Home / Notizie / Cronaca / La presentazione dei candidati nella piazza del Comune: “con noi dialogo e condivisione con la cittadinanza”

La presentazione dei candidati nella piazza del Comune: “con noi dialogo e condivisione con la cittadinanza”

Nel tardo pomeriggio di martedì scorso, nella piazza antistante il municipio, a Sarmato, i dieci componenti della lista capitanata da Giuseppina Braghieri hanno incontrato i concittadini per esporre obiettivi e progetti della squadra di centrodestra. Numerosi i temi nel solco della continuità con l’amministrazione precedente, ma i candidati sostenuti da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, hanno dimostrato di puntare tanto sul rispetto del passato quanto al futuro più “smart” per il proprio paese. Così, accanto a sicurezza, ambiente e welfare, campeggiano nell’articolato programma anche l’ambizioso traguardo di una “Sarmato 5.0”, nuove infrastrutture, sviluppo urbanistico e sostegno all’imprenditoria. Sport, cultura e arte fanno infine il paio con una rinnovata attenzione a formazione e scuole di tutti i gradi, e raccontano il valore aggiunto della squadra d’“Insieme per Sarmato”: esperienza, età e competenze tra le più variegate e trasversali.

Davanti alle mura del castello simbolo del paese si è parlato infatti di come mettere professionalità e passione al servizio dei sarmatesi e, in primis, si è sottolineato il concreto proposito di un dialogo aperto, partecipe e proattivo con tutta la cittadinanza. Soddisfatta, la candidata sindaco Braghieri ha ringraziato i presenti richiamando il profondo legame col paese natale che da sempre l’accompagna e l’ha fatta decidere per l’agone politico. “Una passione – come ha ricordato il candidato al Parlamento europeo Manuel Ghilardelli – che saprà dare un apporto notevole a Sarmato. Anche in quest’occasione – ha aggiunto – il centrodestra unito, un’unità d’intenti per il miglioramento del paese, si dimostra valore importante”.

Potrebbe interessarti

Ponte dell’Olio. 93enne derubato della catena d’oro in pieno giorno

Ponte dell’Olio (Piacenza). Apparteneva a suo fratello, ormai scomparso, la catena d’oro sottratta ad un …