Home / Nicola Bellotti

Nicola Bellotti

Comunicatore 2.0?Fotografo gentiluomo?Ottimista, passionario, eccessivamente empatico?Cattolico

Caso Tuxedo. Katia Tarasconi: “Piacenza ha un problema di sicurezza”

«Piacenza ha un problema di sicurezza. E’ palese, inutile girare attorno al concetto». E Katia Tarasconi non gira attorno al concetto nel commentare l’ennesimo caso di cronaca che accende i riflettori sulla città per fatti che danno da pensare a livello generale, «culturale, educativo». La consigliera regionale del Pd si riferisce al brutale raid di cui è stato vittima l’altra sera un noto locale piacentino, il Tuxedo, il cui titolare Carlo Dodi è da poco uscito da una durissima battaglia contro il covid; battaglia vinta dopo settimane di terapia intensiva e che ora stava tentando di mettersi alle spalle per combatterne una nuova, quella per rilanciare la sua attività dopo un lockdown che ha messo in ginocchio l’intera categoria. «Caso che si aggiunge allo scandalo dei carabinieri della Levante – dice Tarasconi -, che si aggiunge alla piaga delle baby-gang che creano problemi in centro storico ormai da troppo tempo e che si inserisce in un contesto di degrado generale in città da qualche tempo troppo evidente sotto tanti punti di vista». Un fatto gravissimo, sostiene la consigliera dem,  che ha portato non solo alla devastazione di un locale pubblico pieno di clienti ma anche al ferimento del titolare e di suo figlio e anche di un cliente che ha tentato di opporsi ai tre aggressori. E aggiunge: «E’ pazzesco pensare che questa furia sia stata scatenata dalla richiesta di rispettare le regole anticontagio in un periodo come quello che stiamo attraversando. Io spero davvero che questi criminali vengano al più presto catturati, processati e condannati».

Il caso del Tuxedo riapre dunque una ferita ben lontana dall’essere rimarginata rimarginata, dunque, dopo la serie inquietante di fatti di cronaca che hanno portato su Piacenza riflettori tutt’altro che positivi nell’ultimo periodo. Tarasconi ne è convinta: «Da un lato questi episodi, non solo a Piacenza ma in tutta Italia e direi in tutto il mondo, rivelano che la violenza, le reazioni smodate, la cattiveria sono ormai parte dei comportamenti comuni più di quanto sia accettabile. Dagli insulti atroci sui social alle botte al pub purtroppo la strada è breve, a quanto pare». Ma non solo: «Se vogliamo davvero parlare di sicurezza – spiega la consigliera regionale – non possiamo limitarci ad annunciare eserciti in strada, presidi armati ad ogni angolo che possono senz’altro servire in certi casi ma che non potranno mai coprire l’intero territorio e prevenire ogni gesto folle estemporaneo. Dobbiamo investire sull’educazione, sulla cultura; e dobbiamo farlo partendo dai più giovani, formandoli, facendoli riflettere sul senso di legalità, sull’importanza del rispetto delle regole. Esistono fondi destinati a questi scopi, anche fondi regionali, ed esistono iniziative per aiutare le nuove generazioni a crescere con il senso della giustizia; nuove generazioni ma anche adulti. Ed è sempre più importante che ciò avvenga in una fase storica nella quale i social veicolano violenza e aggressività ogni giorno di più». «Piacenza non merita di avere addosso solo i riflettori della cronaca nera – conclude Tarasconi – Merita di far parlare di sé per iniziative che educhino alla legalità le nuove generazioni».

Odysseus, parla Montella. “Alla Levante eravamo tutti d’accordo”

PIACENZA – Il carabiniere Giuseppe Montella, considerato la mente della banda della Levante arrestata nell’ambito dell’operazione Odysseus, in un’intervista al Corriere della Sera ha coinvolto i colleghi dei quali, fino a poco tempo fa, non aveva parlato. “Preferivo prendermi io le colpe per non scaricarle”, ha raccontato.

