Home / Redazione

Redazione

Metronotte. La neve non spaventa i ladri, ma le guardie giurate li assicurano alle Forze dell’Ordine

La fitta nevicata notturna non ha intimorito i ladri che, intorno alle 03.00 di questa mattina, si sono introdotti nel bar di una struttura sportiva sita nella zona della Caorsana a Piacenza; per loro sfortuna, non si è però bloccata neppure l’operatività della vigilanza, che ha arrestato la loro fuga prima che potessero mettere a segno il colpo. Il segnale di allarme è pervenuto alla centrale operativa di Metronotte Piacenza intorno alle 03.00 e una pattuglia ha raggiunto la struttura sportiva in pochi minuti. Al loro arrivo, le guardie giurate hanno sentito dei rumori provenire dall’interno e hanno tenuto monitorate le uscite del bar, provvedendo nel frattempo ad avvisare i Carabinieri.  Ad un tratto, da una delle finestre presenti sul lato sinistro del locale, i metronotte hanno visto uscire due persone vestite di scuro ed incappucciate; alla vista degli agenti, i malviventi hanno tentato la fuga, ma sono stati immediatamente bloccati dalle guardie giurate e poi consegnati alle Forze dell’Ordine nel frattempo sopraggiunte. Il titolare del bar, avvisato dei fatti dalla centrale operativa di Metronotte Piacenza, ha confermato che il furto era andato a vuoto, nonostante l’intrusione e la forzatura di alcuni accessi. Evidentemente disturbati dall’allarme e dall’arrivo della vigilanza, i ladri non sono riusciti ad asportare nulla.

I Carabinieri hanno quindi provveduto a portare in caserma i due malviventi per i provvedimenti del caso.

Metronotte. Guardia Giurata salva un cane che stava per essere investito

La scorsa notte intorno all’una, la prontezza di riflessi di una guardia giurata in servizio ha evitato un incidente stradale e possibili gravi conseguenze a un cane che vagava sulla strada. Mentre effettuava dei controlli in via Campo Sportivo a Gazzola, un agente di Metronotte Piacenza si è infatti accorto della presenza di un cucciolo che camminava sulla strada provinciale; la guardia, notando a poca distanza i fari di una vettura che sopraggiungeva dirigendosi verso l’animale, si è precipitata in quella direzione e ha prontamente afferrato il cane scostandolo dalla traiettoria del veicolo in movimento. L’auto in arrivo è così riuscita a scartare il cane e la guardia, proseguendo senza problemi la propria corsa. L’agente di vigilanza ha così preso in consegna temporaneamente il cucciolo, tenendolo al caldo prima di consegnarlo al servizio di soccorso veterinario preposto al recupero dei randagi.

Metronotte. Guardie Giurate e Carabinieri fermano un uomo armato

Era circa l’una di notte del 26 dicembre quando l’attenzione di una guardia giurata di Metronotte Piacenza in servizio a Travo è stata richiamata dai clienti di un bar che chiedevano aiuto in strada; circa venti persone, all’esterno di un locale, segnalavano la presenza di un uomo armato di coltello che minacciava gli avventori. Alla vista del Metronotte, un uomo, che brandiva due coltelli da cucina con lama di circa 20 cm, si è dato alla fuga a bordo di una vettura di colore grigio. La guardia giurata si è messa all’inseguimento del fuggitivo, segnalandone gli spostamenti alla centrale operativa di Strada Caorsana e ai Carabinieri, nel frattempo avvisati dell’accaduto. Gli agenti del 112 ed il Metronotte sono riusciti a bloccare l’uomo armato, che ha poi consegnato i coltelli ai militari dell’Arma per gli accertamenti del caso, e a riportare la calma nel locale.

