Home / Notizie / Cronaca / Assistenti familiari per disabili e anziani non autosufficienti. Riparte PiaceCare dopo lo stop per Covid

Assistenti familiari per disabili e anziani non autosufficienti. Riparte PiaceCare dopo lo stop per Covid

PIACENZA – “Dopo lo stop dovuto all’emergenza coronavirus, a partire da questa settimana, è di nuovo possibile accogliere le richieste delle famiglie che intendono assumere regolarmente (con contratto) un assistente familiare per la cura di una persona disabile o anziana non autosufficiente residente nel comune di Piacenza”. Lo ha annunciato il sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, dalla sua pagina Facebook. PiaceCare è un progetto sperimentale del Comune di Piacenza che punta a creare un registro di “Caregiver” locale e supportare le famiglie con un servizio di qualità.

Chi fosse interessato ad avere assistenza deve contattare gli operatori di PiaceCare presso l’InformaSociale (tel. 0523/492731/492022) per fissare un appuntamento con un’assistente sociale. Verrà valutato il bisogno assistenziale e successivamente verrà fornita una rosa di candidati e relativi curriculum vitae. Anche i candidati assistenti familiari che volessero iscriversi al registro possono contattare gli operatori agli stessi riferimenti.

Per essere iscritti all’elenco PiaceCare, gli assistenti devono avere la cittadinanza italiana o di un paese dell’Unione Europea, oppure essere in possesso di regolare titolo di soggiorno o della relativa ricevuta di richiesta di rilascio o rinnovo. Occorre inoltre aver svolto almeno tre anni di lavoro regolare nell’ambito dell’attività di cura documentabili con contratti di lavoro o buste paga, da presentare insieme a una lettera di referenze, o in alternativa essere in possesso di un attestato relativo a un corso di formazione nel lavoro di cura (Oss, dirigente di comunità). Naturalmente, per svolgere correttamente questo lavoro, per i cittadini stranieri è necessario dimostrare un’adeguata conoscenza della lingua italiana, oppure aver conseguito in Italia il diploma di scuola secondaria di primo grado.

Potrebbe interessarti

Equo compenso per editori. Come verrà calcolato

Luce verde per l’equo compenso dopo che l’Italia ha recepito la nuova direttiva europea sul …