Home / Redazione (pagina 50)

Redazione

Metronotte. Furto sventato presso un’abitazione nei pressi di Gazzola

Grazie al sistema di allarme ed al tempestivo intervento della Guardia Giurata di Metronotte Piacenza il colpo è andato in fumo

Fortunatamente non è andato a segno il colpo che ignoti hanno tentato di mettere a segno presso un’abitazione sita nei pressi di Gazzola nella serata di sabato. Erano circa le 22.00 quando la centrale operativa di Metronotte Piacenza ha ricevuto un segnale di allarme intrusione dalla villa; immediatamente è stata inviata sul posto una pattuglia, che ha verificato gli accessi principali. La porta di una casa di legno adibita a ricovero attrezzi era aperta, ma non presentava segni di forzatura, mentre una parte della recinzione era tagliata ed aperta. Continuando l’ispezione, la guardia si è imbattuta in un grosso vaso frantumato nei pressi della porta di ingresso. Gli accessi all’abitazione risultavano ancora chiusi, a dimostrazione del fatto che l’attivazione del sistema di allarme aveva evidentemente disturbato l’azione dei malintenzionati, costringendoli alla fuga. La proprietaria, avvisata dalla centrale operativa, ha confermato che i segni di effrazioni riscontrati dalla guardia non erano presenti al momento della sua uscita di casa, intorno alle 19.00.
Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri per i rilievi di competenza.

La Riserva Naturale del Piacenziano: l’ex “mare di casa nostra”

Sabato 17 novembre viene proposta l’esplorazione dei calanchi di Lugagnano dove furono recuperati i resti scheletrici di due balene

Sono 2 delle 6 aree che compongono una riserva di grande rilevanza, conosciuta e descritta anche da Leonardo da Vinci, dove rupi, pareti rocciose e calanchi interrompono il dolce paesaggio coltivato delle colline piacentine tra Lugagnano e Castell’Arquato.
Anfiteatri calanchivi ricchi dei resti fossili di quegli organismi marini che vivevano in quell’ampio golfo dell’Adriatico che occupava l’attuale pianura padana. Conchiglie di milioni di anni visibili ovunque a occhi nudo sui sentieri.

2 itinerari da circa 5 Km l’uno, suddivisi dalla pausa pranzo al sacco. È quindi possibile scegliere tra la partecipazione all’intera giornata oppure alla sola escursione del mattino.
Ideale quindi anche per persone non abituate al cammino o famiglie con bambini dai 6 anni.

Difficoltà “E” (media)
durata circa 7 ore – 3,5 di cammino
distanza totale 9 Km
dislivello in salita 400 m.
bambini/ragazzi da 6 anni
pranzo al sacco

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO VENERDI’ 16 NOVEMBRE, ore 18,30
L’escursione verrà annullata, con avviso tempestivo alle persone che avessero prenotato, nel caso non si raggiunga il minimo di 8 partecipanti (max 20).

SCHEDA DETTAGLIATA DELL’ESCURSIONE: cliccare qui

Per informazioni e prenotazioni:
cell. 388.1059331 oppure 334.6506029
e-mail davide.galli@trekkingtaroceno.it

L’escursione è aperta a tutti ed è caratterizzata dall’accompagnamento di una Guida Ambientale Escursionistica del Gruppo Val Taro & Val Ceno che, oltre alla conduzione in sicurezza, illustrerà gli elementi naturali incontrati, la storia, le leggende e l’economia dell’Appennino.
Come descritto dettagliatamente nel sito www.trekkingtaroceno.it.

La guida è in possesso di abilitazione europea rilasciata dalla Provincia di Parma a seguito di specifici corsi della Regione Emilia-Romagna, con esami selettivi di ammissione, attestato di frequenza e superamento degli esami finali. È assicurata e iscritta ad AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche).
Ricordiamo che le G.A.E. sono le uniche autorizzate a svolgere l’attività professionale di illustrare “a persone singole e gruppi di persone gli aspetti ambientali e naturalistici del territorio, conducendoli in visita ad ambienti montani, collinari, di pianura e acquatici, anche antropizzati, compresi parchi ed aree protette, nonché ambienti o strutture espositive di carattere naturalistico ed ecologico”.

Metronotte. Fermato l’autore di danneggiamenti alle vetture nel parcheggio di un Hotel

È stato bloccato grazie all’intervento della guardia giurata l’individuo che ha compiuto atti vandalici ai danni di veicoli parcheggiati nel cortile di un albergo