Metronotte. Ritrovato un cane e consegnato al proprietario

Si è risolto con un lieto fine lo smarrimento di un cane che, nei giorni scorsi, si era allontanato dalla sua abitazione senza farvi ritorno. Una guardia giurata, al termine del proprio servizio, transitando a San Lazzaro ha notato un cane che vagava nella carreggiata. Per evitare pericoli per l’animale e per la viabilità, l’agente di Metronotte Piacenza ha avvicinato il cucciolo, che fortunatamente era munito di collare con targhetta di riconoscimento. La guardia ha immediatamente composto il numero impresso sulla medaglietta, ma non ha ricevuto risposta. Ha pensato così di lasciare un messaggio sulla segreteria del cellulare del padrone e di provvedere personalmente ad accudire l’animale in attesa di restituirlo. Il pomeriggio seguente la storia ha finalmente avuto un lieto epilogo; il proprietario, dopo aver ascoltato la nota vocale lasciata dal vigilante, lo ha ricontattato ed ha potuto finalmente riabbracciare il proprio cucciolo.

Metronotte. La fuga dei ladri finisce in un campo: furto sventato al bar

Non ha temuto la neve la guardia giurata che intorno alle quattro di questa mattina si è messa all’inseguimento dei malviventi che poco prima avevano tentato un colpo all’interno di un bar di Carpaneto. La corsa della vettura è terminata in un campo e il furto, fortunatamente, è stato sventato. Alle 03.52 l’allarme collegato con la centrale operativa di Metronotte Piacenza è entrato in funzione e, in pochi minuti, una pattuglia di vigilanza è giunta presso il locale; al suo arrivo l’agente ha visto una vettura fuggire ad alta velocità e ha notato che la porta di ingresso del bar era stata infranta. Comunicando via radio con la centrale operativa di strada Caorsana e richiedendo l’appoggio di un collega, il Metronotte si è messo all’inseguimento del veicolo, nonostante le condizioni della strada non fossero ottimali per la neve caduta sul manto stradale. Giunta all’altezza dell’abitato di Case Bruciate, l’auto dei malviventi (un’utilitaria di colore grigio) è uscita dalla carreggiata finendo nel canale che costeggia la provinciale. Gli occupanti hanno fatto perdere le proprie tracce scappando attraverso i campi. Sulla vettura sono stati trovati arnesi da scasso ma, il proprietario del locale intevenuto presso il bar per un controllo, ha confermato che non era stato rubato nulla.

Sul posto si sono portati i carabinieri per i rilievi di competenza.

Metronotte. Weekend di intensa operatività per le guardie giurate

Il fine settimana appena trascorso è stato particolarmente movimentato per le guardie di Metronotte Piacenza, che si sono viste protagoniste di un incendio domato e di alcuni furti sventati. Erano circa le 02.30 di sabato quando alla centrale operativa dell’istituto di vigilanza di via Caorsana è giunto un segnale di allarme da un ristorante nei pressi di Castel San Giovanni. Durante il controllo effettuato dalla pattuglia di vigilanza è emerso che non vi erano ammanchi, nonostante l’effrazione di due porte e di una finestra, di cui il titolare dell’esercizio aveva confermato la chiusura a fine serata. Alle ore 21.00 di ieri è invece scattato l’allarme presso una villa di Cadeo; la centrale operativa di Metronotte Piacenza ha immediatamente allertato le guardie giurate che hanno notato evidenti segni di effrazione durante il controllo. I malviventi avevano tagliato le inferriate e sfondato il vetro di una finestra ma, con ogni probabilità, se la sono dovuta dare a gambe all’arrivo degli agenti di vigilanza. Un paio d’ore più tardi invece, in strada per Cortemaggiore a Piacenza, in seguito all’allarme scattato presso uno stabilimento, il metronotte ha notato del fumo provenire da una stanza in fondo allo stabile; la guardia giurata ha svolto un primo intervento con gli estintori ed ha avvisato il 115. I vigili del fuoco hanno preso visione dell’accaduto ed accertato che non vi fossero più focolai né pericoli nello stabile. Poco prima delle tre di questa mattina, l’allarme è invece scattato presso un magazzino di Alseno. La guardia che si è portata sul posto per il controllo ha notato la presenza di un bancale che era stato posto sul retro, a chiusura della porta di accesso. Insospettitosi, l’agente ha provveduto ad un ulteriore verifica, durante la quale ha notato che ignoti avevano tentato di manomettere l’impianto di allarme e sfondato le pareti in cartongesso e parte del tetto. Evidentemente disturbati dall’arrivo della pattuglia di Metronotte Piacenza, i ladri hanno interrotto il loro lavoro e si sono visti costretti a fuggire. Sul posto, oltre al titolare, sono intervenuti i carabinieri di Fiorenzuola.

