Home / Notizie / Cronaca / Mezzo milione di euro per parchi gioco e frazioni, la scelta di Rizzi per i primi cento giorni di mandato
rizzi_farnesiana

Mezzo milione di euro per parchi gioco e frazioni, la scelta di Rizzi per i primi cento giorni di mandato

Mezzo milione di euro per i parchi gioco e per le frazioni del Comune di Piacenza entro i primi cento giorni di mandato. A chi lo attacca accusandolo di essere uno stratega con idee “megagalattiche” e avulse dalla realtà, Paolo Rizzi risponde con una promessa chiara, concreta e senza troppi fronzoli: un investimento consistente per iniziare quell’opera di abbellimento e riqualificazione di spazi vissuti dai piacentini; opera che assume un ruolo di primo piano nel programma del candidato sindaco del centrosinistra, da subito impegnato sui due fronti: grandi progetti che rilancino Piacenza, la sua economia, le sue imprese, il suo turismo, la qualità della vita dei suoi cittadini; ma anche attenzione alle piccole cose, ai marciapiedi rotti, alle buche nelle strade, agli arredi dei parchi e dei giardini (attenzione dimostrata dall’iniziativa di istituire l’Ufficio delle piccole cose lanciata all’inizio della campagna elettorale).

E proprio sui parchi e in particolare sui parchi gioco oltre che sulle esigenze delle frazioni si concentrerà la prima fase dell’amministrazione Rizzi. Mezzo milione di euro – annuncia il candidato – verranno stanziati subito per interventi di riqualificazione già individuati: riqualificazione del campo giochi del Facsal con rifacimento dei bagni pubblici, sostituzione dei giochi in tutti i parchi per bambini del territorio, ciclabili di Pittolo e Mucinasso, ampliamento del cimitero sempre di Mucinasso, punto sanitario e autovelox a Roncaglia, riqualificazione del parco giochi di Gerbido con relativo “fontanino”.

Si tratta di denaro che è nel Piano delle opere pubbliche – spiega Rizzi – e quindi utilizzabile per gli investimenti in questione entro l’anno. Si tratta, secondo il candidato, di una scelta giusta e qualificante che è sacrosanto riconoscere all’amministrazione uscente. «Non ho problemi a farlo, io – dice Rizzi – Come non ho problemi a riconoscere ciò che non va, annunciando fin da ora il massimo impegno per cambiare le cose dove vanno cambiate».

E per capire cosa c’è da cambiare, Rizzi sta passando le sue giornate in mezzo alla gente (altroché nelle sue stanze di accademico, come dicono i suoi avversari). Solo nella giornata di oggi, oltre ai due confronti con la candidata dello schieramento opposto, ha passato del tempo con gli anziani del circolo della Farnesiana e, prima, di via Corneliana, poi Coop Sant’Antonio e in serata incontro con i cittadini al parco giochi di Borgotrebbia.

(in foto, Paolo Rizzi con gli anziani della Farnesiana)

Potrebbe interessarti

etilometro

Incidente in galleria. 30enne denunciata per guida in stato di ebbrezza

Piacenza. Dovrà rispondere dell’accusa di guida in stato di ebbrezza la 30enne residente a Pontenure …