Home / Raccolta per Tag: Patrice Leconte

Raccolta per Tag: Patrice Leconte

Poster del film "Tutti pazzi in casa mia"

Tutti pazzi in casa mia

Michel Leproux, dentista egotico che vive in un grande appartamento haussmaniano, è appassionato di musica jazz e noncurante del prossimo che comprende una moglie depressa, un figlio disoccupato, una madre logorroica e un padre ricoverato. Un sabato al mercatino delle pulci di Clignancourt trova un album rarissimo, "Me, Myself and I" del clarinettista Neil Youart. Dribblati traffico, code e clienti petulanti, rincasa in fretta deciso a godere del suo acquisto. Ma il desiderio della moglie di rivelargli un vecchio adulterio, un figlio deciso a ospitare in casa una famiglia di clandestini cinesi, un'amante ostinata a confessare la loro liaison, un operaio portoghese che si finge polacco e idraulico e un vicino entusiasta e determinato a coinvolgerlo nell'organizzazione della festa del buon vicinato, gli impediranno la fruizione del disco. L'accumulo di contrattempi lo condurrà sull'orlo di una crisi di nervi.

Leggi di più »
Poster del film "Una promessa"

Una promessa

TITOLO ORIGINALE: Une promesseANNO: 2013GENERE: Dramma, RomanceREGISTA: Patrice LecontePRODUTTORE: Olivier Delbosc, Marc MissonnierATTORI: Rebecca Hall, Alan Rickman, Richard Madden, Toby Murray, Maggie Steed, Shannon Tarbet Una promessa Una promessa 2016-08-11 Ghita Pasquali Giudizio finale Il nostro giudizio - 4 40 4 su 10 Questo è il giudizio in sintesi da …

Leggi di più »
Poster del film "Tandem"

Tandem

Mortez e Rivetot sono due amici che vivono in simbiosi: il primo è un'affermata star di un programma radiofonico, il secondo è il suo braccio destro che vive nell'ombra cercando di accontentare in tutto e per tutto Mortez. Nel bene e nel male, non possono fare a meno l'uno dell'altro.

Leggi di più »
Poster del film "La bottega dei suicidi"

La bottega dei suicidi

Una città grigia dove il sole non splende più, dove la gente è triste e rassegnata, dove non si sa se è mattina o sera, se è oggi o domani. Cosa fare allora se non suicidarsi? E se la tua vita è stata un fallimento puoi sempre fare della tua morte un successo. Basta affidarsi a professionisti, come la famiglia Tuvache ed entrare nella piccola bottega oscura! Tutto scorre nel migliore dei modi fino a quando Alan, il nuovo nato, non distrugge l’equilibrio famigliare con la sua “ingiustificata” gioia di vivere.

Leggi di più »
Poster del film "Confidenze troppo intime"

Confidenze troppo intime

Anna, commessa in una boutique di lusso, dopo aver preso appuntamento per una prima seduta con il dottor Monnier, uno psicanalista, entra nel suo studio e comincia a raccontargli alcuni dei particolari che l'hanno condotta ad avere un colloquio con lui. Dopo un paio di sedute la donna si rende conto di aver commesso un errore: lo studio in cui è entrata non è quello dello psicanalista, ma quello di William, un fiscalista, il quale non era riuscito in alcun modo ad avvertire la donna del malinteso. Anna, apparentemente alterata dalla situazione, fugge via, imbarazzata per aver raccontato alcuni frammenti della sua vita ad un perfetto sconosciuto. Passano alcuni giorni e William, attratto dai racconti di Anna e desideroso più che mai di rivederla, si mette a cercarla, chiedendo inutilmente notizie al dottor Monnier finché non accade qualcosa di inaspettato agli occhi del fiscalista: la donna si ripresenta nel suo studio, ansiosa di continuare a raccontargli i propri problemi.

Leggi di più »