Home / Alessandro Bucalo

Alessandro Bucalo

Movember: tutti insieme al rugby Piacentino per la ricerca

Iniziative da tutto il mondo per sostenere la lotta contro il cancro alla prostata

Si sensibilizza anche così, rinunciando per una domenica di campionato ai propri colori sociali e scendendo in campo con un’insolita maglia da gara dedicata a Movember. I giocatori del Rugby Lyons si “mettono in gioco” con un pizzico di ironia nel delicato campo della salute maschile, sostenendo in questo modo la campagna del movimento internazionale che da anni si cura di sensibilizzare e prevenire sui mali più trascurati dell’uomo; un’intera muta di maglie dedicata a Movember sarà sfoggiata dai leoni bianconeri domenica 17 novembre nella VII giornata del campionato di serie A1, che vedrà i Lyons opposti a Rugby Udine alle 14.30 allo stadio Walter Beltrametti (ingresso libero per la speciale occasione).

La muta di maglie, che sarà in seguito battuta all’asta nell’evento clou della campagna Movember 2013, sarà presentata alla stampa, a tutti i tifosi e alle autorità locali nella serata di mercoledì 13 novembre alle ore 19 presso Major Sport in Via Emilia Pavese 203; a sottolineare l’importanza dell’iniziativa, oltre alla presenza del Vicesindaco di Piacenza Francesco Cacciatore, fondamentale per qualificare al meglio la campagna Rugby Lyons Movember sarà l’intervento del Dottor Stefano Fiordelise del Dipartimento di Urologia dell’Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza. L’idea dell’asta benefica, il cui ricavato sarà interamente devoluto a Movember, ha riscosso grande successo nell’ambiente sportivo e sempre più numerose sono le adesioni per la serata benefica del 23 novembre; immediata è stata la risposta delle realtà rugbistiche locali, il Piacenza Rugby Club, l’ASD Rugby Gossolengo e l’Old Rugby Piacenza hanno da subito accolto con entusiasmo la campagna di Movember sostenendo i bianconeri nella realizzazione dell’asta che si terrà il 23 novembre al Temple Bar in via X Giugno 98.

Risposte positive sono arrivate prontamente anche dai prestigiosi club di rugby di Eccellenza come Calvisano, Lazio e Viadana, passando per le nazionali di Italia e Australia che, dopo essersi affrontate lo scorso sabato a Torino, hanno deciso di donare qualcosa di personalizzato e autografato per l’asta (in particolare i Wallabies hanno donato un pallone autografato anche dal capitano Ben Mowen); dall’estero il sostegno è arrivato da Biarritz, Stade Francais e London Wasps, segno che quando c’è da combattere una battaglia insieme i rugbisti sono sempre pronti a sostenersi a vicenda indipendentemente dal colore della maglia.

Non solo il rugby però sarà coinvolto nell’iniziativa, Hristo Zlatanov e i ragazzi dalla Copra Elior Volley stanno coltivando dei bei baffi per comunicare al meglio il messaggio di Movember; insieme alle Mo Sista della Rebecchi Nordmeccanica Volley le due potenze del volley Italiano doneranno una maglia autografata da mettere all’asta. Per rafforzare questa inedita collaborazione sociale, nella giornata di mercoledì 13 in anteprima alla conferenza stampa, una delegazione di giocatori Lyons assisterà all’amichevole che alle ore 17:00 al Palabanca vedrà la Rebecchi Nordmeccanica Volley sfidare la Volero Volley Zurigo, capolista del proprio campionato e partecipante alla Champions

Per maggiori info e per sostenere attivamente la campagna Lyons seguite i seguenti link:

Lyons seguite i seguenti link:

http://mobro.co/rugbylyons (CAP da inserire per l’iscrizione: 00000)

www.facebook.com/Rugby.Lyons.Piacenza.MOvember

http://www.rugbylyons.it/movember_2013.php

Castel San Giovanni. Donna di 90 anni trovata senza vita nel suo appartamento

Si indaga, la pista più probabile è la rapina finita in tragedia

E’ stata ritrovato questa mattina senza vita nella sua abitazione il corpo di una donna di 90 anni nella sua abitazione di Castel San Giovanni. A fare la tragica scoperta la badante che doveva fare le consuete pulizie di casa. L’appartamento all’arrivo dei carabiniere era completamente a soqquadro e la donna era senza vita con un fazzoletto in bocca e un cuscino sulla faccia, probabilmente morta per soffocamento sarà l’autopsia a dirlo con chiarezza.