Ma dopo che i compagni, nel corso dei vari interrogatori, hanno descritto le attività criminali del gruppo attribuendo all’appuntato Montella pesanti responsabilità, anche lui ha iniziato a parlare. Secondo il Corriere della Sera, l’imputato avrebbe confessato di avere sottratto soldi agli arrestati, “solo poche decine di euro da dare agli informatori”, ma giurando di non essersi intascato nulla, diversamente da quanto sostengono i pubblici ministeri Matteo Centini e Antonio Colonna i quali descrivono una situazione in cui di denaro ne sarebbe sparito tanto.

Sempre al Corriere, Montella avrebbe ammesso anche di avere picchiato i fermati, ma appena “qualche schiaffo”, non come sostiene l’accusa.

Piacenza. Plàcido Domingo dirigerà la Messa da Requiem di Verdi in memoria delle vittime del Covid

PIACENZA – “Il Teatro Municipale di Piacenza ospiterà il prossimo 24 novembre un evento che abbiamo fortemente voluto e che sarà celebrato per ricordare i nostri morti, caduti vittime dell’epidemia di coronavirus”, ha annunciato il sindaco Patrizia Barbieri.

Sarà il grande tenore e direttore d’orchestra spagnolo Plácido Domingo, che cantò a Piacenza nel 1972 alla prima di Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti, a dirigere la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi con la Filarmonica Arturo Toscanini e il Coro del Teatro Municipale di Piacenza, che vedrà impegnati come solisti Davinia Rodriguez, Annalisa Stroppa, Antonio Poli e Michele Pertusi.

“Con questo bellissimo messaggio che mi ha toccato il cuore e in cui traspare la sua grande sensibilità, il maestro Domingo, uno tra i più grandi tenori e direttori d’orchestra del mondo, ci ha aiutato ad annunciare che il Teatro Municipale di Piacenza ospiterà un evento che sarà celebrato per ricordare i nostri morti, caduti vittime dell’epidemia di coronavirus.”

Coronavirus. Aumentano i casi e l’età media ora è 29 anni. A Piacenza altri 10 positivi

Aumentano ancora i contagi per il nuovo coronavirus nel nostro Paese: sono 1.411 (contro i 1.367 di ieri) quelli registrati nelle ultime 24 ore. L’età media dei casi diagnosticati nell’ultima settimana è di 29 anni, confermando un trend in diminuzione. A Piacenza i nuovi positivi identificati con i tamponi sono 10 e 171 in tutta la Regione Emilia-Romagna. Da noi l’età media è 35 anni e sono 24 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero.

Sedici Regioni e province autonome hanno riportato un aumento nel numero di casi rispetto alla settimana precedente che non può essere attribuito unicamente ad importazione da stato estero

 

Da Ausl e Comune di Piacenza, nuove regole per gli eventi

PIACENZA – Uno strumento tecnico per valutare oggettivamente le richieste di eventi rispetto alle normative in tema di Coronavirus. Stamattina, nel corso di un incontro tra il Sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri e il direttore Ausl Luca Baldino, il primo cittadino ha richiesto la collaborazione del dipartimento di Sanità pubblica nel fornire al Comune una griglia di valutazione utile per considerare tutti gli elementi necessari all’organizzazione di sagre, feste, concerti e spettacoli per mantenere il corretto livello di sicurezza rispetto alle normative Covid19.

I professionisti sanitari sono al lavoro per predisporre il vademecum, che già da domani dovrebbe essere messo a disposizione degli uffici comunali.

Gli aspetti da considerare sono diversi e dipendono chiaramente dalla tipologia di evento. Per esempio, in ambito alimentare, è possibile la sola somministrazione e non la modalità di self-service e gli accessi vanno regolamentati in funzione degli spazi disponibili, per garantire il corretto distanziamento sociale. In ambito musicale o di spettacolo, invece, sono possibili esibizioni davanti a un pubblico seduto, con posti distanziati e limitati, senza che siano consentiti balli o assembramenti.

