Home / Notizie / Cronaca / Caso Odysseus, il danno collaterale. Quanti processi andranno rivisti?

Caso Odysseus, il danno collaterale. Quanti processi andranno rivisti?

PIACENZA – L’avvocato Antonino Rossi non ha dubbi: “Valuteremo una possibile revisione del processo”. Il legale assiste alcune persone che, in circostanze diverse, dichiarano di avere subito abusi dai carabinieri della Levante. Per esempio il 37enne che, dopo un addio al celibato, sarebbe stato “picchiato in caserma” e poi denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Oppure il giovane arrestato perché in casa sua sarebbero stati trovati un chilo e quattrocento grammi di marijuana, droga che secondo il legale non era del ragazzo. “Abbiamo presentato una denuncia per abuso d’autorità, minacce aggravate, violenza privata e falso. Il mio assistito è stato picchiato, gli anziani genitori minacciati e tutte le circostanze evidenziate nel verbale di arresto sono inventate”.

Tutte le indagini, gli arresti e le condanne relative alle azioni dei carabinieri della Levante non potranno che essere riviste. Si tratta di un evidente danno collaterale di questa inchiesta.

Potrebbe interessarti

Caso Fun Food. Tarasconi: “Rivedere i codici Ateco, non possiamo perdere un’eccellenza per un paradosso burocratico”

La consigliera Pd si è fatta carico delle sorti dell’azienda rivergarese leader nel settore dei …