Home / Notizie / Economia e Diritto (pagina 5)

Economia e Diritto

Notizie di Economia e Diritto

Standard and Poor’s declassa l’Italia. ”Deboli le prospettive del Paese”

Con una decisione inattesa, Standard and Poor’s ha deciso di tagliare il rating sul debito italiano, portandolo da ”A+/A-1” ad ”A/A-1”, con outlook negativo

La classe politica italiana e le inefficienze del settore pubblico in genere sono il vero problema del nostro Paese. E’ ciò che emerge dalle note diffuse da “Standard and Poor’s”, che ha declassato il rating sul debito italiano, portandolo da “A+/A-1” ad “A/A-1”, con outlook negativo. “Questo declassamento dell’Italia”, ha spiegato l’agenzia di rating nella notte, “riflette le deboli prospettive di crescita del paese, la fragile coalizione di governo (…) le differenti posizioni politiche all’interno del Parlamento” che continuano a “limitare la capacità del governo di rispondere in modo deciso alle sfide macroeconomiche sia a livello interno che internazionale”.

Secondo “Standard and Poor’s”, le misure varate non senza difficoltà dal Governo, con una manovra complessiva da 60 miliardi, si tradurranno in una crescita ancora più debole dell’economia italiana rispetto alle previsioni dello scorso maggio. Inoltre l’aumento della pressione fiscale in un Paese già gravato da troppe tasse, la crescita prevista per i tassi di interesse e la modesta attrazione di investimenti e capitali dall’estero, fanno pensare che l’Italia non riuscirà a consolidare i conti pubblici entro il 2013.


Stati Uniti declassati. La Cina, il più grande creditore, chiede interventi seri immediati

Standard & Poor’s declassa gli USA. Da AAA a AA+. Il piano per la riduzione del debito approvato dal Congresso non è sufficiente. Obama in crisi: ”commessi errori profondi”

Washington. L’agenzia di rating Standard & Poor’s ha tagliato il rating Usa da AAA a AA+. La notizia che tutti si aspettavano è giunta, pesante come un macigno. Il piano per la riduzione del debito approvato dal Congresso non è stato giudicato sufficiente, in particolare dalla Cina, il più grande creditore degli Stati Uniti che chiede a gran voce “interventi seri”.

Per l’amministrazione guidata dal Presidente Obama la decisione è stata presa commettendo “errori profondi e fondamentali”. Intanto la Federal Reserve ha provato a gettare acqua sul fuoco, promettendo che non ci saranno conseguenze a livello finanziario.

Università di Parma. Al prof. Paolo Colombo ”Doctorate Honoris Causa”

Dall’università di Atene l’alto riconoscimento al docente della facoltà di Farmacia

Lo scorso giovedì 22 aprile è stato conferito al Prof. Paolo Colombo, docente della Facoltà di Farmacia dell’Università di Parma, il "Doctorate Honoris Causa" in Farmacia da parte dell’Università di Atene (National and Capodistrian University of Athens).

La cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento, presieduta dal Vice Rettore dell’Università di Atene N. Kitta e dal Preside della Facoltà di Farmacia Aleksandros Skaltsounis, si è svolta alla presenza di un pubblico costituito dai membri della Facoltà e da rappresentanti del mondo industriale farmaceutico greco.

Il Prof. Dimitri Rekkas, docente di Tecnologia Farmaceutica, ha letto la Laudatio illustrando la figura e le origini scientifiche del premiato.

Il Preside Skaltsounis, durante la presentazione del titolo di Dottore, si è rivolto al Prof. Colombo con queste parole: «Le viene attribuito questo onore poiché lei è una persona che ha conoscenza della scienza farmaceutica, ama la scienza e ha scoperto delle medicine innovative che curano il dolore e la malattia d ell’uomo. Lei ha saputo inserire nelle medicine una combinazione di azione e teoria al fine di migliorare la salute. La sua riconosciuta capacità è rivolta alle somministrazioni orali ed inalatorie sulle quali fa ricerca e insegna. La Facoltà di Farmacia di Atene loda e accoglie il Prof. Paolo Colombo come illustrissimo Professore della Scuola di Atene».

Il Prof. Colombo ha in seguito presentato la sua Lectio Magistralis dal titolo "Integrating Medicines and Pharmaceutical Care towards a Patient Focused Therapy".