Lo strumento tecnico in fase di elaborazione fornirà all’Amministrazione comunale i criteri corretti per la gestione delle richieste e le necessarie prescrizioni per gli organizzatori degli eventi.

“L’emergenza sanitaria non è ancora terminata – commenta il Sindaco Patrizia Barbieri – e non possiamo permetterci di sottovalutare in alcun modo la situazione, continuando sempre a richiamare tutti alla responsabilità nei comportamenti personali e al rispetto delle regole quale efficace arma nella lotta alla diffusione del contagio. Come già in altri ambiti, riteniamo doveroso che questa attenzione sia mantenuta anche e soprattutto nell’organizzazione e nella gestione degli eventi e delle manifestazioni. Proprio in quest’ottica, abbiamo definito con l’Asl una forma di collaborazione volta a permettere una valutazione – su tutti gli eventi pubblici e aperti al pubblico previsti in città e per i quali viene richiesta una Scia al Comune – dell’applicazione delle prescrizioni di sicurezza e di prevenzione del contagio. Il dialogo con l’Asl, che ringrazio, è la migliore garanzia di osservanza delle regole, in un’ottica di massima uniformità e trasparenza e con il solo e specifico scopo di tutelare la salute dei cittadini”.

“Azienda e Comune insieme perché sia tutelata al massimo, in ogni momento, la salute dei cittadini”. Il direttore generale Baldino esprime la sua soddisfazione per l’intesa raggiunta con il sindaco Barbieri. “Sappiamo che non è possibile rinunciare alla realizzazione di eventi che contribuiscono alla crescita culturale della cittadinanza e al rilancio, anche se in forma ridotta, del turismo nella nostra provincia. Ma siamo tutti consapevoli che la situazione epidemiologica in cui ci troviamo non consente di fare passi falsi. Professionisti dell’Igiene pubblica e tecnici comunali sapranno trovare le soluzioni logistiche e organizzative più adatte perché le iniziative vengano realizzate in modo piacevole e, contemporaneamente, sicuro per i piacentini e per i turisti che vorranno partecipare”.

Ricoverato Flavio Briatore. 63 casi di positività al Covid tra il personale del Billionaire

Flavio Briatore è ricoverato dopo aver contratto il coronavirus all’ospedale San Raffaele di Milano mentre salgono a 63 i casi postivi al Covid-19 accertati tra lo staff del Billionaire di Porto Cervo, su un totale 90 tamponi effettuati.

“Le condizioni di Flavio Briatore sono assolutamente stabili e buone e lo stesso tiene a ringraziare per le tante manifestazioni di affetto e interesse alla sua salute ricevute in queste ore”: è quanto si legge in una nota dello staff di Flavio Briatore, ricoverato al San Raffaele di Milano dopo aver contratto il coronavirus. “Il presente comunicato per informare che Flavio Briatore domenica sera, accusando leggera febbre e sintomi di spossatezza , si è recato all’Ospedale San Raffaele di Milano per un controllo. L’imprenditore e’ stato ricoverato, e’ stato sottoposto a un check up generale e resta sotto controllo medico”, spiega la nota.

Fusione Camere di Commercio, Patrizia Barbieri: “Preoccupata per l’accelerazione del Governo”

