Home / Jessica Scaglione

Jessica Scaglione

Fiorenzuola. Infortunio sul lavoro, operaio rimane incastrato col braccio in un macchinario

Fiorenzuola d’Arda (Piacenza). Grave incidente sul lavoro intorno alle 9:00 della mattinata di oggi, lunedì 18 febbraio, alla stazione ferroviaria di Fiorenzuola. A rimanere coinvolto sarebbe stato un 47enne di San Severo di Foggia, intento ad effettuare operazioni di manutenzione su un macchinario atto a gettare cemento. L’operaio sarebbe rimasto incastrato con un braccio all’interno del rullo del macchinario situato lungo un binario morto dello scalo merci, rendendo necessario l’intervento sul posto dei soccorsi del 118 e di una squadra di vigili del fuoco. Sul posto anche Polfer, carabinieri, e la medicina del lavoro dell’Ausl.

In seguito alle operazioni necessarie a liberare l’arto del 47enne, l’uomo è stato trasportato verso l’ospedale cittadino in gravi condizioni. Sono in corso accertamenti per ricostruire la dinamica di quanto accaduto.

Intruso nel cuore della notte al cinema Roma. Arrestato un 34enne

Piacenza. Dovrà rispondere dell’accusa di violazione di domicilio aggravata un 34enne residente a Gropparello, pregiudicato e senza fissa dimora, fermato da una pattuglia dei Carabinieri della Sezione Radiomobile intorno alle 4:30 della scorsa notte. A provocare l’intervento dei militari e di una pattuglia di vigilanti dell’Ivri sarebbe stato lo scattare dell’allarme d’intrusione collegato a una porta d’ingresso laterale del cinema Roma, che sarebbe stata forzata.

Una volta sopraggiunti, i carabinieri hanno fermato ed arrestato il 34enne, in attesa del rito direttissimo.

Sorpreso alla guida senza patente. Scatta la denuncia per un 25enne

Piacenza. Dovrà rispondere delle accuse di guida senza patente e violazione di sigilli un 25enne nato a Lodi e residente nel pavese, fermato dai Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Piacenza intorno alle 4:00 della notte tra domenica 17 e lunedì 18 febbraio in via Maestri. Il giovane, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, sarebbe stato fermato ad un posto di controllo mentre era alla guida di un’auto Fiat Punto, e sarebbe risultato essere sprovvisto di patente di guida in quanto non l’avrebbe mai conseguita. Già lo scorso 21 gennaio 2019 sarebbe stato fermato e sanzionato per il medesimo motivo.

La reiterazione all’interno di un biennio di questo tipo di comportamento, che di per sé rappresenterebbe un illecito depenalizzato, porta il reato ad assumere carattere penale. Per questa ragione l’automobile (che sarebbe già stata sottoposta a fermo amministrativo per la stessa ragione) è stata sequestrata, mentre per il giovane è scattata una denuncia a piede libero.

Giovedì 28 febbraio. Parte dal Dubliners Irish Pub la rassegna “Piacenza Suona Jazz!”

Dopo l’inaugurazione col botto del primo fuoriclasse del cartellone principale, il Piacenza Jazz Fest inizia a dispiegare il suo programma molto ricco e articolato fatto anche di tanti eventi collaterali, quelli che gli organizzatori del Piacenza Jazz Club coordinati dal direttore artistico Gianni Azzali, raccolgono sotto il cappello de “L’Altro Festival”. Il primo concerto dei sette in programma della rassegna di musica diffusa “Piacenza Suona Jazz!”, tutti a ingresso libero, è fissato per giovedì 28 febbraio alle 21.30: a suonare al Dubliners Irish Pub sarà un quartetto guidato da Matt Chiappin alla tromba, coadiuvato da Michele Curedda alle tastiere, Nicolò Magistrali al basso e Andrea Farinelli alla batteria. La rassegna, alla sua quinta edizione, è resa possibile grazie ai gestori dei locali coinvolti, al fondamentale sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano e della Regione Emilia-Romagna.