Poco dopo la mezzanotte, la centrale operativa di Metronotte ha ricevuto una richiesta di intervento da parte del portiere di un albergo di Castel San Giovanni che aveva notato una persona sospetta aggirarsi nel parcheggio dell’hotel. Immediatamente una pattuglia di vigilanza si è portata sul posto per il controllo e, durante l’ispezione, ha notato che alcune auto erano state prese di mira da atti vandalici: una Opel Zafira presentava danni alla carrozzeria, una Peugeot Station Wagon aveva il vetro rotto lato guida ed una Audi A6 era aperta e completamente danneggiata all’interno. Accanto alle vetture sono stati trovati degli attrezzi, probabilmente utilizzati per scassinare i veicoli. Il metronotte ha subito comunicato i fatti alla centrale operativa di via Ballerini, che ha richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine, anche per risalire ai proprietari dei mezzi. Durante un’ulteriore ispezione, la guardia ha notato dei movimenti sospetti vicino ad un furgone Iveco; quando il metronotte si è avvicinato, un individuo ha tentato di fuggire, senza però riuscirsi. L’autore degli atti vandalici è infatti stato fermato in attesa dell’arrivo dei Carabinieri i quali, giunti sul posto, durante la perquisizione del soggetto, hanno trovato nelle sue tasche una sbarra di metallo di circa 25 cm, una torcia ed una chiave inglese.
Il malvivente è stato condotto in caserma per gli accertamenti e gli attrezzi da scasso sono stati presi in consegna dai militari dell’Arma.

Metronotte. Refurtiva recuperata al cimitero di Podenzano

Un borsone contenente refurtiva ed oggetti sospetti è stato consegnato alle Forze dell’Ordine da una Guardia Giurata

Mentre si trovava nei pressi del campo sportivo di Podenzano, nella serata di ieri, una guardia giurata di Metronotte Piacenza e’ stata avvicinata da un cittadino che ha riferito di aver visto degli strani movimenti nella zona del cimitero, sito a pochi metri dal campo di calcio. L’agente, portatosi sul posto, ha notato che era presente un borsone contenente refurtiva ed oggetti sospetti; del fatto è subito stata avvisata la centrale operativa di Via Ballerini che, a Sua volta, ha richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine per il recupero del materiale rinvenuto.
Gli agenti di pubblica sicurezza hanno disposto la bonifica del territorio circostante, durante la quale non è stata riscontrata alcuna presenza anomala.

Metronotte. Fermo di un ladro di scarpe in un centro commerciale

Una guardia giurata blocca un malvivente in fuga dopo un furto presso un negozio di calzature in un centro commerciale di Piacenza

Credeva di poter eludere la sorveglianza il malvivente che, nel pomeriggio di ieri, presso un centro commerciale della città ha rubato un paio di scarpe. Ma non è andata bene al ladro che, dopo aver indossato le calzature sottratte al negozio, pensava di circolare indisturbato nella galleria commerciale. Alle 13.20 circa il responsabile del punto vendita si è accorto che tale individuo aveva ai piedi un paio di scarpe sportive non pagate ed ha immediatamente contattato il personale di vigilanza Metronotte, accorso in supporto al personale di sorveglianza interna. Una volta bloccato il soggetto, le guardie lo hanno invitato ad attendere l’arrivo dei Carabinieri per gli accertamenti del caso; dopo una breve fase di calma e di collaborazione, l’individuo ha poi tentato improvvisamente di fuggire, ma è stato di nuovo fermato dall’agente di Metronotte Piacenza all’ingresso del centro commerciale. Nel corso di tali operazioni è scaturita una colluttazione, durante la quale il sorvegliante interno della galleria è stato colpito al volto dal ladro, fortunatamente senza conseguenze.
I carabinieri, intervenuti poco dopo, hanno preso in consegna il malvivente per gli accertamenti di competenza.

Metronotte. Furti sventati in un fotovoltaico in Val Tidone e in un’abitazione di Piacenza

Ignoti tagliano la rete di recinzione di un fotovoltaico, ma il colpo fallisce. L’allarme collegato con Metronotte Piacenza fa fallire un furto in un’abitazione della città

È stato un pomeriggio intenso per le guardie di Metronotte Piacenza, che sono state protagoniste di due furti sventati in città ed in provincia. Alle 17.00 circa, la centrale operativa di via Ballerini ha ricevuto un allarme da un fotovoltaico sito in Val Tidone. In pochi minuti, un agente si è portato sul posto per il controllo ed ha riscontrato che la recinzione laterale del campo era stata tagliata per una lunghezza di circa un metro e venti. All’interno, dal controllo effettuato insieme alla Guardia Forestale, sopraggiunta perché attirata dal suono della sirena di allarme, non sono state riscontrate tracce di ignoti. Con ogni probabilità, grazie al sistema di allarme, i malintenzionati si sono dati alla fuga, abbandonando il loro intento criminoso. Un’ora più tardi, alla centrale operativa di Metronotte Piacenza è giunta segnalazione di intrusione da una abitazione di Piacenza. La pattuglia, tempestivamente intervenuta sul posto, ha notato che ignoti, favoriti dall’oscurità, avevano piegato la rete di recinzione sul retro della palazzina e, utilizzando la grondaia esterna, avevano poi raggiunto il primo piano dell’abitazione; a quel punto, dopo aver sollevato la tapparella e tentato di forzare la finestra, avevano rotto il vetro e si erano introdotti nell’appartamento. Un’impronta è infatti stata rilevata sul divano alloggiato sotto alla finestra utilizzata per l’accesso; l’attivazione dell’allarme ha però evidentemente scoraggiato i ladri, inducendoli a fuggire, facendo perdere le proprie tracce. Il proprietario, informato dell’intrusione dagli operatori Metronotte, ha constatato che non vi erano ammanchi.
Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per i rilievi di competenza.

