Home / Nicola Negri (pagina 30)

Nicola Negri

La tragedia di Kaur. La sorella: ”Suo marito aveva studiato tutto”

Il cugino: ”Era molto geloso e non aveva interesse per i figli”

Piacenza – "Lui era molto geloso e non aveva nessun interesse per i figli. Gli aveva detto: ‘Per me li puoi portare via tutti e due’ considerando quello che aspettava già vivo". Queste le parole di Kalwinder e di Harjeet, sorella e cugino di Balwinder Kaur, la giovane mamma indiana di 27 anni uccisa dal marito Kulbir. I parenti della vittima si sono ritrovati oggi dall’avvocato Gianmarco Lupi, che li assiste come parte civile.
Continua su www.piacenza24.eu

Bergamo. L’incubo della prostituzione sulla scomparsa di Roxana

La ragazza rumena sparita da giovedì sarebbe con un italiano e un’altra ragazza

Roxana Pop, nata in Romania ma da anni residente a Rota Imagna, un paesino del Bergamasco, è scomparsa ormai dallo scorso giovedì. La madre ha telefonato alla trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?”, raccontando che la ragazza è uscita di casa alle 6.30 di mattina per andare a scuola, dove non è mai arrivata. Qualche ora dopo le è arrivato da un numero sconosciuto questo sms: “Mamma, torno alle 17”.
La donna ha richiamato, e si è sentita rispondere da un marocchino; quest’ultimo, dopo aver cercato di convincerla che aveva sbagliato numero, ha ammesso di conoscere Roxana. Dopo aver insistito, ha saputo che la figlia era ospite di un italiano con un’amica a Bergamo. La madre ha chiamato il giorno dopo lo stesso numero, e l’interlocutore del giorno precedente le ha raccontato di aver visto la 16enne in lacrime nella casa dell’uomo, in cui aveva notato anche dei biglietti ferroviari per la Puglia. Sabato mattina, l’ultima telefonata: Roxana ha chiamato la madre da un numero sconosciuto, dicendole con un tono forzato: “Stai tranquilla che prima o poi tornerò”. Il sospetto è che qualcuno l’abbia ingannata e portata via per farla prostituire.

Russia. Ucciso un viceministro della Repubblica del Daghestan

Si tratta di Nassir Gadzhikhanov, 45 anni, tre volte campione europeo di lotta libera

Nassir Gadzhikhanov, viceministro dello Sport della Repubblica russa del Daghestan, è stato ucciso ieri sera a colpi d’arma da fuoco nella capitale Makhachkala. Un gruppo di uomini non ancora identificati lo hanno affiancato mentre viaggiava a bordo della sua automobile, e poi freddato. Gadzhikhanov, 45 anni, è stato tre volte campione europeo e una volta vicecampione mondiale di lotta libera.
Il Daghestan è una delle Repubbliche russe più instabili, diviso tra vari gruppi etnici e minato dal terrorismo di matrice islamica.

Superenalotto. In un bar di Podenzano vinti 415mila euro

E’ il Caffè del Centro di via Fratelli Solari

Piacenza – “Il superenalotto “premia” la martoriata Emilia Romagna”. Girano già questi titoli sulle home page dei siti specializzati dopo l’ufficializzazione di una notizia che vede Podenzano salire agli onori delle cronache nazionali. Cronache fortunate visto che nell’estrazione di questa sera è stato centrato un 5+ da quasi 415mila euro. Il locale che ha incoronato il fortunato giocatore è il Caffè del Centro di via Fratelli Solari.
Continua su www.piacenza24.eu

Terremoto. Come comportarsi durante e dopo la calamità

Le regole di sopravvivenza della Protezione Civile in caso di sisma

La Protezione Civile ha stilato sul proprio sito web una serie di comportamenti consigliati alla popolazione in caso di terremoto. Se durante la calamità ci si trova in un luogo chiuso, è raccomandato cercare riparo sotto una trave o nell’apertura di una porta inserita in un muro portante; meglio ripararsi sotto un tavolo che stare vicino ad oggetti che potrebbero cadere. Se si è in auto, meglio non fermarsi nelle vicinanze di ponti, spiagge o terreni franosi.
Se invece ci si trova all’aperto, bisogna restare lontano da impianti industriali e linee elettriche, e raggiungere il più velocemente possibile i punti di ritrovo stabiliti dal piano di emergenza comunale. Altre indicazioni sono quelle di cercare di evitare l’utilizzo del cellulare e dell’automobile, in modo da non intralciare i soccorsi. Per quanto riguarda la fase successiva al sisma, la Protezione Civile consiglia di assicurarsi dello stato di salute di chi si trova intorno a noi, senza però trasportare persone ferite gravemente.