Metronotte. Ladri in fuga a Ponte dell’Olio

Si sono introdotti da una finestra del bagno i ladri che, intorno alle due del 7 dicembre, sono stati intercettati dal sistema di allarme di un bar di Ponte dell’Olio (Piacenza) e sono stati costretti a darsela a gambe.

Al suo arrivo, la pattuglia di Metronotte Piacenza inviata per il controllo ha notato che un vetro dei servizi privati era stato infranto e che lo schienale di una fioriera in legno era stato utilizzato per mettere fuori uso il sistema di allarme in prossimità dei cambiamonete.

Metronotte. Ladri a Vallera abbandonano il colpo in villa grazie all’allarme

Non è andata bene ai malviventi che nel tardo pomeriggio di ieri avevano pianificato un colpo in una villa di Vallera, tentando di approfittare del buio per scavalcare la recinzione esterna della casa; l’allarme, pervenuto alla centrale operativa di Metronotte Piacenza, li ha infatti messi in fuga. Erano circa le 18.00 quando una pattuglia di vigilanza è intervenuta nella frazione alle porte della città per un segnale di intrusione; la guardia giurata, al suo arrivo, ha notato che sul retro della villa erano presenti evidenti tracce che portavano alla recinzione esterna. Con l’aiuto delle immagini riprese dal sistema a circuito chiuso, l’agente ha potuto constatare che due individui avevano scavalcato la rete di recinzione tentando di accedere all’interno della casa passando dal retro, ma si sono dati precipitosamente alla fuga quando, avvicinatisi agli infissi, l’allarme è entrato in azione.

Il proprietario, informato dalla centrale operativa di Strada Caorsana, ha confermato che non vi erano ammanchi.

Metronotte. L’allarme mette in fuga i ladri al bar

Erano circa le quattro di questa mattina quando la centrale operativa di Metronotte Piacenza ha ricevuto un allarme da un bar sito nella zona di via Boselli a Piacenza. In pochi minuti, la base dell’istituto di vigilanza di via Caorsana ha allertato due pattuglie che si sono portate sul posto per il controllo. Al loro arrivo, gli agenti hanno riscontrato che la porta di ingresso del locale era stata forzata ed era aperta; inoltre, a terra era presente un palanchino, evidentemente abbandonato dai malviventi che, interrotti dal sopraggiungere dei Metronotte, sono stati costretti a darsi alla fuga. Il titolare del locale, informato dei fatti, si è recato presso il bar per la conta dei danni ed ha fortunatamente confermato che non vi erano ammanchi.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri per le indagini di competenza

Castel San Giovanni: bucano il controsoffitto del supermercato per impossessarsi della cassaforte ma l’arrivo dei Metronotte mette in fuga i ladri.

Avevano studiato il colpo nei minimi dettagli i ladri che questa notte hanno tentato di violare la cassaforte di un supermercato di Castel san Giovanni; non avevano però tenuto conto della tempestività delle guardie giurate di Metronotte Piacenza che, giunte in loco in pochi minuti, hanno sventato il furto. L’allarme è scattato intorno all’una di questa notte e quando l’agente di vigilanza è arrivato  sul posto ha notato che l’illuminazione nel parcheggio del punto vendita, solitamente accesa, era spenta. Insospettitosi, ha immediatamente fatto un controllo al perimetro dell’immobile, senza però riscontrare anomalie. All’arrivo del reperibile, informato dalla centrale operativa di via Caorsana, il metronotte ha avuto accesso all’interno dei locali, notando che un buco era stato praticato nel controsoffitto degli spogliatoi; i locali erano a soqquadro e i malviventi avevano tentato di mettere fuori uso il sistema di allarme danneggiandolo gravemente. Le sofisticate apparecchiature hanno però ugualmente trasmesso il segnale di emergenza alla centrale operativa, consentendo quindi di allertare il personale per l’intervento. L’obiettivo dei ladri era chiaramente la cassaforte, trovata danneggiata e forzata ma, fortunatamente, non aperta; i malviventi sono stati evidentemente messi in fuga all’arrivo del metronotte.

Sul posto è intervenuta anche una pattuglia dei Carabinieri incaricati di svolgere i rilievi.