e scientifica, facciamo finta che non esista, qualcuno pensa non sia mai esistito, altri che sia un’invenzione delle case farmaceutiche o di qualche altra fantomatica lobby segreta”.

“Spero che tutto ciò che è stato non si ripeta, ovviamente”, ha scritto su Facebook, “ma nessuno ne può avere la certezza e chi afferma il contrario a mio parere è un bugiardo clamoroso”.

L’AUSL di Cremona, dato il clamore suscitato dal post, ha diffuso una precisazione spiegando che non si tratta di un caso grave come quelli di marzo: “ci sono stati dei ricoveri in questi giorni in reparti ordinari, in parte legati a focolai già noti, come peraltro già spiegato pubblicamente nei giorni scorsi,” ha spiegato l’azienda sanitaria. “Ma al momento non c’è nessuno in terapia intensiva da circa 5/6 settimane”.

Piacenza. Gli scavi portano alla luce 5 tombe romane

PIACENZA – I lavori che stanno interessando l’area dell’ex Manifattura Tabacchi compresa tra via Raffalda e via Montebello hanno riportato alla luce cinque tombe romane ed alcuni reperti archeologici risultati subito interessanti, anche alla luce dell’imminente apertura della sezione romana ai musei di Palazzo Farnese.

Si sa che Piacenza ha origini romane e che proprio qui nel 218 a.C. venne costruito un avamposto in una posizione strategica tra due fiumi, la Trebbia ed il Po, che divenne la 53esima colonia romana.

piacenza romana

Il ritrovamento delle 5 tombe romane ci offre l’occasione per ricordare il progetto “Piacenza Romana” che consente di visitare virtualmente l’antica Placentia e scoprire quale passato si nasconde nel sottosuolo e nelle architetture della nostra città. https://www.piacenzaromana.it/

Vietare TikTok? Gli Stati Uniti ci stanno seriamente pensando

Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, in un’intervista a Fox News, ha dichiarato che gli Stati Uniti stanno seriamente prendendo in considerazione l’ipotesi di vietare TikTok e ha aggiunto che scaricando l’app si consegnano “informazioni private nelle mani del Partito comunista cinese”.

Il social network di successo è largamente diffuso in particolare tra i giovanissimi, spesso inconsapevoli dei rischi che si nascondono dietro la condivisione di un video e di informazioni personali. TikTok ha tuttavia risposto affermando che la priorità assoluta dell’azienda “è promuovere un’esperienza sicura e un luogo protetto per i nostri utenti”. L’amministratore delegato è americano, ha tenuto a precisare l’azienda, dichiarando che “non abbiamo mai fornito dati degli utenti al governo cinese, né lo faremmo in caso di richiesta”.

In passato anche il collettivo di hacker Anonymous aveva lanciato accuse pesanti contro TikTok. Uno degli account Twitter più seguiti legati agli hacker ha invitato gli utenti a cancellare TikTok: “non è nient’altro che un malware nelle mani del governo cinese, intento in una colossale operazione di sorveglianza di massa”, hanno scritto.

Al via il programma PIPPI per prevenire l’allontanamento dei minori dalle famiglie in difficoltà

PIACENZA – Si ispira ad uno dei personaggi più amati dai bambini il nome del programma “P.I.P.P.I.” promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in collaborazione con l’Università di Padova a cui il Comune di Piacenza ha aderito nei giorni scorsi in via sperimentale, con l’obiettivo di prevenire – in situazioni di forte disagio sociale – l’allontanamento dei minori da 0 a 14 anni dal proprio nucleo familiare.

“Il Comune di Piacenza individuerà 5 famiglie, già affiancate dai Servizi sociali, da accompagnare in un percorso lungo 24 mesi insieme a una rete di assistenti sociali, operatori sanitari, psicologi, insegnanti e volontari, chiamati a sostenere i genitori nel proprio ruolo educativo e a garantire, per i bambini e ragazzi coinvolti, un contesto domestico più sereno e adeguato alle loro esigenze di crescita”, ha illustrato il sindaco Patrizia Barbieri. “Al termine di questi due anni, si valuterà se il nucleo familiare ha necessità di essere ulteriormente supportato nell’ambito del progetto P.I.P.P.I. o se si potrà tornare all’ordinario sostegno garantito dai servizi sociali”.

Lo scopo del programma è di agire per rafforzare, dall’interno, le famiglie che vivono condizioni di fragilità, facendo tutto il possibile per evitare il trauma di una separazione o di un allontanamento dei figli dai propri genitori. “Al tempo stesso il Comune vuole essere presente, in modo costante e costruttivo, monitorando il benessere affettivo e l’integrazione sociale di bambini e ragazzi, facendo in modo che nessuno sia lasciato solo nell’affrontare le difficoltà”, ha continuato il sindaco. “Proprio nell’ottica della prevenzione, la nostra attenzione andrà innanzitutto ai nuclei con figli nei primi 1.000 giorni di vita, così da assicurare un intervento tempestivo accanto alle mamme e ai papà che, in momenti particolarmente duri, hanno bisogno di un punto di riferimento per dare ai propri bimbi tutto l’amore e le cure che l’impegno di un genitore sa esprimere”.