Home / Redazione

Redazione

Metronotte. Notte di super lavoro per le guardie giurate

Quella del 25 luglio scorso è stata una notte intensa per le guardie di Metronotte Piacenza che si sono trovate a fronteggiare un tentativo di furto a Fiorenzuola, un principio di incendio a Piacenza ed il ritrovamento di un cane nella periferia del capoluogo. Il primo intervento si è verificato intorno alle 22.00 quando, a seguito di allarme, un agente di vigilanza è intervenuto sul territorio del Comune di Fiorenzuola d’Arda dove, in via Campo Sportivo, alcuni malviventi avevano forzato il portellone di un furgone contenente bici da corsa di elevato valore nel tentativo di rubarle. Ma il sopraggiungere del metronotte ha portato i ladri a desistere e a fuggire senza portare a termine il colpo. Intorno all’una e mezza, invece, una guardia di Metronotte Piacenza, durante un controllo nella zona industriale di Piacenza, ha notato che una elevata quantità d’acqua usciva dalle finestre al primo piano di un capannone. Immediatamente l’agente ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e del titolare dell’azienda per svolgere un controllo all’interno della struttura. Durante l’ispezione la guardia ha notato un principio di rogo, generato da un corto circuito, che aveva fatto attivare il sistema antincendio, provocando la fuoriuscita d’acqua. Fortunatamente i danni sono stati arginati proprio dall’intervento del metronotte. Alle 2.30 circa invece, un agente di vigilanza di passaggio in via Manfredi a Piacenza ha notato che un cane meticcio di media taglia vagava impaurito per la via; nonostante l’animale fosse provvisto di collare, non erano presenti i riferimenti dei proprietari e quindi, per il la messa in sicurezza del cane, è stato avvisato il servizio di recupero preposto.

Metronotte. Ladri in fuga dal supermercato; furto sventato

Alle ore 03.30 del 25/07/18 la centrale operativa di Metronotte Piacenza ha ricevuto un allarme da un supermercato di Roveleto; mentre la guardia raggiungeva l’obiettivo per il controllo, ha notato un pick up che si allontanava a fari spenti ed aumentava la velocità alla vista della pattuglia di vigilanza. Dal baule del veicolo uscivano dei cavi ed immediatamente la guardia ha avvisato la centrale operativa per richiedere un supporto e per comunicare la targa dell’auto. La guardia ha seguìto a distanza il mezzo per alcuni chilometri, fino a quando lo stesso si è lanciato in un campo, oltrepassando un canale e perdendo l’hard top che copriva il cassone. In questo modo, la vettura è riuscita a dileguarsi facendo perdere le proprie tracce. Presso il supermercato dal quale è stato trasmesso il segnale di allarme è stato riscontrato il tentativo di furto della cassaforte, fortunatamente sventato grazie all’attivazione del sistema antintrusione.

Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri per i rilievi di competenza.

Metronotte. Non va a segno il furto nel deposito di bevande

Hanno tentato di manomettere il sistema antintrusione i ladri che, la scorsa notte, hanno tentato un colpo in un deposito di bevande di Gossolengo; le sofisticate apparecchiature hanno però funzionato alla perfezione, portando i malviventi a desistere e ad abbandonare il loro intento. È circa l’una e venti quando la centrale operativa di Metronotte Piacenza riceve un segnale di intrusione dal magazzino di bibite sito a Gossolengo; in pochi minuti, la pattuglia allertata per l’intervento giunge sul posto, senza notare, in un primo momento, anomalie evidenti. Da un controllo più accurato, emerge che una porta di accesso al locale dove vengono stoccati gli alcolici risulta forzata e un sensore di allarme manomesso. L’attivazione del sistema antintrusione ha però evidentemente messo in fuga i ladri, che si sono visti costretti ad abbandonare il bottino per non essere acciuffati.

Sul posto sono intervenuti il titolare di stabilimento, che non ha riscontrato ammanchi, ed i Carabinieri per le indagini di competenza.