Siria. Nuove violenze. L’ultimo bilancio parla di 98 morti

Sarebbero 61 civili, 28 soldati governativi e 9 ribelli

Rami Abdel Rahman, presidente dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, ha annunciato nella serata di ieri che il bilancio delle violenze delle ultime ore in Siria ammonta a 98 morti, tra i quali 61 sono civili, 28 soldati del governo e 9 ribelli. Secondo Rahman, 13 civili sarebbero morti nel massacro di Deir Ezzor, città nel nordovest del Paese.

Terremoto al Nord. Don Ivan è morto cercando di salvare la Madonnina

Il parroco è rimasto schiacciato sotto una trave nel crollo della sua chiesa

Tra le tante storie del sisma che questa mattina ha devastato parte della provincia di Modena, vi raccontiamo quella di don Ivan Martini. Il parroco era entrato insieme ai Vigili del Fuoco nella sua chiesa di Stazione di Novi, un paesino del Modenese, per verificare i danni di una prima scossa. Mentre gli uomini si trovavano all’interno sopraggiungeva però una delle tante scosse che hanno caratterizzato la mattinata da incubo della provincia emiliana.
Le Fiamme Gialle si erano ormai avviate verso l’uscita; don Ivan si era invece attardato, e quegli istanti in più gli sono stati fatali: l’uomo è stato schiacciato da una grossa trave, e per lui non c’è più stato niente da fare. Perchè quel ritardo? Il sacerdote voleva mettere in salvo una statuetta della Madonnina a cui era particolarmente affezionato.

Siria. L’Europa espelle gli ambasciatori del Paese asiatico

In segno di protesta contro il massacro compiuto dal dittatore Assad a Hula

Italia, Francia, Germania e Gran Bretagna hanno deciso di espellere l’ambasciatore siriano dai loro rispettivi Paesi. La decisione è stata presa in relazione alla strage di civili di Hula ordinata dal dittatore siriano Assad, che ha negato ogni responsabilità. La scelta di cacciare i diplomatici del Paese asiatico è stata una misura coordinata e simultanea tra Roma, Parigi, Berlino e Londra. L’invito a lasciare il nostro Paese è stato esteso anche ad alcuni funzionari dell’ambasciata.
La Farnesina in una nota ha fatto sapere che “L’Ambasciatore della Repubblica Araba Siriana a Roma Khaddour Hasan è stato convocato oggi alla Farnesina e dichiarato persona non grata. In tal modo il governo italiano ha inteso ribadire l’indignazione per le efferate violenze contro la popolazione civile ascrivibili alle responsabilità del Governo siriano”.

Piacenza. E’ morto ieri all’età di 92 anni Lino Gallarati

L’ex presidente della Ricci Oddi si è spento dopo una lunga malattia

Piacenza – Si è spento ieri all’età di 92 anni Lino Gallarati. Lo ha stroncato un male incurabile. Sul piano istituzionale ha coperto diversi ruoli, essendo stato presidente della Ricci Oddi dal 1992 al 2003. Per molti anni è stato anche alla guida dell’Associazione Amici dell’Arte ed è stato componente della Commissione amministratrice della biblioteca “Passerini Landi”. Questa sera alle 20,45 nella chiesa di Santa Teresa il santo rosario.
Continua su www.piacenza24.eu

Euro 2012. La rosa di Prandelli per il torneo continentale

Gli ultimi esclusi: Ranocchia e Destro. Rinviata causa sisma l’amichevole contro il Lussemburgo

Bonucci resta, Ranocchia e Destro tornano a casa. Queste le ultime scelte del ct della Nazionale italiana Cesare Prandelli, che alle 12 ha consegnato all’Uefa la lista dei 23 che prenderanno parte alla rassegna europea in Polonia e Ucraina. I prescelti: portieri: Buffon, De Sanctis, Sirigu; difensori: Abate, Balzaretti, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Maggio, Ogbonna; centrocampisti: De Rossi, Diamanti, Giaccherini, Marchisio, Montolivo, T.Motta, Nocerino, Pirlo; attaccanti: Balotelli, Borini, Cassano, Di Natale, Giovinco.
Bonucci è stato in bilico sino all’ultimo per un suo possibile coinvolgimento nell’ambito dell’inchiesta sul Calcioscommesse. Il difensore juventino non ha però ricevuto alcun avviso di garanzia, ed è quindi restato a pieno titolo tra i 23 convocati. E’ stato inoltre deciso il rinvio a data da destinarsi della partita amichevole contro il Lussemburgo, che si sarebbe dovuta disputare questa sera a Parma. Una decisione presa con buonsenso, sia per rispetto nei confronti delle vittime del terremoto che questa mattina ha colpito la vicina provincia di Modena, che per non sfruttare il personale della protezione civile, impegnato in qualcosa di molto più importante di una partita di calcio.