Home / Daniel Zaikov

Daniel Zaikov

Confermati i Venerdì Piacentini. 5 serate tra giugno e luglio

Si sono accesi ufficialmente i motori della macchina organizzativa per i Venerdì Piacentini 2018 che, anche in questa ottava edizione, si svolgeranno nelle ultime due date di giugno e le prime tre di luglio, ovvero il 22 e 29 giugno, il 6, 13 e 20 luglio.
E’ infatti in occasione della prima conferenza dei servizi svoltasi ieri mattina, che si è alzato anche il sipario sulla nuova locandina dell’evento che, con la sua grafica un po’ caotica (ispirata all’astrattismo, al futurismo e al mondo dei graffiti) e con il suo titolo “Il Festival COOL-turale” vuole strizzare l’occhio e commentare con un sorriso l’esito del recente sondaggio condotto dall’Università Cattolica di Piacenza, che ha visto la kermesse estiva collocarsi al primo posto tra gli eventi “culturali” della città. Un commento scherzoso da parte dell’agenzia di comunicazione Blacklemon che dal 2011 cura la manifestazione e che, anche a fronte di questo importante riconoscimento, sceglie di non volersi prendere troppo sul serio, preferendo sentirsi «artefice di un evento più “cool” che “culturale” in senso stretto».

Inaugurato oggi on line anche il nuovo sito dei Venerdì Piacentini dove è già possibile scaricare i moduli per gli artisti che intendano candidarsi ad esibirsi durante le 5 serate. Per i moduli riservati ai commercianti e gli esercizi pubblici che vogliano come ogni anno approfittare della manifestazione per ampliare il proprio plateatico, gli organizzatori sono ancora al lavoro in attesa di conoscere le disposizioni definitive dell’Amministrazione Comunale rispetto all’utilizzo del suolo pubblico.

Anche quest’anno, al timone dell’iniziativa, l’associazione Quartiere Roma con il suo presidente Antonio Resmini e tutto lo staff dell’agenzia di comunicazione Blacklemon, in stretta collaborazione con l’assessore al commercio Paolo Mancioppi e l’Amministrazione Comunale (che mette a disposizione materiali e uffici) e le associazioni di categoria Confesercenti e Unione Commercianti, presenti fin dalle prime edizioni.
La riuscita della manifestazione è resa possibile come ogni anno grazie al sostegno di diversi partner (come la Fondazione di Piacenza e Vigevano che ha già confermato il suo contributo o l’azienda TRS Ecologia) e grazie all’allestimento di un’area espositiva per le aziende private.

In attesa quindi di conoscere tutte le novità e la programmazione dei Venerdì Piacentini 2018, chi fosse interessato può trovare tutte le informazioni e i contatti sul sito www.venerdipiacentini.it e restare aggiornato seguendo i canali social www.facebook.com/venerdipiacentini e www.instagram.com/venerdi_piacentini

Mondiali 2014. brasile-Croazia 3-1, più Neymar che seleçao

Un brasile deludente salvato dall’arbitro e Neymar

Subito a segno di Neymar, i padroni di casa piegano in rimonta una buona Croazia, illusa dall’iniziale autorete di Marcelo. Gara decisa da una svista dell’arbitro Nishimura che ha regalato ai verdeoro un rigore inesistente poi il gol della sicurezza di Oscar. Neymar gioco una ottima partita con una doppietta. il Brasile piega in rimonta (3-1) la Croazia e inizia nel migliore dei modi la rassegna iridata. Ma il mondiale delle polemiche non poteva cominciare con il giallo anche in campo: il rigore del 2-1 regalato dall’arbitro giapponese Nishimura ai padroni di casa farà parlare a lungo nei prossimi giorni.

