Home / Notizie / Cronaca / Attesi 280.000 visitatori per i Venerdì Piacentini. Si ripeterà l’esodo di milanesi verso la vicina Emilia?
Susanna Pasquali Nicola Bellotti

Attesi 280.000 visitatori per i Venerdì Piacentini. Si ripeterà l’esodo di milanesi verso la vicina Emilia?

Venerdì PiacentiniPIACENZA – Si riaccendono il 21 giugno i motori dei Venerdì Piacentini, il festival ideato dall’agenzia di comunicazione Blacklemon che animerà il centro storico per 5 serate, fino al 19 luglio.

“I Venerdì Piacentini sono la più importante manifestazione culturale, turistica e commerciale della Provincia di Piacenza”, ha spiegato in conferenza stampa il sindaco Patrizia Barbieri, “un evento giunto alla nona edizione e i cui numeri sono sempre in crescita”. Lo scorso anno si è registrato il record di 280.000 visitatori in 5 serate, con almeno 130.000 turisti provenienti prevalentemente dalla Lombardia e un indotto per il commercio in centro storico stimato in 7 milioni di euro. Sui Venerdì Piacentini hanno scritto giornali a Milano, parlando di “esodo” del venerdì sera verso la vicina città emiliana, ma anche di Parma, Lodi, Cremona, persino Rimini. “Questi risultati sono frutto di un lavoro di anni sulla promozione del festival e del brand Piacenza dal punto di vista turistico e commerciale”, ha spiegato Nicola Bellotti, ideatore del format “con un piano editoriale sui canali web e social dedicati, che solo nel 2018 ha raggiunto oltre 1.200.000 persone concentrate entro 100 km da Piacenza”.

Il successo di questa kermesse è stato oggetto di studi anche da parte dell’Università Cattolica. Secondo una ricerca della Facoltà di Economia, i Venerdì Piacentini sono considerati l’iniziativa culturale più significativa ed apprezzata a Piacenza. A definirla il principale evento culturale locale sono stati l’81,8% dei giovani, il 50,2% degli adulti, ma anche il 38,0% degli anziani intervistati.

“Il programma anche quest’anno si compone di circa 200 eventi e micro-eventi,” ha illustrato Susanna Pasquali di Blacklemon. “Si parte con la celebrazione dei 100 anni del Piacenza Calcio per terminare con i Carmina Burana di Carl Orff eseguiti davanti alla cattedrale con oltre 130 musicisti in scena. Saranno presenti ospiti illustri come il campione del mondo Antonio Cabrini o la voce più nota di Radio Deejay e conduttore del talent show “Dance Dance Dance” Diego Passoni, coinvolti in talk show su argomenti di grande attualità. Non mancheranno grandi manifestazioni sportive dedicate al Pugilato e al Pattinaggio a Rotelle e concerti per tutti i gusti”.

Nel programma ci sarà anche una Caccia all’Arte che coinvolgerà 12 siti culturali del centro storico di Piacenza, pensata per famiglie e ragazzi. Un’iniziativa che nasce dalla collaborazione tra la Fondazione di Piacenza e Vigevano e la Diocesi di Piacenza e di Bobbio che parteciperà al festival aprendo le porte del Duomo, della chiesa di San Francesco e di San Donnino, per una visita a lume di candela, e consentirà la salita in notturna alla cupola della Cattedrale.

“Nella spensieratezza dei Venerdì Piacentini, trova spazio anche quest’anno chi sul territorio si spende a favore delle categorie più deboli,” ha spiegato l’assessore al commercio Stefano Cavalli. “Il festival avrà l’onore di ospitare all’ombra di Palazzo Gotico per la prima volta l’ANMIL che porterà il suo 18° tributo a chi sul lavoro o per il lavoro ha perso la vita o l’integrità fisica”. Per l’occasione sul palco di piazza Cavalli canteranno Debora Lombardo e Miriam Amato, accompagnate da Silvio Piccioni, Giovanni Guerretti, Alex Carreri, Luca Mezzadri, Marco Camia, Gianni Satta e Andrea Zermani, con alcuni tra i migliori allievi della Milestone School of Music che condivideranno la scena con madrine d’eccezione come Golden Din Din e Sara Sable, due frizzanti “spiriti liberi” della musica.

Il programma completo è su nuovo sito

Gli aggiornamenti sono pubblicati sui canali social

Potrebbe interessarti

Pentito di aver spacciato droga, si confessa e lascia al prete un chilo e mezzo di marijuana

Borgotrebbia (Piacenza). Sono in corso indagini per tentare di risalire all’identità dell’uomo che nel corso …