Si cerca di capire se la donna conosceva il suo assassino visto che non è stato trovato alcun segno di scasso nella porta principale. Sul posto, insieme al capitano Rocco Papaleo e al capitano Filippo Lo Franco, è arrivato anche il sostituto procuratore di Piacenza Emilio Pisante e il medico legale Novella D’Agostini.

Proseguono le indagini.

Gioielli falsi in pieno centro. Arrestato truffatore pregiudicato di Milano

Abbordava i passanti cercando di vendere gioielli falsi spacciandoli per veri

E’ stato incastrato dalla polizia Municipale un giovane truffatore di Milano (classe 1982) già pregiudicato e con alcuni precedenti per truffa. Si avvicinava ai clienti con fare circospetto cercando di vendere anelli di metallo giallo, spacciandoli per oro, a prezzo stracciato. Notato da alcuni passanti la polizia ha fermato l’uomo e sequestrato i beni che verranno sottoposti ai controlli necessari.

MIR. Gianpiero Samorì a Piacenza Giovedì 7 Febbraio 2013

L’incontro presso l’Auditorium S.Ilario in via Garibaldi 17

Il Prof. Avv. Gianpiero Samorì leader del MIR (Moderati in Rivoluzione) incontrerà i Piacentini il giorno Giovedì 7 Febbraio 2013 alle ore 18.30.

All’evento, che si terrà a Piacenza presso l’Auditorium S.Ilario in via Garibaldi 17, Samorì presenterà ad imprenditori, lavoratori ed imprese le sue proposte rivoluzionarie che permetteranno agli Italiani di uscire da questo momento di crisi ed iniziare la ripresa economica del paese.

I due piacentini candidati alla Camera, Aldo Benetti e Marco Trincianti, hanno invitato tutte le associazioni del territorio Piacentino e non a partecipare ed eventualmente confrontarsi con Samorì nel corso di questo importante evento sul tema “Banche ed accesso al credito”.

“Credo che in questo momento sia solamente demagogico proporre soluzioni per agevolare questa o quella cerchia ristretta di persone …” dice Benetti “… siano giovani, donne, pensionati … se si agevola un gruppo di Italiani se ne penalizza per forza un altro. Se la coperta e’ troppo corta, strattonare in direzione di qualcuno serve solo ad ottenere consenso in campagna elettorale, non certo al Paese. Abbiamo bisogno di soluzioni che rilancino tutto il sistema economico (come un facile accesso al credito per imprese e famiglie) e Gianpiero Samorì illustrerà ai Piacentini esattamente cosa si può fare e come reperire le risorse necessarie.”

Maggiori informazioni sull’evento saranno rese disponibili dal gruppo MIR Piacenza sulla pagina ufficiale della sezione di Piacenza all’indirizzo facebook.com/MIR.Piacenza

Moderati in Rivoluzione anche a Piacenza, fondato da Gianpiero Samorì

Nasce anche a Piacenza un coordinamento provinciale del MIR (Moderati Italiani in Rivoluzione)

Per la sua natura innovativa e rivoluzionaria e per le proposte concrete che spiegano realmente come abbattere il debito pubblico di mille miliardi e rilanciare l’economia, il movimento incontra facilmente le simpatie di chi ne viene a conoscenza. Infatti, in questi mesi, l’entusiasmo intorno alle idee anti casta che aspirano ad una politica che possa finalmente superare le disuguaglianze sociali ed invertire la tendenza recessiva ha dato vita, in tutta Italia, a numerosi comitati che lo sostengono.

Per dare la possibilità anche ai Piacentini di conoscere le “ricette” di Ganpiero Samorì per uscire dalla crisi (dettagliate nel sito del movimento www.MIRItalia.it), il consulente del lavoro Dott. Marco Trincianti ed il giovane imprenditore Aldo Benetti, candidati di Piacenza alla Camera dei Deputati, con l’aiuto di tanti altri sostenitori, hanno voluto dare vita alla sezione piacentina del MIR.

