Home / Eventi / Mercoledì 25 luglio a Cortemaggiore: Alan Farrington “No Smoking” Quartet

Mercoledì 25 luglio a Cortemaggiore: Alan Farrington “No Smoking” Quartet

Settimana intensa per Summertime in Jazz, la rassegna itinerante che porta ottimi concerti nelle più belle località della Val Trebbia e della Val d’Arda nei mesi di luglio e agosto. Dopo le tappe di Morfasso e di Vernasca, si passa a Cortemaggiore, dove mercoledì 25 luglio alle 21.30 si esibirà nell’ariosa piazza Patrioti il crooner Alan Farrington (al teatro Eleonora Duse in caso di maltempo conclamato).

Musicista dalla voce graffiante e dalla presenza istrionica, Farrington è attivo in più formazioni che spaziano in vari generi musicali tra cui spicca l’amore per il Jazz, il sound della sua infanzia trascorsa a Roma, dove arriva bambino dalla natia Inghilterra. Farrington si esibirà con i No Smoking, una band da lui guidata che vede, oltre alla sua voce, il pianista Roberto Soggetti, il bassista Marco Cocconi e il batterista Ricky Biancoli. L’ensemble è nato con l’intento di fondere i migliori standard americani del ‘900, firmati da compositori del calibro di Gershwin, Porter, Ellington, Berlin con più recenti, ma altrettanto immortali, composizioni di autori come Lennon e McCartney, Stevie Wonder, Paul Simon, James Taylor e diversi altri. In repertorio non mancano anche composizioni originali, il tutto riproposto con arrangiamenti particolari e innovativi. Il risultato è una elegante ma energetica contaminazione tra swing e groove contemporanei che il perfetto affiatamento dei quattro componenti rende sempre fresca e godibile. Il gruppo ha già realizzato due CD, “Frank my dear”, dedicato a Frank Sinatra e “Yeah!”, con cover ed inediti, mentre un terzo è in preparazione.

Alan Farrington, nato in Inghilterra nel 1951 da madre italiana, è un cantante, bassista e chitarrista britannico da anni stabilitosi sul Lago di Garda. È considerato uno dei maggiori jazz singer con sconfinamenti nel Rythm & Blues e nel Rock, ma lui ama definirsi un esecutore, bassista e chitarrista, senza un genere musicale specifico, ma eclettico, in grado di passare dal Rock, al Soul al Jazz e al Funky. Dal Regno Unito la famiglia si trasferisce a Roma quando il piccolo Alan ha solo cinque anni. Nella capitale intraprende gli studi musicali da autodidatta e, a sedici anni, sale sul palco del Piper Club. Nel 1974 si reca negli Stati Uniti con la sua band, studiando canto in una scuola del Maryland. Dopo il periodo statunitense si trasferisce in Italia, prima a Roma e poi a Milano, dove registra due dischi per la “Polygram”: “Shout On” e “No News, Bad News”. In tutta la sua carriera ha dato vita a numerose importanti formazioni e band di successo.

Summertime in Jazz nasce nel 2014 da un’idea della Fondazione di Piacenza e Vigevano, ente che è anche il principale sostenitore della rassegna, organizzata dall’associazione culturale Piacenza Jazz Club con il sostegno di tutti i Comuni che ne ospitano una tappa. La rassegna si fregia inoltre del patrocinio del Mibac, della Provincia di Piacenza e della Regione Emilia-Romagna.

Tutte le info in tempo reale su www.summertimejazz.it oppure sui social, la pagina  www.facebook/summertimeinjazz, il profilo Twitter  www.twitter/pcjazzclub attraverso l’hashtag #SummertimeInJazz o su Instagram con il profilo del Piacenza Jazz Club.

Potrebbe interessarti

Sarmatici Milites. 21 ottobre: un percorso guidato nella storia del borgo di Sarmato

Si terrà domenica 21 ottobre l’evento “Sarmatici Milites. I cavalieri delle steppe e la fondazione …