Metronotte. Fallisce il colpo presso un bar di Carpaneto

Il tentativo di eludere il sofisticato sistema di allarme collegato con Metronotte Piacenza è andato in fumo nella serata di ieri

Hanno cercato di mettere fuori uso l’allarme di un bar di Carpaneto i malviventi che ieri sera, intorno alle 19.00, hanno tentato un colpo alle slot machines. Ma le sofisticate apparecchiature installate presso l’esercizio pubblico ed il collegamento con la centrale operativa di Metronotte Piacenza hanno mandato in fumo i piani dei ladri. Erano circa le 19.00 quando una pattuglia di vigilanza è stata inviata presso il locale di Carpaneto per allarme in corso; giunto sul posto in pochi minuti, l’agente ha notato che una finestra sul retro, in corrispondenza della sala dove sono custodite le slot machines, era stata danneggiata. Sono probabilmente entrati in quel punto i malviventi che hanno poi tentato, senza riuscirvi, di danneggiare il sistema antintrusione. Il tempestivo sopraggiungere del metronotte ha evidentemente fatto desistere i ladri dal loro intento, facendoli fuggire senza lasciare tracce. Il titolare, intervenuto per le opportune verifiche, ha confermato l’assenza di ammanchi.
Sul posto sono sopraggiunte anche le Forze dell’Ordine per i rilievi del caso.

Metronotte. Fallisce il colpo presso un bar di Carpaneto

Il tentativo di eludere il sofisticato sistema di allarme collegato con Metronotte Piacenza è andato in fumo nella serata di ieri

Hanno cercato di mettere fuori uso l’allarme di un bar di Carpaneto i malviventi che ieri sera, intorno alle 19.00, hanno tentato un colpo alle slot machines. Ma le sofisticate apparecchiature installate presso l’esercizio pubblico ed il collegamento con la centrale operativa di Metronotte Piacenza hanno mandato in fumo i piani dei ladri. Erano circa le 19.00 quando una pattuglia di vigilanza è stata inviata presso il locale di Carpaneto per allarme in corso; giunto sul posto in pochi minuti, l’agente ha notato che una finestra sul retro, in corrispondenza della sala dove sono custodite le slot machines, era stata danneggiata. Sono probabilmente entrati in quel punto i malviventi che hanno poi tentato, senza riuscirvi, di danneggiare il sistema antintrusione. Il tempestivo sopraggiungere del metronotte ha evidentemente fatto desistere i ladri dal loro intento, facendoli fuggire senza lasciare tracce. Il titolare, intervenuto per le opportune verifiche, ha confermato l’assenza di ammanchi.
Sul posto sono sopraggiunte anche le Forze dell’Ordine per i rilievi del caso.

Metronotte. Guardia Giurata porta in salvo un cane ferito

Il povero animale smarrito e zoppicante è stato condotto in clinica per le cure e l’identificazione

Si era evidentemente smarrito il cane meticcio che, intorno alle 4 di questa mattina, è stato visto in via Jacopino Reggi a Piacenza da una Guardia Giurata di Metronotte Piacenza che si trovava in servizio in quella zona. Il cane, che aveva una pettorina per guinzaglio e zoppicava vistosamente, ha attirato l’attenzione dell’agente di vigilanza che, avvicinatosi per verificare meglio la condizione dell’animale, ha notato che era stremato. Il metronotte ha quindi provveduto a trasportare immediatamente il cane presso una clinica veterinaria della città, per consentire le opportune cure. Dal primo controllo, è emerso che il cane era provvisto di microchip ed è stato quindi possibile risalire ai dati del proprietario per le verifiche del caso.

Metronotte. Furto sventato in un deposito di materiale edile

I ladri, introdottisi nell’azienda edile, sono stati messi in fuga dall’allarme collegato con la centrale Metronotte Piacenza

Non hanno fatto i conti con il sofisticato sistema di allarme installato presso un deposito edile sito nella zona di Monticelli d’Ongina i ladri che, nella notte scorsa, hanno tentato di mettere a segno un furto, senza però riuscirvi. Poco prima delle quattro, la centrale operativa di Metronotte Piacenza riceve una segnalazione di intrusione ed invia sul posto la pattuglia che, in pochi minuti, raggiunge l’obiettivo. Al suo arrivo, la Guardia effettua un controllo nell’area del cortile, dove nota che due individui, evidentemente introdottisi abusivamente, si danno precipitosamente alla fuga alla sua vista. Favoriti dal buio e dalla campagna circostante, i malviventi riescono a far perdere le proprie tracce ma, dal controllo del deposito effettuato con il reperibile, emerge che non vi sono ammanchi. Il tempestivo intervento del personale di vigilanza ha infatti consentito di sventare il furto.
Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri di Monticelli.