“Vogliamo che anche Piacenza abbia la possibilità di avere una parte attiva in questa rivoluzione moderata” dice Benetti “le idee e il programma dell’Avv. Samorì sono espressione del buonsenso e sono condivisibili da tutti coloro che vogliono dire basta ai privilegi improduttivi della casta, basta alla tassazione eccessiva dei redditi medio-bassi, basta ai soliti volti della politica.
Quello che serve in questa rivoluzione è la voglia di informarsi e cambiare le cose, anche venendoci a trovare nel nostro gruppo facebook https://www.facebook.com/groups/MIR.Piacenza/

Il Movimento sarà presente alle prossime elezioni per la Camera e il Senato con liste autonome. Le liste, che verranno presentate in tutte le regioni, saranno espressione del movimento con candidati provenienti dalla società civile e quindi dal mondo del lavoro, delle imprese e delle professioni con grande spazio alle donne ed ai giovani.

Autochtona 2012 – Il forum nazionale dei vini autoctoni dal 22 ottobre

Piacenza fa squadra intorno all’ortrugo e conquista Bolzano

Dai colli piacentini la più ampia delegazione iscritta ad Autochtona. Saranno dodici le aziende vitivinicole piacentine che parteciperanno alla nona edizione di Autochtona, il Forum nazionale dei vini autoctoni, in programma il 22 e 23 ottobre a Bolzano. L’obiettivo è far conoscere meglio le caratteristiche del vino Ortrugo, di cui questi produttori rappresentano complessivamente circa l’80% della produzione totale. Con quattro banchi di degustazione la Delegazione Ortrugo DOC, comporrà la più numerosa delegazione dei due giorni di rassegna dedicati ai vini autoctoni italiani.

Autochtona, evento che richiama a Bolzano sommelier, chef, buyer e appassionati da tutta Italia, dall’Austria e dalla Svizzera, conterà quest’anno oltre 300 etichette in degustazione, proposte da più di 130 cantine provenienti da quindici regioni italiane. “L’Ortrugo rappresenta l’essenza del concetto stesso di autoctono perché da sempre presente solo in territorio piacentino” afferma Chiara Azzali, portavoce del gruppo di produttori. Lo dimostrano recenti studi condotti dall’Università Cattolica di Piacenza che hanno individuato il genoma che lo identifica. “Da quest’uva nasce un vino che sta riscontrando un interesse crescente tra appassionati e consumatori grazie alla sua unicità e ad un buon rapporto tra qualità e prezzo” continua la Azzali che suggerisce di provarlo “frizzante come scelta originale per un aperitivo vivace, oppure fermo per accompagnare piatti a base di pesce, formaggi e salumi (di cui il Piacentino sa offrire grandi eccellenze), spumante per brindare a un’occasione importante”. Sono le tre declinazioni dell’Ortrugo, dal colore paglierino chiaro tendente al verdognolo e dal sapore secco o abboccato con un retrogusto amarognolo, la cui versione ferma si sta riguadagnando un successo alla pari di quella frizzante e spumante, andando così incontro ai gusti di un pubblico sempre più vasto. L’impegno dei produttori per la valorizzazione di quella che è una delle eccellenze della fascia collinare tra le valli Tidone, Trebbia, Nure ed Arda, ha accompagnato la riscoperta dell’Ortrugo, di cui è stata riconosciuta nel 2010 la denominazione d’origine controllata. A partire dal ritorno alle vinificazioni in purezza nei primi anni ’70 questo vino è giunto oggi ad essere il bianco piacentino più diffuso, sia in Italia che all’estero.

I 12 produttori piacentini che compongono Delegazione Ortrugo DOC, in ordine alfabetico, sono: Il Rintocco di Bacedasco Alto, La Torretta di Nibbiano Val Tidone, Fratelli Piacentini di Ziano Piacentino, Loschi di Bacedasco Alto, Lusenti di Ziano Piacentino, Montesissa Francesco di Carpaneto Piacentino, Tenuta Ferraia di Ziano Piacentino, Tenuta Pernice di Borgonovo Val Tidone, San Lorenzo di Ziano Piacentino, Santa Giustina di Pianello Val Tidone, Valtidone di Borgonovo Val Tidone, Vicobarone di Ziano Piacentino. Ognuno di essi porterà ad Autochtona 2012 la propria interpretazione di Ortrugo ed alcuni presenteranno anche la propria Malvasia di Candia aromatica dolce. Con una etichetta per azienda, la Delegazione Ortrugo DOC parteciperà, nell’ambito della rassegna di Bolzano, anche al Premio “Autoctoni che passione!”, dove una giuria di wine journalist internazionali assegnerà 6 riconoscimenti ai migliori vini della manifestazione.

