Home / Raccolta per Tag: Jean-Pierre Darroussin

Raccolta per Tag: Jean-Pierre Darroussin

Poster del film "Una lunga domenica di passioni"

Una lunga domenica di passioni

Francia, 1919. Mathilde, una ragazza di 19 anni rimasta claudicante in seguito alla poliomielite, ha perso in guerra il suo fidanzato Manech, partito due anni prima per il fronte e destinato ad andare a combattere sulla Somma. La ragazza è convinta che lui sia ancora vivo nonostante le informazioni avute da un sergente che ha conosciuto Manech, che le confida di aver assistito alla fucilazione del soldato e di altri quattro commilitoni presso Bingo Crepuscolo. I cinque infatti erano stati condannati a morte dalla corte marziale per essersi automutilati allo scopo di lasciare il fronte. Tra incertezze e false speranze Mathilde inizia una disperata ricerca per scoprire le sorti di Manech e dei suoi sfortunati compagni...

Leggi di più »
Poster del film "Riunione di condominio"

Riunione di condominio

I condomini dello stabile sito al numero 29 di Rue des Oursins si danno appuntamento per la consueta riunione annuale di condominio. L'amministratore Jean-Lous, uomo senza scrupoli, dirige la riunione e, tra liti, dissapori e piccoli contrasti, si consumano le storie di un teatro di varia umanità. Alla fine forse i condomini avranno trovato una maggiore comprensione, ma... Tipica commedia francese di caratteri, "Riunione di condominio" è un buon risultato. Niente di eccezionale o che non si sia già visto: ma la sceneggiatura è scritta in punta di penna, gli attori reggono il gioco con spirito e la regia asseconda con bravura i loro estri. Lasciando un messaggio - ci si dovrebbe impegnare maggiormente a capire esigenze e personalità altrui - che sarà pur minimo, ma di questi tempi è bene ripetere. E per una volta i soldi del biglietto non sembrano il risultato di un'appropriazione indebita.

Leggi di più »
Poster del film "Pranzo di Natale"

Pranzo di Natale

Una fin troppo normale famiglia francese. Louba, la sorella più grande, cantante in un cabaret, ha un grande dono quello di far sembrare la vita una favola. Per lei il Natale è l'occasione per fare un tuffo nel passato e per dimenticare tutti i suoi guai. Per Sonia la festa più bella dell'anno è una sorta di spettacolo teatrale a cui si prepara fin da ottobre. Tocca a lei ospitare la famiglia per la tradizionale cena di Natale. La piccola Mila non vuole avere niente a che fare con il Natale. L'isterismo collettivo la manda in crisi, ma per quest'anno anche lei dovrà fare i conti con i rapporti familiari.

Leggi di più »
Poster del film "Per sesso o per amore?"

Per sesso o per amore?

Parigi. Dopo aver vinto la lotteria, il triste impiegato François (Beranrd Campan) decide di spendere tutta la vincita per passare più tempo possibile con la bella prostituta Daniela (Monica Bellucci), pagandola centomila euro al mese, fino ad esaurimento dei fondi. François è un uomo solitario, con problemi di cuore e Daniela rimane al suo fianco per solo otto giorni, dopo di che decide di ritornare dal suo uomo, il gangster Charly (Gérard Depardieu). È a questo punto che Daniela comincia a rendersi conto di aver sviluppato un sentimento nei confronti di François e decide di tornare da lui. Tuttavia Charly è ancora troppo innamorato di Daniela per lasciarla ad un altro uomo, senza fare nulla.

Leggi di più »
Poster del film "Miracolo a le Havre"

Miracolo a le Havre

Marcel Marx, un ex scrittore rinomato e bohemien, volontariamente si trasferisce in esilio nella città portuale di Le Havre, dove la sua professione onorevole, ma non redditizia, di lustrascarpe, gli dona la sensazione di essere più vicino alla gente. Mantiene viva la sua ambizione letteraria e conduce una vita soddisfacente nel triangolo formato dal pub dell'angolo, il suo lavoro e sua moglie Arletty, quando il destino mette improvvisamente nella sua vita un bambino immigrato proveniente dall'Africa nera.

Leggi di più »
Poster del film "Luci nella notte"

Luci nella notte

Una strada, un'automobile, una coppia. Antoine e Helene discutono mentre si dirigono verso la colonia dove raccoglieranno i figli. Antoine però ha bevuto. Uno, due, tre, quattro bicchieri e la mente se ne va immergendosi in discussioni di ogni tipo. Nel frattempo la radio annuncia l'evasione di un pericoloso criminale. Quando all'ennesima pausa sulla strada Antoine si ferma per bere un bicchierino, Helene se ne va, nel buio. Le premesse per questo film tratto da uno scritto di Simenon, sono cupe, silenziose, come la notte che avvolge i protagonisti, e la tensione cresce silente, dal nulla. Le incomprensioni dei due coniugi, il folle omicida, e soprattutto l'attesa, lunga, per ritrovare la moglie fuggita o scomparsa.

Leggi di più »