Home / Raccolta per Tag: Derek Jacobi

Raccolta per Tag: Derek Jacobi

Poster del film "The Body"

The Body

Padre Matt Gutierrez, un gesuita, viene inviato dal Vaticano in Israele per indagare su un misterioso ritrovamento avvenuto in un sito archeologico di Gerusalemme. Oggetto della scoperta è lo scheletro in una tomba di un uomo facoltoso, secondo gli studi della dottoressa israeliana Sharon Golban, sarebbe morto crocifisso duemila anni fa. Ciò fa pensare a Gesù Cristo, il quale, se la notizia venisse confermata, non sarebbe mai risorto. Questa eccezionale e sconcertante scoperta potrebbe seriamente minare le basi del Cristianesimo.

Leggi di più »
Poster del film "Nanny McPhee - Tata Matilda"

Nanny McPhee – Tata Matilda

Mr. Brown è un ricco vedovo con un "piccolo" problema: ha sette scatenatissimi figli che non vogliono saperne di rigare dritto. I ragazzacci hanno già cacciato diciassette domestiche e pensano di non aver alcun problema a far impazzire la diciottesima. Peccato che questa volta la loro nuova badante Matilda sembri possedere una sorta di potere magico. In poco tempo la tata riesce a conquistare le piccole pesti, a farsi ben volere da tutta la famiglia e a trovare una bella moglie per il padrone di casa.

Leggi di più »
Poster del film "Il gladiatore"

Il gladiatore

Dopo una vittoria contro i Britanni l'imperatore Marco Aurelio (Harris), che disprezza il figlio Commodo (Phoenix), decide che il suo successore sarà il generale Massimo (Crowe), uomo straordinario, amato da tutti. Ma Commodo uccide il padre e ordina la morte del generale e della sua famiglia. Massimo fugge in Africa, diventa gladiatore, torna a Roma dove si fa riconoscere. Diventa l'eroe del Colosseo, idolatrato dal popolo. Tanto che lo stesso Commodo non può farlo uccidere. Lo sfida a un duello nell'arena, dopo averlo vigliaccamente ferito. Massimo uccide finalmente l'orrendo imperatore.

Leggi di più »
Poster del film "Il discorso del re"

Il discorso del re

Duca di York e secondogenito di re Giorgio V, Bertie è afflitto dall'infanzia da una grave forma di balbuzie che gli aliena la considerazione del padre, il favore della corte e l'affetto del popolo inglese. Figlio di un padre anaffettivo e padre affettuoso di Elisabetta (futura Elisabetta II) e Margaret, Bertie è costretto suo malgrado a parlare in pubblico e dentro i microfoni della radio. Sostituito il corpo con la viva voce, il Duca di York deve rieducare la balbuzie, buttare fuori le parole e trovare una voce. Lo soccorrono la devozione di Lady Lyon, sua premurosa consorte, e le tecniche poco convenzionali di Lionel Logue, logopedista di origine australiana. Tra spasmi, rilassamenti muscolari, tempi di uscita e articolazioni più o meno perfette, Bertie scalzerà il fratello “regneggiante”, salirà al trono col nome di Giorgio VI e troverà la corretta fonazione dentro il suo discorso più bello. Quello che ispirerà la sua nazione guidandola contro la Germania nazista.

Leggi di più »
Poster del film "Grace di Monaco"

Grace di Monaco

Principato di Monaco, anni '60. Sullo sfondo della disputa tra il Principe Ranieri e il presidente francese Charles De Gaulle, prossimo ad un'invasione del principato, la stella di Hollywood Grace Kelly, diventata Principessa nel 1956, si trova a dover affrontare una profonda crisi coniugale e di identità, quando deve decidere se tornare sulle scene cinematografiche o riunciare definitivamente alla sua vocazione di attrice per appianare le difficoltà che hanno investito il suo regno.

Leggi di più »
Poster for the movie "Anonymous"

Anonymous

Il film è ambientato durante i disordini politici dell'Inghilterra elisabettiana e affronta una questione che per secoli ha affascinato studiosi e brillanti intellettuali come Mark Twain, Charles Dickens, e Sigmund Freud, ossia: chi ha realmente scritto le opere attribuite a William Shakespeare? Gli esperti hanno dibattuto, vari libri sono stati scritti e molti studiosi hanno dedicato la loro vita per proteggere o sfatare teorie che circondano la paternità delle opere più famose della letteratura inglese. Anonymous offre una possibile risposta, concentrandosi su un momento in cui gli scandalosi intrighi politici e le illecite storie d'amore alla Corte Reale vengono portati alla luce nel luogo più inaspettato: il teatro di Londra.Edward de Vere, conte di Oxford, era un poeta e un drammaturgo affermato alla corte della regina Elisabetta nel XVI secolo. Alcune teorie letterarie del XX secolo ritengono che sia lui in realtà l'autore dei lavori attribuiti a Shakespeare.

Leggi di più »