Home / Notizie / Cronaca / New York, in aumento le aggressioni contro le persone asiatiche

New York, in aumento le aggressioni contro le persone asiatiche

A New York sono in continuo aumento gli attacchi discriminatori nei confronti delle persone asiatiche. In questi ultimi giorni si è verificato un ulteriore episodio: una donna asiatica di 65 anni è stata scaraventata a terra da un uomo di grossa corporatura e poi colpita sul viso con diversi calci. L’aggressione, ripresa dalle telecamere di sorveglianza, è avvenuta lunedì mattina alle 11.40 nella zona di Hell’s Kitchen, nel cuore di Manhattan. Secondo il video, durante l’aggressione alcuni presenti, tra cui anche guardie addette alla sicurezza di un edificio, sarebbero rimasti a guardare senza difendere la vittima.

La polizia di New York ha tappezzato Manhattan di manifesti che offrivano una ricompensa di 2.500 dollari per localizzare l’uomo inquadrato nel video di sorveglianza, che successivamente è stato trovato ed arrestato. L’annuncio dell’arresto è stato comunicato questa mattina sul profilo Twitter della polizia di New York. Le accuse a suo carico sono aggressione e crimine d’odio.

Il sindaco Bill de Blasio ha definito l’attacco “assolutamente disgustoso e vergognoso”. A colpire è stata anche l’assoluta indifferenza delle persone. “E’ inaccettabile – ha detto il sindaco – che nessuno sia intervenuto. Non mi interessa chi sei e da dove vieni, tu devi aiutare un newyorkese come te”.

Anche il presidente Joe Biden è intervenuto a riguardo twittando “Non possiamo restare in silenzio di fronte all’aumento della violenza contro gli asiatici americani. Questi attacchi sono sbagliati, anti-americani e devono finire”.

Purtroppo secondo i dati da quando è iniziata la pandemia, gli attacchi nei confronti degli asiatici sono arrivati quasi a quota 4mila a livello nazionale.

 

Potrebbe interessarti

Speranza di vita a Piacenza: diminuisce sempre di più

Con la diffusione della pandemia da Covid-19 e le morti che ne sono conseguite, a …