Home / Notizie / Cronaca / Richieste di sangue via chat. Avis: “Si tratta di bufale, non sono mai richieste vere”
sangue

Richieste di sangue via chat. Avis: “Si tratta di bufale, non sono mai richieste vere”

Piacenza. Si moltiplicano le richieste via chat di trasfusioni di sangue per persone in stato di emergenza, molto spesso bambini: richieste che, tuttavia, sarebbero del tutto inventate, semplici bufale la cui diffusione rimane tuttavia difficile da arginare. Arriva dalla pagina Facebook dell’Avis di Cadeo un messaggio di allarme per i cittadini: “purtroppo ogni tanto iniziano a girare messaggi di richiesta sangue per qualche bambino/bambina ma non sono mai richieste vere“, riporta il post pubblicato sui social.

Non c’è alcuna necessità per una persona specifica. Il sangue nei nostri ospedali è sempre disponibile perchè oltre alle scorte dentro all’ospedale c’è un centro di gestione a livello regionale, che si occupa di mantenere il numero di scorte adeguato per ogni ospedale, mandando la scorta in base alle necessità di gruppo sanguigno.

Scorte che, tuttavia, tendono ad abbassarsi nel periodo estivo, a causa delle vacanze. “Invitiamo tutti ad andare a donare in estate, ma non per aiutare una sola persona, ma per garantire l’autosufficienza della nostra provincia ed aiutare tante persone che ogni giorno hanno bisogno!! La loro necessità non va in vacanza.

Potrebbe interessarti

ordigno

Cò Trebbia. Scoperto in un campo ordigno della Seconda Guerra Mondiale

Calendasco (Piacenza). È stato ritrovato nel primo pomeriggio di lunedì 16 ottobre, in località Cò …