CURIOSITÀ E DATI

Il nome: deriva da “altruga” (altra uva, in dialetto piacentino). Ettari: 430 (dati Federdoc 2010, citati dal bimestrale Spirito di Vino). Produzione annua: 2.300.000 bottiglie ca. (dati Valoritalia 2010). Riconoscimento DOC: DM 21.07.2010.

NOTE TECNICHE SULL’ORTRUGO

Ortrugo frizzante

UVE: Ortrugo.
DESCRIZIONE: gradazione alcolica 11% vol. Colore: giallo paglierino chiaro tendente al verdognolo. Il perlage è fine e persistente. Profumo caratteristico, fresco, fruttato con note di agrumi e mela verde, delicato con spiccate note floreali che richiamano il gelsomino, il tiglio. Sapore secco, equilibrato, piacevole, con un leggero retrogusto amarognolo caratteristico del vitigno.
ABBINAMENTI: particolarmente indicato per gli aperitivi, con i salumi piacentini, con il risotto agli asparagi ma si può adattare a tutto pasto.
COME SERVIRE: si consigliano calici a tulipano leggermente chiusi alla sommità. La temperatura di servizio ideale è di 10° C.
Ortrugo fermo
UVE: Ortrugo
DESCRIZIONE: gradazione alcolica 11,5% vol. Colore giallo paglierino chiaro con riflessi verdolini. Profumo caratteristico, fresco, delicato con spiccate note floreali che richiamano il gelsomino e il tiglio. Sapore: secco, equilibrato, con un leggero retrogusto amarognolo caratteristico del vitigno.
ABBINAMENTI: particolarmente indicato per gli aperitivi ma si può adattare a tutto pasto. Trova il miglior accostamento con primi e secondi a base di pesce.
COME SERVIRE: si consigliano calici a tulipano leggermente chiusi alla sommità. La temperatura di servizio ideale è di 10 -12 °C.

Ortrugo spumante

UVE: Ortrugo.
DESCRIZIONE: gradazione alcolica 12% vol. Colore giallo paglierino tenue, sfumature e riflessi verdognoli. Il perlage è fine e persistente. Profumo netto che spazia dal neutrale al floreale ed esprime la sua finezza attraverso lievi note agrumose. Sapore secco, rotondo, equilibrato. Bollicina fine, che si mescola con le sensazioni di mela acerba quasi neutra e con un finale agrumoso lungo e piacevole.
ABBINAMENTI: adattissimo come aperitivo di accoglienza, con antipasti di pesce, molluschi crudi e alcuni primi piatti tipici della tradizionale cucina piacentina e di quella più innovativa.
COME SERVIRE: si consigliano calici a tulipano leggermente chiusi alla sommità. La temperatura di servizio minima è di 11°C.

Info: http://www.fierabolzano.it/autochtona/index.html

Primarie, regole. Reggi: Bersani non approverà il cambio di regole in corsa

”Se è vero quanto detto da Stumpo è una sconfitta per la partecipazione voluta dai cittadini”

“Se la proposta di Stumpo fosse confermata sarebbe una vergogna. Sono sicuro che Bersani non sia al corrente e che quindi non approverà, perché è una persona seria. Ricordo che il segretario, solo a febbraio 2012, magnificava nella sua Piacenza la grande partecipazione favorita dalle regole che sono servite per contrastare gli amici di Batman e avvicinare quanta più gente possibile al voto.
Fu infatti l’elevatissima partecipazione dei cittadini a rendere ininfluente il tentativo di voto organizzato”.

Così Roberto Reggi, coordinatore della campagna di Matteo Renzi, commenta il cambio di regole in corsa paventato dal responsabile organizzazione del Pd.

