Home / Raccolta per Tag: Jamey Sheridan

Raccolta per Tag: Jamey Sheridan

Poster del film "Syriana"

Syriana

Bob Barnes è un agente veterano della CIA prossimo alla fine di una lunga e rispettata carriera, con un figlio pronto ad entrare al college e la possibilità di trascorrere gli ultimi giorni di servizio svolgendo un comodo lavoro da scrivania. Affidabile nel suo lavoro, Bob è sempre stato convinto di operare per il bene del suo governo e per rendere il suo Paese un posto più sicuro. Durante l'ultima missione di Bob, l'assassinio di due trafficanti di armi a Tehran, un missile Stinger finisce nelle mani di un misterioso egiziano dagli occhi azzurri. Al suo ritorno a Washington, a Bob viene promessa una promozione dopo un'ultima missione sotto copertura - l'assassinio del Principe Nasir. Ma quando uno dei suoi contatti sul posto gli si mette contro e il tentativo di omicidio fallisce, Bob diventa il capro espiatorio della CIA, tradito così dalla stessa organizzazione alla quale ha dedicato la sua vita.

Leggi di più »
Poster del film "Il prezzo della libertà"

Il prezzo della libertà

Nella New York disordinata della fine degli anni '30, si intrecciano i destini di una compagnia teatrale, decisa a portare in scena una piece censurata dal governo federale perché dai contenuti pericolosamente comunisti, e di personaggi celebri (Nelson Rockfeller su tutti) o vicini alla gloria (un giovane e visionario Orson Welles, Diego Rivera, Frida Kahlo). Il terzo film di Tim Robbins, tenuto inspiegabilmente per quattro anni nel cassetto, si incentra sui temi del conflitto tra la libertà dell'artista e l'ottusità della censura. L'attore-regista, faro dell'America liberal insieme alla moglie Susan Sarandon (qui presente nella parte di Margherita Sarfatti, amante di Mussolini), riadatta una vicenda vera piegandola alle esigenze di raccontare la superiorità della creazione artistica.

Leggi di più »
Poster del film "Il caso Spotlight"

Il caso Spotlight

La storia del team di giornalisti investigativi del Boston Globe, soprannominato Spotlight, che nel 2002 ha sconvolto la città con le sue rivelazioni sulla copertura sistematica da parte della Chiesa cattolica degli abusi sessuali commessi su minori da oltre 70 sacerdoti locali, in un’inchiesta premiata col premio Pulitzer. Quando il neodirettore Marty Baron arriva da Miami per dirigere il Globe nell’estate del 2001, per prima cosa incarica il team Spotlight di indagare sulla notizia di cronaca di un prete locale accusato di aver abusato sessualmente di decine di giovani parrocchiani nel corso di trent’anni. Consapevoli dei rischi cui vanno incontro mettendosi contro un’istituzione com la Chiesa cattolica a Boston, il caporedattore del team Spotlight, Walter “Robby” Robinson, i cronisti Sacha Pfeiffer e Michael Rezendes e lo specialista in ricerche informatiche Matt Carroll cominciano a indagare sul caso.

Leggi di più »