Il trombettista piemontese Matt Chiappin propone un progetto musicale originale che comprende soprattutto suoi brani originali che si muovono nell’alveo del miglior cool jazz con aperture al funk, sulle orme di musicisti quali Robert Glasper e Roy Hargrove. Questi brani sono stati anche incisi in un album uscito da poco per la casa discografica UltraSoundRecords intitolato “Sleepwalkers”. Musicista che si caratterizza per l’esecuzione impeccabile e “calda”, per la serata al Dubliners promette di creare una bella atmosfera, la stessa sospesa, notturna e onirica tipica dei sonnambuli, in inglese “sleepwalker” appunto, che si respira nel disco. Interamente scritto e arrangiato da Matt Chiappin, il disco presenta brani inediti legati da un sound tipicamente jazz acustico con influenze derivate dalla musica hip hop.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it o visitare la pagina Facebook del festival www.facebook.it/piacenzajazzfest. Per contatti si può scrivere alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523.579034 – 366.5373201

 

Domenica 24 febbraio. Inaugurazione col botto del Piacenza Jazz Fest nel segno di Bill Frisell

Piacenza Jazz Fest, si parte. Il programma inaugura ufficialmente domenica 24 febbraio con appuntamento alle 18.00 presso lo Spazio Rotative di via Benedettine 66 (PC), come da lunga e felice tradizione, con un’anteprima molto interessante sabato 23 al Milestone. Ma andiamo con ordine. A tagliare il nastro della sedicesima edizione del festival organizzato dall’associazione culturale Piacenza Jazz Club con la direzione artistica di Gianni Azzali, il decisivo sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, della Regione Emilia Romagna e dei Comuni di Piacenza e Fiorenzuola d’Arda, il patrocinio del MiBAC e la collaborazione di una fitta rete di associazioni, istituzioni e realtà culturali e imprenditoriali del territorio piacentino e non, sarà un vero sperimentatore delle sei corde: il chitarrista di fama mondiale Bill Frisell, che torna a Piacenza dopo qualche anno, stavolta in trio coi fidati Tony Scherr al basso e contrabbasso e Kenny Wollesen alla batteria.

I biglietti per poter ascoltare questo vero fenomeno sono acquistabili nei pomeriggi feriali dalle 15.00 alle 19.30 presso la sede del Piacenza Jazz Club, il sabato mattina dalle 10.30 alle 12.30 presso il negozio Alphaville di Piacenza, oppure online sul sito www.diyticket.it o nelle ricevitorie Sisal di tutta Italia.

Per entrare meglio nel clima del concerto, conoscere qualcosa di più sul grande chitarrista e sul mondo della sua musica, sabato 23 alle ore 21:30 al Milestone, il locale gestito dal Piacenza Jazz Club, a ingresso libero si potrà assistere alla proiezione di un film documentario che la regista australiana Emma Franz gli ha dedicato dal titolo “Bill Frisell, a portrait”. Il film, della durata di 114 minuti, ha ricevuto critiche entusiastiche in diversi festival cinematografici.

Descritto come “il vero epicentro della musica americana moderna” (BBC) e come uno degli artisti più vitali e produttivi degli Stati Uniti, Bill Frisell ha sviluppato una carriera come chitarrista e compositore che dura da oltre trentacinque anni con all’attivo 250 registrazioni, tra cui circa quaranta in veste di leader. Con alle spalle quattro decenni di carriera caratterizzata da ottime composizioni originali, una grande visione tecnica unita a una certa audacia improvvisativa, questo tranquillo maestro di Seattle è paragonabile ormai al Jimi Hendrix delle forme più audaci della musica contemporanea, grazie al modo in cui ha rivoluzionato le potenzialità stilistiche della chitarra elettrica e dal momento che è diventato una fonte di ispirazione sia per il rock d’avanguardia, sia per chi si occupa di musica elettronica. La musica di Bill Frisell abbraccia un’ampia gamma di espressioni musicali: i diversi generi che si alternano in uno stesso concerto, dalla musica country o il folk americano – a cui da sempre è molto legato – da John Coltrane alle grandi colonne sonore, da Buster Keaton a James Bond o ai Beatles, contribuiscono a rendere il concerto di questo musicista audace al tempo stesso avventuroso. Come per tutte le esperienze che lo vedono coinvolto, anche questa performance sarà ricca di infinite possibilità.

