Home / Eventi / Domenica 24 marzo. Un’altra domenica a tutto swing insieme al Piacenza Jazz Fest

Domenica 24 marzo. Un’altra domenica a tutto swing insieme al Piacenza Jazz Fest

Tante proposte per vivere una domenica all’insegna del relax e dell’allegria sono quelle messe in campo dal Piacenza Jazz Fest per domenica 24 marzo.

A fine mattinata, in programma il consueto Jazz Brunch domenicale, occasione rilassata e rilassante per passare alcune ore in un bel luogo, con ottima musica e cibo di alta qualità. Quest’anno protagonista del Brunch al settimo piano del Grande Albergo Roma sarà un gruppo che ha portato il nome di Piacenza in buona parte del mondo: gli Sugarpie and the Candymen. A fare da cornice alla loro musica ci penserà inoltre il panorama, tra i più belli della città di Piacenza e la qualità del ricco buffet. Per partecipare la prenotazione è obbligatoria; il costo è di 38 € a persona (prenotazioni solo presso la segreteria del Piacenza Jazz Club allo 0523/579034). Nel tardo pomeriggio l’appuntamento è nella piazzetta del Gusto del Centro Commerciale Gotico di Piacenza, dove si terrà l’ultimo concerto della rassegna “Il Jazz al centro – Aperitivo swing” con il trio Gajè Gipsy Swing. Il concerto al Centro Gotico è gratuito con inizio alle 17.30 e, come di consuetudine, la direzione del Centro offrirà a partire dalle 17:00 un aperitivo a tutti gli intervenuti.

Curriculum di tutto rispetto, una storia in crescendo lunga più di dieci anni, cinque album di successo, collaborazioni importanti come quella con Renzo Arbore, festival internazionali come UmbriaJazz e Ascona per citarne solo alcuni, questi cinque ragazzi sono una vera forza della natura. Swing, Gipsy-Jazz, Blues, Soul, Pop e le armonie vocali di ieri e di oggi per dar vita a una band a dir poco unica; la sfida è sposare in modo originale tutti questi generi musicali e, a quanto ci risulta, la sfida è senza dubbio vinta. Dopo l’abbandono del gruppo da parte di Georgia Ciavatta, per impegni di studio che l’hanno portata a risiedere all’estero, Miss Sugarpie, dopo diversi provini, è diventata Lara Ferrari che canterà accompagnata dai suoi fidati Candymen, ovvero Jacopo Delfini, alla chitarra gipsy e voce, Renato Podestà, alla chitarra elettrica, banjo e voce, Alex Carreri al contrabbasso e Roberto Lupo alla batteria.

Si rimane in tema swing venato da atmosfere dal forte sapore manousche, ma con “ventate” di energia balcanica anche con l’appuntamento del pomeriggio presso il Centro Gotico. Composto dal violino suonato da Elena Mirandola, dalla chitarra di Alessandro De Lorenzi e dal contrabbasso di Francesco Cervellati, nella tipica formazione del “Taraf Zingaro”, il trio bolognese dei Gajè Gipsy Swing ricerca le proprie sonorità in una miscela di Swing e musiche popolari, partendo dalla Francia gitana degli anni ’20-’30, ripercorrendo alcuni dei brani classici della tradizione Jazz manouche, fino ad arrivare ai Balcani e a sfiorare le punte più orientali del bacino del Mediterraneo. L’aura del grande Django Reinhardt è più che evidente in questi tre giovani virtuosi che omaggiano quella che è l’icona del jazz gitano francese della Belle Époque.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare il sito www.piacenzajazzfest.it o visitare la pagina Facebook del festival www.facebook.it/piacenzajazzfest. Per contatti si può scrivere alla mail a biglietti@piacenzajazzclub.it oppure telefonare allo 0523.579034 – 366.5373201.

Potrebbe interessarti

Venerdì Piacentini dalla Cupola del Duomo

I Venerdì Piacentini si chiudono con un altro bagno di folla. E già si pensa al 10° anniversario

Un pubblico di almeno 250.000 visitatori. Un indotto di 7 milioni di euro per il …