Home / Notizie / Cronaca / Finte vendite in rete. Scattano otto denunce per truffa online

Finte vendite in rete. Scattano otto denunce per truffa online

Piacenza. Sono otto le persone denunciate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Piacenza con l’accusa di aver messo a segno truffe online: quasi tutti con precedenti specifici, le età spaziano dai 20 ai 60 anni, con l’unica eccezione di un ultrasettantenne. Variano anche i prodotti proposti: dalle automobili alle attrezzature per palestre, passando per stufe a pellet e tutori ortopedici, prodotti per cui il più delle volte l’acquirente incassa la somma pattuita appena prima di volatilizzarsi, senza ovviamente inviare la merce richiesta. Il fenomeno ha avuto recentemente sempre maggiore diffusione, invadendo anche il mondo dei social network, in particolar modo Facebook ed Instagram.

L’appello ai cittadini è di tutelarsi contro queste truffe: diffidare, innanzitutto, delle vendite sottocosto, ed assicurarsi di cercare su un motore di ricerca il nome del privato o del negozio dal quale si acquistano i prodotti per verificare che non si tratti di individui già segnalati per simili vicende. Commenti e feedback possono allo stesso modo dare all’acquirente informazioni utili sul venditore: la presenza di poche recensioni, o addirittura nessuna, è sospetta. L’esistenza di negozi reali oltre a quelli in rete è spesso, invece, indice di affidabilità. È bene inoltre acquistare sempre tramite siti di comprovata affidabilità, e, sui dispositivi mobili, utilizzando le app ufficiali dei vari negozi.

Anche i metodi di pagamenti possono rivelare segnali d’allarme, come per esempio l’utilizzo di sistemi come western union e moneygram: una volta inoltrato il danaro tramite questi canali, la somma non sarebbe più ripetibile in alcun modo. Infine, si suggerisce di diffidare da chi richiede troppi dati personali, in quanto potrebbe trattarsi di una truffa con il tentativo di ottenere dati sensibili.

Chiunque si ritrovi nella posizione di essere rimasto vittima di una truffa online è invitato a denunciare l’accaduto, presentando alle forze dell’ordine tutte le prove necessarie (stampa della pagina web in cui era presente l’annuncio, eventuali risposte e-mail, numeri di telefono).

Potrebbe interessarti

Grande attenzione per i gioielli del CVS-PC espositi a Moto Bike Show di Piacenza

Anche il Club dei Veicoli Storici Piacentini è stato protagonista dell’ultima edizione della mostra-mercato Moto …