Home / Notizie / Cronaca / Colpisce un agente di polizia con una pistola finta dopo l’aggressione alla moglie

Colpisce un agente di polizia con una pistola finta dopo l’aggressione alla moglie

Piacenza. Dovrà rispondere delle accuse di violenza domestica, resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale un 31enne di origini romene, fermato in un’abitazione di via Rosso, in seguito alla segnalazione della moglie. La giovane, una 29enne sua connazionale, avrebbe raccontato di averlo visto rincasare intorno alle 5 del mattino in stato di ebbrezza: di fronte alle sue richieste di spiegazioni l’uomo avrebbe reagito aggredendola e rinchiudendola in camera. Sul posto sono così intervenuti gli agenti, che avrebbero trovato l’uomo barricato in casa con i due figli di 1 e 6 anni.

Alla fine sarebbe stata la piccola di 6 anni ad aprire la porta, mentre il 31enne avrebbe puntato verso gli agenti una pistola, solo più tardi risultata essere una replica di un’arma d’epoca: nel tentativo di disarmarlo, uno degli agenti sarebbe stato colpito alla testa con il calcio dell’arma, ricevendo un trauma per una prognosi di 7 giorni. L’uomo avrebbe poi tentato nuovamente di reagire con in pugno un martelletto in ferro, ma è stato arrestato.

Potrebbe interessarti

Piacenza, 100 giorni dopo. Un video per ricominciare

Piacenza è una delle province più colpite dal Coronavirus. Dopo 100 giorni di Covid bar, …