Piacenza. Domenica 8 inaugurazione al monumento di don Vittorione

L’8 giugno a montale nel giardino del quartiere si terra l’inaugurazione del monumento dedicato a don Vittorione

Domenica 8 giugno 2014 alle ore 18 si terrà l’inaugurazione del monumento dedicato a don Vittorione nel giardino del quartiere Montale che porta il suo nome. Il 14 aprile 2012, durante una festa, è stato preso un impegno per dare un nuovo volto al giardino da parte del Comune, degli abitanti del quartiere, dalla parrocchia di San Lazzaro e da Africa Mission-Cooperazione e Sviluppo.
In questi due anni sono stati fatti dei passi importanti e oggi il giardino ha iniziato ad avere una nuova fisionomia grazie alla collaborazione tra le varie realtà e in particolare grazie alla determinazione e impegno di alcuni cittadini che hanno prestato la loro opera e sono riusciti ad ottenere il contributo gratuito o al costo da imprese non solo piacentine, ma residenti in varie parti d’Italia. Il monumento dedicato al "pendolare della bontà" non è stato pensato solo come un bell’oggetto da vedere, in questo caso la bellezza sarà coinvolgente, fruibile. Sarà un luogo da vivere assieme, un’area relax, in cui verranno disposte delle panchine in modo circolare ed al centro, posto su un’immagine stilizzata di Africa e Italia, sorgerà il cippo in memoria di don Vittorio, sul quale si potranno leggere le parole che meglio riassumono il senso della sua opera. "Avevo fame, mi avete dato da mangiare. Avevo sete, mi avete dato da bere". A fianco del cippo la riproduzione di un pozzo, come tanti di quelli costruiti, dalla onlus piacentina in Africa, sarà una fontanella per ristorarsi. Carlo Ruspantini direttore di Africa MIssion- Cooperazione e Sviluppo tiene a sottolineare come questa "sia davvero una bella esperienza di collaborazione tra cittadinanza attiva amministrazione pubblica e associazioni civili e religiose, della quale siamo orgogliosi e che riteniamo sia da valorizzare e prendere come esempio".
"Inoltre -continua Ruspantini- questo monumento e il giardino dedicato alla memoria di don Vittorione non vogliono essere solo un luogo per ricordare lui e la sua opera, ma soprattutto devono diventare un luogo vivo, un punto d’aggregazione fruibile dai cittadini del quartiere, dove possano incontrarsi ed in incontrare don Vittorio e il suo messaggio di solidarietà e carità cristiana che ha gettato le basi per costruire un ponte tra Italia e Africa".

Piacenza. Il ristorante-pizzeria Osvaldo inaugura 10 anni

Lo storico locale, conosciuto anche per soddisfare clienti di diverse fascie, ha raggiunto ieri un ottimo traguardo

Osvaldo, il ristorante pizzeria di Galleria della Borsa in Piazza Cavalli a Piacenza taglia il traguardo dei 10 anni di attività. Il locale viene inaugurato nella sua attuale veste il 4 giugno 2004 , ma la sua storia ha radici ben più profonde, nascendo sulle “fondamenta”, dello SNACK BORSA , storica pizzeria con piccola cucina del centro cittadino già dagli anni 50′. Il progetto di “aggiornamento” è frutto della creatività di un gruppo di amici provenienti dal settore dell’intrattenimento e della ristorazione. Viene scelto il nome Osvaldo, un nome di fantasia, rotondo, morbido, elegante, in passato molto usato a Piacenza.
Lo stile degli arredi è minimal-elegante, per collocarsi armonicamente all’interno di una galleria
datata primi anni 50′. La scelta dei menù è vasta per soddisfare le esigenze delle diverse clientele:
· quella “business”, che cerca pause pranzo veloci ma di qualità, con piatti che cambiano ogni
giorno e menù completi dal prezzo accattivante;
· quella “turistica”, che cerca in un locale del centro, i piatti tradizionali e le materie prime del
territorio;
· quella “residente”, abituata ai piatti locali, che strizza volentieri l’occhio ai menù di pesce ed
ai piatti della grande tradizione italiana;
· quella degli amanti della pizza, che trovano da Osvaldo materie prime a km zero, quali la
mozzarella e il pomodoro ed una grande varietà di proposte di cui alcune dedicate al
territorio, come la “Piacentina Very Dop” e la “Bobbio – Penice”.

