Home / Notizie / Cronaca / Non si ferma all’alt dei carabinieri. Nell’auto strumenti da scasso, sul cellulare le foto di case di Piacenza
carabinieri

Non si ferma all’alt dei carabinieri. Nell’auto strumenti da scasso, sul cellulare le foto di case di Piacenza

Piacenza. È di un arresto e due denunce il bilancio dell’intervento dei carabinieri del Radiomobile nei pressi della zona industriale a Le Mose, intorno alle 16:30 del pomeriggio di domenica 12 novembre. I carabinieri avrebbero notato un’Audi A6 berlina con targa romena e con guida a destra, ed avrebbero intimato l’alt per effettuare un controllo: l’auto avrebbe tuttavia accellerato, allontanandosi, e dall’abitacolo sarebbe sceso un 34enne albanese, pregiudicato per furto, che avrebbe tentato la fuga attraverso i campi.

L’uomo è stato tuttavia inseguito e raggiunto, e dopo una breve colluttazione sarebbe stato fermato nei pressi della sede Iren da una seconda pattuglia. A bordo dell’auto invece sarebbero rimasti una 28enne romena ed un 32enne albanese: nel baule del mezzo sarebbero stati rinvenuti attrezzi atti allo scasso, oltre a torce, guanti, e ricambi d’abito.

Nel cellulare della donna sarebbero inoltre state rinvenute le foto di abitazioni di Piacenza con riportati via e numero civico: secondo gli inquirenti potrebbe trattarsi degli obiettivi di eventuali furti in progetto. Per il 32enne e la 28enne, entrambi pregiudicati, è scattata una denuncia per porto di oggetti atti allo scasso, mentre il 34enne è stato arrestato e dovrà rispondere dell’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, oltre che del rientro in Italia dopo un’espulsione risalente al 2014, prima dei 5 anni previsti dalla legge.

Potrebbe interessarti

calcio

Malore in campo durante la partita. Giocatore rianimato dai soccorsi del 118 di Bobbio

Malore in campo nel bel mezzo della partita di Terza Categoria tra il Bobbio 2012 …

Lascia un commento