La formazione con cui lo vedremo all’opera gli è particolarmente congeniale. All’insegna dell’improvvisazione pura, la profonda sintonia che lega Frisell ai suoi fidati collaboratori Wollesen e Scherr, gli consentirà di seguire l’ispirazione e il mood del momento. Il chitarrista potrà dunque lavorare liberamente, pezzo dopo pezzo, in base all’estro e alla situazione contingente, motivo per cui lo spettatore può aspettarsi di tutto: da una rielaborazione di Coltrane a brani della tradizione americana, reinterpretati sempre con una marcata vena jazzistica. Proprio grazie a questo trio, Frisell ha sviluppato uno dei rapporti più empatici e duraturi della storia della musica, cresciuto nel corso delle lunghe tournée nelle sale concerto di tutto il mondo.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it o visitare la pagina Facebook del festival www.facebook.it/piacenzajazzfest. Per contatti si può scrivere alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523.579034 – 366.5373201

Borgonovo. Scontro tra auto e moto, rimane ferito un motociclista

Borgonovo (Piacenza). Incidente intorno alle 8:00 della mattinata di oggi, venerdì 15 febbraio, a Borgonovo, all’incrocio tra via Arcelli Lazzaro e via San Francesco. Per ragioni da verificare un’automobile Opel ed una moto Kawasaki sarebbero rimaste coinvolte in uno scontro, conclusosi con la caduta del motociclista: sul posto sono così intervenuti i soccorsi.

Il motociclista, un 21enne, è stato trasportato fino all’ospedale cittadino in condizioni serie, anche se, fortunatamente, non sarebbe in pericolo di vita. Rimane al vaglio dei carabinieri la dinamica dell’incidente.

Furti al supermercato. Fermate una 19enne ed una 38enne

Piacenza. Sarebbero due i colpi al supermercato avvenuti nel piacentino nel corso della giornata di ieri, giovedì 14 febbraio. Sarebbe stata fermata al supermercato di Piazza delle Fornaci a Ponte dell’Olio una 19enne romena, che dovrà rispondere dell’accusa di furto aggravato: il personale dell’esercizio avrebbe richiesto sul posto l’intervento dei carabinieri, che avrebbero scoperto, nella borsa della ragazza, merci e generi alimentari per un valore di circa 140 euro. Per la giovane è scattato l’arresto, mentre le merci sono state restituite ai legittimi proprietari.

Dovrà invece rispondere dell’accusa di tentato furto una 38enne romena residente a Cavedago (provincia di Trento), fermata in un supermercato di via Conciliazione a Piacenza. Anche in questo caso sul posto sono intervenuti i militari, su richiesta del personale: nella borsa della donna sarebbero state scoperte cinque bottiglie di superalcolici, per un valore totale di circa 150 euro. Le bottiglie sono state restituite, e la donna è stata denunciata.

Rancan (Lega) e Tagliaferri (FDI): “Piacenza, non è ora che la regione si attivi per finanziare la realizzazione della tangenziale Nord-Ovest?”

“Non è ora che la Regione Emilia-Romagna si attivi per finanziare la realizzazione della tangenziale Nord Ovest (fra il casello dell’A21 e la strada provinciale 10R Padana Inferiore) di Castel San Giovanni (Pc), visto e considerato che l’infrastruttura era già prevista all’interno del Piano Regionale Integrato dei Trasporti “PRIT” 1998 – 2010 ma ad oggi non è stata posata neppure la prima pietra?”

A chiederlo in un’interrogazione alla Giunta di viale Aldo Moro è il consigliere regionale della Lega, Matteo Rancan,primo firmatario dell’atto sottoscritto anche dal consigliere di Fratelli d’Italia, Giancarlo Tagliaferri.

“L’intervento di realizzazione della tangenziale di Castel San Giovanni 1° stralcio, asse SP412 Valtidone/ SP 10R Padana Inferiore, – spiegano Rancan e Tagliaferri – era già stato inserito nel Programma Regionale triennale 2008 – 2010 di intervento sulla rete viaria di interesse regionale (deliberazione n.186 Assemblea Legislativa Regione Emilia – Romagna su proposta della Giunta Regionale n.1026 del 07/07/2008) per un costo totale di 13,5 milioni di euro di cui 8 milioni finanziati dalla Regione”.