Vita in centro a Piacenza. Oggi la conferenza stampa per la presentazione ufficiale

Numerose le iniziative proposte, grande partecipazione da parte dei commercianti

Si è tenuta oggi la conferenza stampa per la presentazione del progetto ‘Vita in Centro a Piacenza’. Il sindaco Paolo Dosi, l’assessore Katia Tarasconi con le associazioni di categoria hanno illustrato i punti chiave del progetto proponendo le numerose iniziative e sottolineando l’impegno dei comitati rappresentanti del centro storico di Piacenza e di tutti gli organi partecipanti. Tra i temi toccati la nuova immagine di questo progetto rappresentata in un logo e nella gadgettistica, una tazza, una chiavetta usb e utilissima shopper sono stati l’omaggio per i presenti in sala. Il marchio ‘Vita in Centro a Piacenza’ è presente anche in questa edizione dei ‘Venerdì Piacentini’. Uno stand in Piazza Cavalli accoglie tutti gli interessati con omaggi (i gadget appunto) e tante informazioni sulle iniziative.

Segui l’iniziativa su Facebook direttamente QUI

Tieniti aggiornato sul programma di questi Venerdì Piacentini direttamente sul sito www.venerdipiacentini.it e clicca Mi Piace sulla Fun Page direttamente QUI

Presentata la giunta di Paolo Dosi. Cacciatore in polemica si defila

Per ora nessun vicesindaco. Katia Tarasconi resta al Commercio e si occuperà del centro storico e di Expo 2015

Piacenza – Sorprese, fughe dell’ultima ora e tanti musi lunghi. Dopo tre settimane di passione, la presentazione della giunta Dosi si tinge di giallo. La componente dell’area Cacciatore, che doveva prevedere la presenza di Francesco Cacciatore e di Pierangelo Romersi (che a dieci minuti dalle 18 erano in “squadra”), si è sfilata all’ultimo, probabilmente in polemica con le deleghe attribuite. E così in mancanza di intesa Dosi si è trovato a nominare assessori all’ultimo senza quasi che essi fossero informati (tanto che non erano presenti).

Questo l’elenco:

Dosi avrà deleghe coesione sociale, attuazione programma, protezione civile.
Non c’è ancora la figura di vicesindaco. “Allo stato non ritengo necessario, ci possiamo pensare”.

Katia Tarasconi (Pd – trasparenza, commercio, centro storico, innovazione, servizi ai cittadini, rapporto con Expo 2015

Silvio Bisotti (Pd – nuovo welfare, servizi sociali, salute e abitazione, rapporti con Consiglio comunale)

Tiziana Albasi (Moderati – Cultura, università, ricerca)
Luigi Rabuffi (Prc – Ambiente, rapporto mondo agricolo, Mobilità, lavoro e partecipazione)
Paola Beltrani (Italia dei Valori – infanzia, adolescenza)
Pierangelo Carbone (Moderati – Urbanistica, patrimonio, mobilità
Roberto Colla (Moderati – Lavori pubblici, qualità edifici, sport)
Francesco Timpano (ricerca e sviluppo)

Continua su www.piacenza24.eu

Elezioni a Piacenza. Dosi: nella Costituzione il rispetto delle libertà fondamentali

Nella scuola si costruisce una comunità inclusiva che riconosce le diversità di ciascuno

Il candidato sindaco del centrosinistra Paolo Dosi ha inviato attraverso una nota il suo pensiero sulla giornata contro l’omofobia. “La giornata rispecchia i principi costitutivi sia dell’Unione Europea sia della Costituzione italiana – ha commentato Dosi – rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali, l’uguaglianza fra tutti i cittadini e la non discriminazione. Nel nostro tessuto sociale, la scuola si cimenta ogni giorno con la costruzione di una comunità inclusiva che riconosce le diversità di ciascuno. E’ in questo contesto da cui dobbiamo partire per la crescita e la costruzione dell’identità di ciascuna persona. Molto importante, in questo senso, l’iniziativa del ministro Profumo che ha inviato agli istituti scolastici una nota in cui sottolinea il ruolo decisivo dell’istituzione scolastica nell’accompagnare e sostenere fasi non sempre facili della crescita, anche grazie alla capacità di interagire positivamente con le famiglie”