PIACENZA – “Il delicato e lungo iter di fusione della Camera di Commercio di Piacenza con quelle di Parma e Reggio-Emilia, che già da più parti è visto con preoccupazione per le possibili ricadute sul nostro territorio, ha subìto un’improvvisa accelerazione ferragostana da parte del Governo, che certo lascia più di un dubbio sui modi e sui tempi con cui è maturata e impone al sistema piacentino la massima attenzione”.
Anche il Sindaco Patrizia Barbieri esprime con queste parole la preoccupazione alla decisione assunta dal Governo Conte – e inserita nel Decreto per il sostegno e il rilancio dell’economia, il cosidetto decreto agosto approvato qualche giorno fa – di concedere anche alla Camera di Commercio di Piacenza solo 60 giorni di tempo per accorparsi con quelle di Parma e Reggio Emilia, pena l’invio di un commissario straordinario con la conseguente decadenza degli organi camerali.
“L’imposizione per legge della fusione – continua il Sindaco Barbieri – precipita un percorso articolato che aveva la necessità di maturare all’interno di un quadro di tutele e di garanzie per il nostro sistema economico. E questo stava avvenendo, pur nella legittima diversità di opinioni e di posizioni. La paventata possibilità, poi, in caso di mancata fusione nei tempi prescritti dal Governo, dell’arrivo di un commissario straordinario e della decadenza degli organi camerali, è un’eventualità che occorre scongiurare a tutela prima di tutto dell’autonomia dell’Ente camerale e del suo fondamentale ruolo nel tessuto socio-economico locale”.

Zombie. Il corto girato a Bobbio sarà presentato al Festival di Venezia

BOBBIO (PC) –  Il cortometraggio ‘Zombie’, saggio di chiusura del corso di sceneggiatura e regia ‘Dall’idea al set’, curato da Giorgio Diritti nel 2019 per la Fondazione Fare Cinema di Marco Bellocchio a Bobbio, sarà presentato l’11 settembre al Festival di Venezia come evento speciale di chiusura della 35/a Settimana Internazionale della Critica.

La pellicola della durata di 13 minuti racconta le interazioni tra il mondo degli adulti e quello dei bambini, soffermandosi sul tema delle cose non dette o impossibili da dire. Le riprese di ‘Zombie’ si sono svolte in sei giorni, nel mese di novembre 2019, tra le strade di Bobbio.

La Russia ha il primo vaccino contro il Covid. Putin: “somministrato a mia figlia”

La Russia è la prima nazione a registrare un vaccino contro il nuovo coronavirus. Registrato oggi a Mosca, è stato chiamato “Sputnik V” per analogia con il lancio del primo satellite artificiale terrestre nel 1957. Sul sito ufficiale si legge: “lo Sputnik-1 ha intensificato la ricerca spaziale in tutto il mondo. Il nuovo vaccino russo contro il COVID-19 ha creato un ‘momento Sputnik’ per la comunità mondiale. Dunque il vaccino è stato chiamato Sputnik V”.

Il presidente Vladimir Putin ha dichiarato che anche a una delle sue figlie è stato somministrato il vaccino sperimentale e che la ragazza sta bene dopo avere avuto la febbre a 38 il primo giorno e poi circa a 37 nei seguenti. Dopo una seconda dose ha avuto di nuovo una leggera febbre e poi più nulla. Gli esami avrebbero rilevato dopo il trattamento un alto numero di anticorpi.

SpaceX. Robert Behnken e Douglas Hurley stanno tornando a casa

La storia è stata fatta il 30 maggio quando gli astronauti della NASA Robert Behnken e Douglas Hurley si lanciarono dal suolo americano in un veicolo spaziale costruito e gestito commercialmente alla Stazione Spaziale Internazionale. Il 1 agosto, Bob e Doug partiranno dalla stazione spaziale a bordo della navicella spaziale “Endeavour” di Dragon Space CX dopo la loro missione a bordo del nostro laboratorio in orbita. A partire dalle 17:15 EDT, sintonizzati per la nostra copertura dal vivo per vedere il duo sganciarsi dalla stazione e tornare al pianeta Terra domenica 2 agosto.

SpaceX Crew Dragon si è sganciata dalla Stazione spaziale internazionale (Iss) per fare il suo ritorno sulla Terra. Lo rende noto la Nasa. La navetta su cui ci sono i due astronauti americani Bob Behnken e Doug Hurley farà ammaraggio stasera nel Golfo del Messico verso le 18:41 Gmt (le 20:41 in Italia).