Home / Notizie / Escursioni / 25 giugno 2017 – escursione guidata alla Roccia 5 dita: l’area protetta delle rarità

25 giugno 2017 – escursione guidata alla Roccia 5 dita: l’area protetta delle rarità

Domenica 25 giugno 2017.
Un anello in quota non impegnativo, adatto anche a bambini e famiglie, attorno ai 1000 metri.
Suggestivo e panoramico a cavallo tra Val Nure e Val Ceno, nelle provincie di Parma e Piacenza.
Spettacolari rocce ofiolitiche, brughiere e ambienti naturali inaspettati nel più piccolo Sito di Interesse Comunitario della zona, ricchissimo di rarità floristico-vegetazionali.

Programma:
Dalla località Le Piane, vicino al Passo del Linguadà, utilizzando il sentiero CAI 035 per arrivare a Taverna e attraversare i pascoli accanto alla cappelletta.
Fino a incrociare un tratto dell’Antica Romea di Montagna. Con vista sul Penna e le vette più alte dell’Appennino Ligure su un lato e tutto il Gruppo del Lama sull’altro.
Meta alla Roccia delle Cinque Dita, per salire in cima attraverso il sentiero che la divide dal Groppo Sidoli. Rientro attraverso i sentieri boschivi che partono dal Monte Cappello e il Monte della Madonna.

Difficoltà “E” (media)
Durata circa 6,5 ore, comprese pause di illustrazione e pranzo
Distanza totale 8,5 Km
Dislivello in salita 150 m.
Note: bambini/ragazzi da 8 anni, abituati al cammino, pranzo al sacco
Guida Ambientale Escursionistica: Davide Galli
Prenotazioni entro: sabato 24 giugno 2017, presso la segreteria FSNC Emilia-Romagna – tel. 338 3745332 o e-mail segreteria.emiliaromagna@fsnc.it 

Scheda dettagliata: cliccare qui

L’escursione è aperta a tutti ed è caratterizzata dall’accompagnamento di una Guida Ambientale Escursionistica che, oltre alla conduzione in sicurezza, illustrerà gli elementi naturali incontrati, la storia, le leggende e l’economia dell’Appennino.

La guida è in possesso di abilitazione europea a seguito di specifici corsi della Regione Emilia-Romagna, con esami selettivi di ammissione, attestato di frequenza e superamento degli esami finali. È assicurata e iscritta ad AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche).
Ricordiamo che le G.A.E. sono le uniche autorizzate a svolgere l’attività professionale di illustrare “a persone singole e gruppi di persone gli aspetti ambientali e naturalistici del territorio, conducendoli in visita ad ambienti montani, collinari, di pianura e acquatici, anche antropizzati, compresi parchi ed aree protette, nonché ambienti o strutture espositive di carattere naturalistico ed ecologico”.

Potrebbe interessarti

Via Pozzo. Appartamento in fiamme, donna tratta in salvo dai vigili del fuoco

Piacenza. Non verserebbe, fortunatamente, in gravi condizioni la donna che, intorno alle 20:00 della serata …