Da qui comincia l’avventura decennale, durante la quale, oltre alla clientela quotidiana ed affezionata (vera “colonna vertebrale” del locale), Osvaldo ha avuto il piacere di ospitare anche tanti personaggi della cultura, dello spettacolo, rappresentando Piacenza “nel cuore di Piacenza”.
Oggigiorno Osvaldo rappresenta una realtà nel campo della ristorazione piacentina, che cerca
tramite la professionalità, l’impegno, l’entusiasmo del suo staff di garantire la massima
soddisfazione alla clientela.
Per festeggiare l’avvenimento la direzione offrirà alla clientela a cena l’aperitivo ed a pranzo un
dolce speciale, tutto questo da giovedì 5 a domenica 8 giugno.

Calciomercato. Florentino Perez gela la Juventus ”Morata incedibile”

Il presidente del Real ”Morata non va alla Juve, il Real non prenderà Pogba”

Florentino Perez chiude la trattativa con la Juve per Morata “Sono amico dei dirigenti della Juventus e di Andrea Agnelli, ma non ho parlato con loro di Morata e, vi dico la verità, le possibilità che vada a giocare a Torino sono nulle”,”Incontrerò il giocatore e cercheremo la migliore soluzione per lui e per il club… Pogba non giocherà al Real l’anno prossimo, come non ci giocherà Aguero”.

Su Zidane- “Credo voglia fare l’allenatore, ne parleremo la prossima settimana”.
Su Casillas- “Ho fatto colazione con lui e il suo agente. Non mi ha mai detto di volersene andare. Assicuro che l’anno prossimo giocherà qui”.
Su Ancelotti- “Ha costruito una famiglia con i giocatori e ora anch’io ho un rapporto splendido con loro”.

Mondiali 2014. Brasile da paura, Neymar show con gol e assist

La Seleçao batte 4-0 il Panama con il minimo sforzo, prodezza di Neymar su calcio di punizione

Un Neymar formidabile nella amichevole di ieri contro il Panama in cui ha fatto un gol su punizione (27′) e ha servito un’assist di tacco per Hulk (46′) , in gol anche Dani Alves (40′), e Willian (73′).
Il Brasile batte i centroamericani per 4-0, in una partita giocata a ritmi abbastanza bassi, ma sufficienti a mettere in vetrina il potenziale di quella che a partire dal 12 giugno sarà per tutti la squadra da battere. Quella provata da Scolari è una squadra iper-offensiva, con Neymar, Oscar e Hulk alle spalle del terminale Fred; a guardargli le spalle, Luiz Gustavo e Ramires. A riposo Paulinho, Fernandinho e Thiago.

Mondiali 2014. Olanda ecco i 23, manca l’infortunato Van Der Vaart

Senza sorpresa la lista dei 23 di louis Van Gaal, l’unico italiano della nazionale e Nigel De Jong del milan

L’unica mancanza rilevate della nazionale olandese e il centrocampista dell’Amburgo Van Der Vaart che era in dubbio nelle giornate precedenti a causa di un infortunio.

Portieri: Jasper Cillessen (Ajax), Tim Krul (Newcaste), Michel Vorm (Swansea City).

Difensori: Daley Blind (Ajax), Daryl Janmaat (Feyenoord), Terrence Kongolo (Feyenoord), Bruno Martins Indi (Feyenoord), Joel Veltman (Ajax), Paul Verhaegh (Augsburg), Ron Vlaar (Aston Villa), Stefan De Vrij (Feyenoord).

Centrocampisti: Jordy Clasie (Feyenoord), Leroy Fer (Norwich City), Jonathan De Guzman (Swansea City), Nigel de Jong (Milan), Wesley Sneijder (Galatasaray), Georginio Wijnaldum (PSV Eindhoven).

Attaccanti: Memphis Depay (PSV Eindhoven), Klaas-Jan Huntelaar (Schalke 04), Dirk Kuyt (Fenerbahce), Jeremain Lens (Dinamo Kiev), Robin van Persie (Manchester United), Arjen Robben (Bayern Monaco).

Mondiali 2014. Germania i 23 convocati, il ct lascia a casa Mustafi e Volland

Il ct Joachim Low lascia a casa un po’ a sorpresa il difensore del Borussia Dortmund Marcel Schmelzer

Il tecnico tedesco ha bocciato un po’ a sorpresa il difensore del Borussia Dortmund Marcel Schmelzer, oltre al sampdoriano Shkodram Mustafi (Sampdoria) e a Kevin Volland (Hoffenheim).