Metronotte. L’allarme mette in fuga i ladri in un magazzino di arredamenti

Non è riuscito il colpo che i malviventi avevano programmato per la serata di ieri in un magazzino di arredamenti di Piacenza; l’allarme ha infatti messo in fuga i ladri. Il segnale di intrusione è pervenuto poco dopo le 22.00 alla centrale operativa dell’istituto di vigilanza Metronotte Piacenza, che ha immediatamente inviato sul posto una pattuglia per un controllo. L’agente, durante il controllo, ha notato che il portone del deposito era stato forzato ed il lucchetto tranciato. I malviventi però, scoraggiati dal suono della sirena, hanno immediatamente abbandonato il loro intento, mandando in fumo il colpo e la titolare ha riferito che non vi erano ammanchi.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri per i rilievi utili alle indagini.

Metronotte. La scorsa notte due furti sventati in contemporanea

Sono scattati a distanza di pochi minuti l’allarme presso un negozio di biciclette nei dintorni di Cadeo e quello di un esercizio commerciale sito nella zona industriale della Caorsana; fortunatamente, in entrambi i casi, il tempestivo intervento delle pattuglie di Metronotte Piacenza ha impedito che i colpi andassero a segno. All’una e cinquantaquattro la centrale operativa di strada Caorsana ha inviato una pattuglia presso un negozio di biciclette di Roveleto per una verifica e la guardia, sopraggiunta in un minuto, ha notato immediatamente la forzatura di una finestra e la presenza di un piccone sulla pensilina sottostante la finestra stessa. I ladri hanno dovuto interrompere il loro intento, l’intrusione non è avvenuta ed il peggio è stato scongiurato. All’una e cinquantanove un altro segnale di allarme è giunto alla centrale operativa di Metronotte, che immediatamente ha richiesto l’intervento di una pattuglia presso un esercizio commerciale nella zona di via Caorsana. Appena raggiunto l’obiettivo, l’agente ha visto una BMW allontanarsi a forte velocità in direzione di via Orsi. Da qui è scaturito un inseguimento da parte della pattuglia di vigilanza fino a via Dossarelli, dove i malviventi sono riusciti a far salire a bordo tre individui, per poi ripartire di nuovo a velocità sostenuta. Dopo aver imboccato la Caorsana, giunto all’altezza di via dell’Anselma, il conducente della BMW, tallonato dalla pattuglia di Metronotte Piacenza, ha invertito la marcia e si è diretto verso l’imbocco dell’autostrada; a questo punto, dopo una brusca inversione, si è allontanato verso Mortizza per poi arrivare ad abbandonare la vettura contro un cumulo di terreno in una strada dissestata in via Argine, nei pressi del fiume Po. Approfittando del buio e della folta vegetazione, i malintenzionati sono riusciti a far perdere le loro tracce ma, grazie al sopraggiungere della vigilanza, non sono riusciti a portare a termine il furto. In loco, infatti, un secondo agente giunto a presidio dell’obiettivo preso di mira dai ladri, ha riscontrato il tentativo di manomettere il sistema di allarme e la forzatura di una porta tagliafuoco.

Sul posto, oltre alla polizia, sono sopraggiunti i titolari che non hanno riscontrato ammanchi.

Metronotte. Salvato un cane travolto da un’auto in fuga e sventato furto in azienda

Pare strano che non si sia accorto di aver travolto un animale l’autista che, nella tarda serata di ieri, ha travolto con la propria vettura un cane che attraversava la strada nel comune di Rottofreno, proseguendo però la propria corsa senza accertarsi dell’accaduto. Fortunatamente, una guardia Giurata di Metronotte Piacenza, che stava effettuando un controllo presso un abbonato nelle vicinanze, ha assistito alla scena e, pur non riuscendo ad annotare il numero di targa dell’auto coinvolta, ha immediatamente prestato soccorso all’animale ferito, riuscendo a salvarlo da una fine peggiore. Il cane è stato assistito fino all’arrivo dei padroni, rintracciati dall’agente, e del servizio medico di primo intervento dedicato agli animali. Alcune ore più tardi, intorno alle 4 di questa mattina, grazie al sistema di allarme collegato con la centrale operativa di strada Caorsana, una guardia giurata di Metronotte Piacenza è intervenuta presso una ditta ubicata ai Casoni di Gariga, riuscendo a mandare in fumo un furto. Giunto sul posto, il vigilante ha notato alcune luci accese, la forzatura di una recinzione e, all’interno degli uffici, alcuni armadietti aperti e a soqquadro. Immediatamente il titolare dell’azienda, informato dagli operatori, si è recato sul posto, dichiarando che gli ammanchi si limitavano ad oggetti di scarso valore e che il peggio era stato scongiurato. L’arrivo della guardia ha evidentemente disturbato i ladri, costringendoli ad abbandonare il loro intento e a darsi alla fuga

