Home / Notizie / Cronaca / Il 24 dicembre arriva il Babbo Natale di Croce Rossa

Il 24 dicembre arriva il Babbo Natale di Croce Rossa

Partirà alle 15.30 del 24 dicembre e terminerà a notte fonda la settima edizione di BabboCRINatale, un Babbo Natale speciale ideato dal volontario della Croce Rossa di Piacenza Pilade Cortellazzi. Dal 2001, l’iniziativa ha visto crescere sempre più la sua “equipe” di anno in anno: dapprima una renna, poi due, poi l’aggiunta degli elfi, fino ad arrivare a quest’anno dove si sono duplicati anche i “Babbi Natale”.

L’iniziativa nacque dalla richiesta pervenuta proprio a Pilade Cortellazzi, oggi VicePresidente della CRI Piacenza, di cercare di allietare il Natale di una bambina di 3 anni, da poco orfana di madre. Da lì l’idea di assumere le sembianze del panciuto e barbuto Babbo Natale e farle visita proprio in quella magica notte.

“E’ un’emozione unica – afferma Pilade – avvertire tutta la gioia e l’attesa dei bambini nel veder arrivare in casa propria Babbo Natale in carne ed ossa che nel sacco porta il regalo richiesto.”

Saranno ben 8 i comuni toccati quest’anno durante il viaggio per un totale di oltre 300km, 30 famiglie e quasi 100 bambini coinvolti.

“Vogliamo idealmente raccogliere i sorrisi dei bambini più fortunati e, per il tramite degli Operatori del Sorriso e dei Truccabimbi, anche loro al nostro fianco da quest’anno, attraverso le offerte raccolte, trasferirli ai bambini meno fortunati”.

L’unico rammarico degli organizzatori è stato quello di aver dovuto chiudere le adesioni ad inizio novembre, dato che in pochi giorni tutte le disponibilità erano state esaurite, dovendo così dire “no” a tanti altri bambini che avrebbero desiderato il passaggio di Babbo Natale. Questa bellissima tradizione è resa possibile grazie ai tanti volontari che nella notte di Natale rinunciano alla cena in famiglia e si adoperano per questa iniziativa e per tutte le altre attività comprese quelle di emergenza-urgenza.

Potrebbe interessarti

Rancan (LN): “Corsi di formazione organizzati con soldi pubblici: più controlli contro il rischio truffe”

“Non è forse opportuno che la Regione Emilia-Romagna attivi un sistema di controllo che permetta …