Portieri: Manuel Neuer (Bayern Monaco), Roman Weidenfeller (Borussia Dortmund), Ron-Robert Zieler (Hannover).

Difensori: Jerome Boateng e Philipp Lahm (Bayern Monaco), Erik Durm, Kevin Grosskreutz e Mats Hummels (Borussia Dortmund), Benedikt Hoewedes (Schalke 04), Per Mertesacker (Arsenal/Ing).

Centrocampisti: Julian Draxler (Schalke 04), Matthias Ginter (Friburgo), Mario Goetze, Toni Kroos, Thomas Muller e Bastian Schweinsteiger (Bayern Monaco), Sami Khedira (Real Madrid/Spa), Christoph Kramer (Borussia Moenchengladbach), Mesut Ozil (Arsenal/Ing), Marco Reus (Borussia Dortmund), Andre Schurrle (Chelsea/Ing).

Attaccanti: Miroslav Klose (Lazio/Ita), Lukas Podolski (Arsenal/Ing).

Mondiali 2014. Croazia ecco i 23 convocati, Modric e Mandzukic le stelle

Nella nazionale Croata anche tre italiani Sime Vrsaljko, Mateo Kovacic e Ante Rebic

Poche sorprese per i 23 convocati dal ct Niko Kovac, nei convocati trovano spazio il portiere Oliver Zelenika e il centrocampista Ivan Mocinic, due giovani che potrebbero essere il futuro della nazionale croata.

Portieri: Stipe Pletikosa (Rostov/Rus); Danijel Subasic (Monaco/Fra); Oliver Zelenika (Lokomotiv Zagabria).

Difensori: Darijo Srna (Shakhtar Donetsk/Ucr); Domagoj Vida (Dinamo Kiev/Ucr); Sime Vrsaljko (Genoa/Ita); Danijel Pranjic (Panathinaikos/Gre); Vedran Corluka (Lokomotiv Mosca/Rus); Dejan Lovren (Southampton/Ing); Gordon Schindelfeld (Panathinaikos/Gre).

Centrocampisti: Luka Modric (Real Madrid/Spa); Ivan Rakitic (Siviglia/Spa); Mateo Kovacic (Inter/Ita); Marcelo Brozovic (Dinamo Zagabria); Ognjen Vukojevic (Dinamo Kiev/Ucr); Ivan Mocinic (Rijeka); Sammir (Getafe/Spa).

Attaccanti: Mario Mandzukic (Bayern Monaco/Ger); Nikica Jelavic (Hull City/Ing); Ivica Olic (Wolfsburg/Ger); Eduardo Da Silva (Shakhtar Donetsk/Ucr); Ivan Perisic (Wolfsburg/Ger); Ante Rebic (Fiorentina/Ita).

Mondiali 2014. Camerun ecco i 23 convocati del ct Volker Finke

Nessuna sorpresa per i 23 convocati del Camerun, confermate le stelle

Nella lista dei 23 giocatori dell’Africa sono stati confermati i più bravi, Eto’o, Song, Matip e Nkolou.

Portieri: Charles Itandje (Konyaspor), Sammy Ndjock (Fethiyespor), Loïc Feudjou (Coton sport Garoua).

Difensori: Allan Nyom (Granada), Cédric Djeugou (Coton Sport Garoua), Dany Nounkeu (Besiktas), Aurélien Chedjou (Galatasaray), Nicolas Nkoulou (Marsiglia), Henri Bedimo (Lione), Benoît Assou Ekotto (Queens Park Rangers).

Centrocampisti: Enoh Eyong (Antalyaspor), Jean II Makoun (Rennes), Joël Matip (Schalke 04), Stéphane Mbia (Siviglia), Landry Nguemo (Bordeaux), Alexandre Song (Barcellona), Edgar Salli (Lens).

Attaccanti: Samuel Eto’o (Chelsea), Eric Choupo Moting (Magonza), Benjamin Moukandjo (Nancy), Vincent Aboubakar (Lorient), Pierre Achille Webo (Fenerbahçe), Fabrice Olinga (Zulte-Waregem).