Home / Notizie / Cronaca / Rancan (LN): “Feste e sagre ‘no limits’ grazie alla Direttiva Safety”

Rancan (LN): “Feste e sagre ‘no limits’ grazie alla Direttiva Safety”

“Feste e sagre di paese sono, finalmente, “no limits”! E lo sono grazie alla Direttiva Safety che il governo ha diramato ieri e alla quale hanno lavorato il Ministero degli Interni, Matteo Salvini, oltre ai sottosegretari leghisti al Dicastero degli Interni Stefano Candiani e Nicola Molteni”.

Così il consigliere regionale della Lega Nord, Matteo Rancan, plaude al Governo e agli esponenti leghisti che, modificando le misure introdotte dalla Circolare Gabrielli, con la nuova Direttiva Safety ageveleranno tutti gli organizzatori di feste e sagre di paese, con indubbi vantaggi sia per la collettività che per le casse stremate delle Pro Loco e delle piccole associazioni di paese.

“La Direttiva Safety rappresenta un intervento di semplificazione tanto atteso dalle realtà associative di tutto il territorio nazionale, che riconosce centralità all’amministrazione comunale e al sindaco per garantire adeguati standard di sicurezza nell’organizzazione di eventi senza eccessi di burocrazia” commenta il consigliere leghista.

“La direttiva – evidenza Rancan – costituisce una rivisitazione e ricompone in un quadro unitario le precedenti linee di indirizzo per consentire l’individuazione di più efficaci strategie operative assicurando l’incolumità e la sicurezza dei partecipantie, nel contempo, il rispetto delle tradizioni storico – culturali e del patrimonio economico – sociale delle collettività locali che costituiscono una risorsa da valorizzare”. “Le nuove indicazioni operative- sottolinea il consigliere leghista – intendono assicurare un “approccio flessibile” alla gestione del rischio, parametrando le misure cautelari rispetto alle “vulnerabilità” legate a ciascun evento. L’obiettivo è quello di superare le criticità applicative delle precedenti direttive rendendo le prescrizioni maggiormente conformi alle peculiarità del territorio e delle manifestazioni programmate a livello locale ”.

Potrebbe interessarti

Genova Ponte Morandi Crollo

Genova. 39 morti e 16 feriti. Pilone rischia di crollare sulle case. Interrotte le operazioni

GENOVA – Dopo il crollo del ponte Morandi, il pilone rimasto in piedi sopra le …