Home / Notizie / Cronaca / “Ha pagato con soldi falsi”: non vanno a segno i tentativi di truffa
campanelli

“Ha pagato con soldi falsi”: non vanno a segno i tentativi di truffa

Piacenza. Non si sono fatte ingannare dal raggiro una 73enne di Rottofreno ed una 69enne di Castel San Giovanni, vittime designate di due identici tentativi di truffa messi in pratica nel pomeriggio di domenica 1 luglio.

Nel primo dei due casi un individuo sulla cinquantina, forse italiano, si sarebbe presentato intorno alle 15:00 alla porta dell’abitazione della 73enne, in via Faustini a Rottofreno, affermando di essere un agente della polizia locale. Avrebbe poi sostenuto che la donna avrebbe fatto un versamento alle Poste alcuni giorni prima con banconote contraffatte da 20 euro, chiedendole di mostrargli contanti e gioielli. La 73enne, negando ogni cosa, si è resa conto del tentativo di raggiro e ha minacciato lo sconosciuto di chiamare i carabinieri, per poi richiederne l’intervento mentre l’uomo si allontanava in auto.

Un simile tentativo è stato messo a segno poco meno di un’ora dopo a Castel San Giovanni, dove un giovane sui 30 anni si sarebbe presentato come un militare dell’Arma, accusando una 69enne residente in via Allende a Castel San Giovanni di avere pagato con denaro falso in un distributore di carburante. L’anziana, anche in questo caso, si è accorta del raggiro ed ha chiamato i carabinieri. Sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri di Sarmato.

Potrebbe interessarti

svetlana-mihajlova

Scoperto nell’Adriatico il corpo di Svetlana Mihajlova, scomparsa da Piacenza

È stato il test del dna a dare la conferma del tragico ritrovamento della 51enne …