Home / Notizie / Giovanni Malagò: “PyeongChang 2018? Un’Olimpiade da 7 in pagella”
Giovanni Malagò e Sofia Goggia a PyeongChang 2018

Giovanni Malagò: “PyeongChang 2018? Un’Olimpiade da 7 in pagella”

Italia, un’Olimpiade… da 7 in pagella. Questo il voto che il presidente del Coni Giovanni Malagò ha dato alla spedizione azzurra ai Giochi invernali di PyeongChang: “Abbiamo aumentato del 25% il bilancio rispetto a Sochi (dove non arrivarono medaglie d’oro, ndr). Complimenti alla Lombardia, regione da dove vengono i tre ori che ha scavalcato l’Alto Adige, che per il Coni è importantissimo. Non abbiamo mai avuto tanti medagliati così giovani, l’età più bassa di sempre. Le vere protagoniste sono state le femminile, mai successo nella storia delle Olimpiadi invernali. Un 3-0 agli uomini”. Il numero uno dello sport italiano – che ovviamente si riferiva ad Arianna Fontana, Michela Moioli e Sofia Goggia – ha aggiunto: “L’età media delle donne presenti alle Olimpiadi era la più vecchia di sempre. La cosa che mi lascia ben sperare è che l’età media degli uomini è stata la più giovane di sempre. Il percorso verso Pechino (Giochi invernali del 2022, ndr) è stato tracciato. 6,5 è un voto scarso, io darei 7″.

Non solo medaglie – ne sono arrivate anche 2 d’argento e 5 di bronzo, portando il totale a 10, ovvero la tanto agognata doppia cifra: “Della candidatura olimpica non ho voluto parlare perché siamo a pochi giorni dalla elezioni politiche. Ho molto apprezzato l’appello di Arianna Fontana, mi ha stupito in positivo: gli italiani vadano a votare, scelgano loro cosa. Al limite votino scheda bianca, ma è importante che anche il mondo dello sport faccia capire le sue idee”. Ma alle Olimpiadi 2018 si sono anche evidenziati buchi importanti, e preoccupanti: “Nei prossimi quattro anni dobbiamo migliorare le cose che facciamo bene e trovare il sistema di investire in nuove discipline sportive. Dall’halfpipe al big air al freestyle, non possiamo disinteressarci di tutte queste situazioni ed è vero che ci aspettavamo di più da certe discipline, ma i Giochi invernali sono un mondo chiuso e abbiamo vinto in 6 sport”. Per, tutto sommato, la quarta spedizione italiana più ricca di sempre all’estero dal punto di vista invernale.

Potrebbe interessarti

NASA

Il satellite Fermi festeggia i suoi dieci anni di osservazioni nello spazio

Compie dieci anni il satellite Fermi, che nello scorso decennio ha osservato i lampi gamma …