“Tale intervento si pone oggi più che mai come ineludibile e indifferibile stante lo sviluppo nell’ultimo decennio (2008 – 2018) a Castel San Giovanni di uno dei nodi più importanti della logistica nel nostro Paese. L’insediamento logistico, “Logistic Park di Castel San Giovanni” è infatti una delle prime location del mercato logistico nazionale, situato in prossimità di importanti infrastrutture di trasporto, quale il casello dell’autostrada A21 Torino – Piacenza e la SP412 che collega la Valtidone alla Lombardia e al capoluogo lombardo, con una consolidata presenza di operatori economici di valenza mondiale: Amazon, Moncler, Leroy Merlin, Bosch, Geodis, Rajapack, Adveo Italia, Giochi Preziosi, etc” concludono i due consiglieri regionali.

Amazon con l’associazione ANLAIDS per sensibilizzare il personale sul tema delle malattie sessualmente trasmissibili

“Con l’ampliamento del programma dei tour guidati nei propri centri di distribuzione lanciato il mese scorso, nel giorno di San Valentino Amazon ha ospitato a Castel San Giovanni l’associazione ANLAIDS, con l’obiettivo promuovere la sensibilizzazione dei dipendenti sul tema delle malattie sessualmente trasmissibili e, nello specifico, dell’AIDS. La onlus opera a livello nazionale e svolge attività volte alla prevenzione e ad una corretta informazione sull‘AIDS sulle malattie veneree, oltre a sostenere gli individui sieropositivi e le loro famiglie. Durante il cambio turno, dallo stand allestito nell’area reception, alcuni rappresentanti della sezione lombarda dell’associazione hanno distribuito materiale informativo ai dipendenti: le informazioni condivise riguardavano le malattie sessualmente trasmissibili, in particolare l’AIDS e il virus HIV, la loro modalità di contagio e le misure di prevenzione da adottare.

Il dottor Carmine Falanga, Responsabile Progetti ed Iniziative speciali della sezione Lombarda di ANLAIDS, ha espresso la sua riconoscenza a nome dell’intera associazione per l’accoglienza ricevuta: “Siamo felici di aver avuto l’occasione di visitare questo centro di distribuzione Amazon, ma soprattutto di poter condividere informazioni in merito a un tema così delicato nel giorno di San Valentino. È importante conoscere per comprendere, e, in molti casi, le persone non sono adeguatamente informate su questo tipo di infezioni” ha commentato il dottore.

La visita di ANLAIDS rientra nell’ambito del programma di tour guidati all’interno dei centri di distribuzione Amazon che l’azienda ha recentemente ampliato e rinnovato, gli ospiti hanno potuto effettuare una visita allo stabilimento e scoprire cosa si cela dietro ad un click su Amazon.it. La formula dei tour è stata totalmente rinnovata in modo da far sentire i visitatori più coinvolti in tutti gli aspetti della vita all’interno del magazzino, dallo stoccaggio dei prodotti fino alla spedizione.

Nei centri di distribuzione di Castel San Giovanni (PC) e Passo Corese (RI) sono previsti due tour al giorno, dal lunedì al venerdì. Chiunque desideri visitare uno dei due siti logistici può prenotare un tour al seguente link: www.amazon.it/fctours.”

Principio d’incendio in un appartamento alla Besurica. Sul posto i vigili del fuoco

Piacenza. Potrebbero essere da ricercarsi in un cortocircuito le cause del principio d’incendio che ha provocato grande spavento nel corso della mattinata di oggi, venerdì 15 febbraio, in un appartamento di via Faggi, nel quartiere della Besurica. La badante dell’anziana residente avrebbe dato l’allarme, preoccupata che la signora potesse trovarsi proprio nell’area in cui avevano iniziato a scaturire le fiamme: sul posto sono così intervenuti i vigili del fuoco, insieme ad un’ambulanza della Croce Rossa e ad un’automedica del 118.

Fortunatamente, tuttavia, la donna si sarebbe trovata in una diversa ala della casa al momento dell’incendio, che sarebbe invece scaturito nella cucina dell’abitazione.