Metronotte. Salvataggio di un cane e ritrovamento di una vettura rubata

È stato un fine settimana all’insegna dell’operatività per le guardie di Metronotte Piacenza che, tra sabato e domenica scorsi, sono riuscite a recuperare un’auto rubata e a salvare un cane smarrito. Nel pomeriggio di sabato 7 aprile, durante un controllo in via Torre della Razza, un agente di vigilanza ha notato la presenza di una Lancia Y, con vari segni di danneggiamento, in un parcheggio piuttosto isolato. Insospettito, il metronotte ha richiesto un controllo della targa, dal quale è emerso che  il furto della vettura era precedentemente stato denunciato alle autorità competenti. Sul posto sono intervenute le Forze dell’Ordine per il recupero del veicolo. All’alba di domenica 8 aprile, invece, una guardia in servizio nella zona di Borghetto di Roncaglia ha ritrovato un cane smarrito che vagava nella zona industriale. Per evitare pericoli all’animale e alla circolazione, l’agente ha informato il 113 che, a sua volta, ha richiesto l’intervento del canile municipale per il recupero del randagio.

Metronotte. Guardia giurata salva un cucciolo e lo consegna alla Polizia Zoofila

Aveva appena terminato un controllo in una ditta di Sarmato, la guardia che, nel pomeriggio del 2 aprile, ha notato la presenza di un cagnolino in un campo adiacente all’azienda. La guardia si è avvicinata all’animale riuscendo a conquistare la sua fiducia e, riscontrando la mancanza di collare e targhetta di riconoscimento, ha segnalato la cosa alla centrale operativa di Metronotte Piacenza, richiedendo l’invio sul posto della Polizia Zoofila. Il cucciolo, di circa tre mesi di età, è stato così tratto in salvo dagli agenti, che lo hanno preso in consegna per gli accertamenti e per evitare che l’animale potesse mettersi in pericolo o provocare incidenti.

Metronotte. Cane ritrovato dalla guardia giurata

Grazie all’intervento di un metronotte, si è risolta con un lieto fine la vicenda di un cane che si era smarrito allontanandosi dalla propria abitazione, vagando nella notte lungo la Statale 45. Durante un controllo presso un’attività di Ancarano, una guardia di Metronotte ha notato che l’animale, impaurito e spaesato, si aggirava nel pressi della statale, col rischio di essere investito dalle automobili o di provocare incidenti alle vetture che, su quel tratto di strada, transitano ad elevata velocità. Il vigilante si è allora avvicinato al cane e, dopo aver guadagnato la sua fiducia, è riuscito a leggere il numero di telefono impresso sul collare e a mettersi in contatto con il proprietario. Dopo breve tempo, il padrone è accorso e, felice per il ritrovamento, ha potuto riabbracciare la sua amata bestiola.

Metronotte. La neve non ferma le guardie giurate; furto sventato in officina

Non sono riusciti nel loro intento i ladri che, nella serata di ieri, noncuranti della neve che ha ricoperto le strade del piacentino, hanno tentato di rubare una vettura da una officina di Pontenure. Poco dopo le 22.00 alla centrale operativa di Metronotte Piacenza è giunto un segnale di allarme; in pochi minuti, due pattuglie di vigilanza hanno raggiunto l’obiettivo e verificato che una finestra ed una porta del capannone erano aperte in corrispondenza di una vettura custodita all’interno del cortile. All’esterno dell’officina, i metronotte hanno riscontrato la presenza di un’automobile di medie dimensioni, sulla quale i carabinieri, intervenuti su richiesta della vigilanza privata, hanno riscontrato cacciaviti ed arnesi da scasso. Dalla visione delle immagini di sorveglianza è emerso che tre persone si erano introdotte nell’area di pertinenza dell’azienda ed avevano tentato di rubare l’auto presente nel cortile; grazie all’allarme e al tempestivo intervento delle guardie, si erano però date alla fuga nei campi limitrofi, abbandonando sul posto il veicolo utilizzato per il colpo.

Sul posto è intervenuto anche il titolare dell’officina per verificare la situazione.