Home / Notizie / Cronaca / Piacenza stregata da Lollino. Consolle in piazza Cavalli per i Venerdì Piacentini

Piacenza stregata da Lollino. Consolle in piazza Cavalli per i Venerdì Piacentini

Lollino a Piacenza per i Venerdì PiacentiniCresciuto a pane e musica, con nelle cuffie Pink Floyd, Beatles, Rolling Stones, Depeche Mode e Daft Punk, si è avvicinato alla consolle dopo essere rimasto folgorato da una serata “The Plug” al Centralino di Torino, dove si esibiva il dj Simone Cordero. Quella musica elettronica nuova, originale, carica di personalità lo colpì a tal punto che la sera stessa iniziò a lavorare in quel mondo. Tra i dj di quella community era il più piccolo, per questo iniziarono a chiamarlo Lollino.

Da allora Lorenzo Gianieri ha iniziato un viaggio che dura da dieci anni: un percorso fatto di tanto studio e attenzione maniacale per i dettagli, una tonnellata e mezzo di passione e quel talento artistico che non puoi comprare sul mercato. O ce l’hai, o non ce l’hai. Questo talento è esploso con la vittoria del Burn Residency di Ibiza, la scorsa estate, esperienza che lo ha portato a diventare resident del team Movement, con cui hai avuto modo di calcare i palchi internazionali del DC10, BoraBora, a Ibiza fino a Detroit. Giusto per capire meglio: prima di arrivare a vincere il Burn Residency, Lollino ha superato una selezione di 9.000 dj provenienti da 26 Paesi diversi, giocandosi la finale in 3 settimane di studio ed esibizioni che lo vedevano sfidarsi con altri 25 dj internazionali, costantemente seguiti da maestri del calibro di Carl Cox, Philipp Straub, Dubfire, Uner, John Digweed, Luciano, Miguel Campbell.

Lollino a Piacenza per i Venerdì PiacentiniE ieri Lollino è sbarcato a Piacenza, direttamente da Berlino. E’ arrivato in piazza Cavalli ed è rimasto impressionato dalla monumentale presenza di Palazzo Gotico, che troneggiava sopra la sua consolle. “E’ una piazza bellissima,” ha esclamato spostando lo sguardo dai cavalli del Mochi agli archi del Palazzo Comunale. “Sono felice ed emozionato!”. Ai tanti ragazzi che gli si sono avvicinati per conoscerlo non sembrava vero che potesse entusiasmarsi per il primo esperimento di musica elettronica in piazza Cavalli, a Piacenza, un dj che ha dominato la competizione più importante del mondo a Ibiza e si è esibito al Kappa FuturFestival, nel tour di Plastikman e nei club più blasonati del mondo. “Sono molto felice di poter provare ad avvicinare a questo genere musicale un pubblico nuovo. E’ una bellissima sfida”.

Lollino a Piacenza per i Venerdì PiacentiniDi Lollino ha colpito il talento, la passione e la gioia con cui ha affrontato tutta la sua esibizione piacentina, ma anche e sopratutto la sua umiltà. Cosa rara per un ragazzo che alla sua età lavora già con mostri sacri come Carl Cox, John Digweed, Dubfire e Luciano. Umiltà, passione e voglia di studiare sempre qualcosa di nuovo tutti i giorni – ha spiegato ai fan che lo salutavano dopo la performance – sono gli elementi chiave del suo modo di affrontare questo lavoro e il suo crescente successo. La regola d’oro è non sentirsi mai arrivato. Nelle 7 edizioni dei Venerdì Piacentini dirette da Blacklemon sono state sperimentate tutte le forme d’arte e ieri, con la serata di musica elettronica realizzata grazie al contributo organizzativo e artistico di Lorenzo Pronti, è stata posizionata una nuova milestone. La musica elettronica è scesa in piazza, e si è decisamente fatta notare.

Potrebbe interessarti

vaccino

Niente indennizzo per bimbo autistico. Lorenzin: “Nessuna correlazione con i vaccini”

Arriva dalla Cassazione il no alla richiesta di indennizzo da parte di un padre nei …