Home / Notizie / Gossip / WWF: Tutto pronto per la Festa delle Oasi
wwf

WWF: Tutto pronto per la Festa delle Oasi

Domenica prossima nelle Oasi WWF centinaia di eventi per far conoscere al pubblico la natura da vicino.

Tante le iniziative in favore del lupo, che si può proteggere con un sms al 45524 fino al 22 maggio, e le occasioni nelle quali i visitatori potranno essere “scienziati per un giorno”. Anche le scuole protagoniste, con gli studenti dell’Alternanza Scuola-Lavoro “guide per un giorno”

È tutto pronto per la Giornata delle Oasi: domenica 21 maggio saranno “Le Oasi del lupo”, con iniziative speciali e appuntamenti dedicati nelle aree frequentate dal predatore al centro della campagna WWF: Oasi di Guardiaregia-Campochiaro in Molise, Oasi dei Ghirardi in provincia di Parma, Montovolo in provincia di Bologna, Monte Sant’Elia in Puglia, Penne e Gole del Sagittario in Abruzzo. Il lupo è infatti la specie scelta dal WWF per l’edizione di quest’anno, un animale che ha recuperato negli anni il suo areale dopo anni di persecuzione e che frequenta come molte altre specie, almeno 6 delle aree protette dall’associazione, ma che oggi rischia di nuovo ‘la pelle’ a causa del bracconaggio e della cattiva informazione.

E oggi in occasione della Giornata dedicata alle specie a rischio (World Endangered Species Day) il WWF segnala le altre specie rare che vivono nelle Oasi come la lontra, l’orso, il lanario, il cervo sardo, la tartaruga marina, il pelobate fosco (un anfibio molto raro, salvato da un progetto del WWF), la pernice bianca (minacciata dai cambiamenti climatici) e la gallina prataiola (un uccello delle steppe italiane la cui popolazione è in forte calo). Le Oasi WWF proteggono anche ambienti altrove quasi scomparsi come le dune costiere ricoperte da una flora preziosa come gigli e soldanelle di mare, i boschi costieri – residui di una antica copertura forestale, quelli lungo gli argini dei fiumi o di pianura; e poi anche la vegetazione acquatica, i relitti di foreste originarie e di boschi allagati. Molte di queste specie oggi sono anche protagoniste di un’iniziativa social: sul profilo Twitter @WWFItalia lontre, cervi sardi &co diventano animali ‘parlanti’ invitando i followers a visitare le Oasi da loro frequentate. Questo patrimonio naturale italiano ricchissimo e vario, infatti, si mostrerà al pubblico domenica prossima con eventi organizzati dal nord al sud dell’Italia.

Anche quest’anno le Aziende Partner del WWF Italia partecipano a Giornata delle Oasi con attività di promozione e sensibilizzazione rivolte a dipendenti e grande pubblico, con l’obiettivo di diffondere il più possibile i temi della campagna WWF. In particolare Auchan e Simply, in collaborazione con Gallerie Commerciali Italia, invitano i propri clienti a partecipare alle tante attività organizzate nelle Oasi del WWF promuovendo l’evento all’interno di più di 800 punti vendita distribuiti sul territorio nazionale. IKEA Italia ha scelto invece di attivare una speciale iniziativa di raccolta fondi all’interno dei propri store: dal 17 al 28 maggio i clienti IKEA potranno sostenere le Oasi mediante l’acquisto della fodera Gurli realizzata in cotone Better Cotton Initiative (BCI), programma internazionale nel quale IKEA è al fianco del WWF con l’obiettivo di migliorare gli aspetti sociali e ambientali della coltivazione del cotone nel mondo.

LE OASI DEL LUPO. All’Oasi delle Gole del Sagittario in provincia de L’Aquila (dove il lupo è stato fotografato più volte con le foto trappole), che quest’anno festeggia i vent’anni, oltre alle visite guidate del fiume e al sentiero geologico, ci sarà una mostra ed esposizione “en plein air” SOS Lupo, con i disegni dei bambini delle scuole primarie di Avezzano e Pescina e del Liceo Artistico “G. Mazara” di Sulmona (classi II A e II B) curati dalla Cooperativa Sociale Daphne. Lupo protagonista anche all’Oasi dei Ghirardi (PR), che aderisce con un programma speciale realizzato con la collaborazione dell’Associazione IoNonHoPauraDelLupo. Dopo l’escursione “sulle tracce del lupo”, nel pomeriggio presentazione delle ricerche sul lupo nella Riserva e nei dintorni, con proiezione delle emozionanti immagini “rubate” dalle foto trappole. All’Oasi di Penne (PE) lupo e cani protagonisti, con la dimostrazione a cura del Nucleo Cinofilo Antiveleno dei Carabinieri Forestali dell’impiego degli sniffer-dog, i cani addestrati a individuare tracce di veleno o bocconi avvelenati per la loro rimozione. Lupo protagonista anche all’Oasi “Stagni di Casale “(VI) con una serie di focus su “SOS Lupo” e nel pomeriggio la presentazione del “Progetto Pasturs” che vede studenti universitari sostenere il lavoro dei pastori sulle Alpi promuovendo le azioni di prevenzione a difesa delle greggi da lupo e orso.

SCIENZIATI PER UN GIORNO. Il 21 maggio durante la Giornata delle Oasi il WWF organizzerà presso Le Riserve Naturali dello Stato Lago di Burano (GR) e Le Cesine (LE), bioblitz in collaborazione con il progetto CSMON-LIFE. I visitatori, famiglie e appassionati alla scoperta della Biodiversità, potranno diventare per un giorno cittadini scienziati (citizen scientist). Grazie all’utilizzo dell’App CSMON-LIFE, scaricabile gratuitamente, sarà possibile, accompagnati da guide e ricercatori, segnalare le specie presenti nelle campagne del progetto e inviarle, sempre tramite smartphone, al team di esperti e specialisti. Le specie segnalate arricchiranno la banca dati della biodiversità.

Bioblitz alla ricerca di animali e piante anche a Ripa Bianca di Jesi (AN), con iniziative per bambini e ragazzi, tra cui la “biogara” al riconoscimento degli insetti, la messa a dimora collettiva di una siepe e in serata alla ricerca del misterioso “rospo smeraldino”. A Valmanera (AT), Oasi consacrata a didattica ed educazione ambientale (dove è presente il CEA Villa Paolina), tra le tante iniziative ci saranno due “bioblitz”: quello mattutino alla ricerca di farfalle, insetti, uccelli e altro ancora, quello pomeridiano alla ricerca degli animali e delle piante dell’Oasi. A Le Bine la giornata coincide con il secondo Bioblitz delle aree protette della Lombardia i visitatori potranno rispondere alla domanda: “Chi cadrà nella rete?” con esperti che mostreranno le attività di inanellamento dell’avifauna a scopo scientifico. A Monte Arcosu (CA) e Guardiaregia (CB) è in programma la “biogara”, sulle tracce della biodiversità. I visitatori sono coinvolti nel riconoscimento/monitoraggio di alcune specie di coleotteri. A Valpredina bioblitz dedicato a piante, fiori e uccelli della riserva.

LA NATURA È LA MIGLIORE DELLE SCUOLE. Anche quest’anno saranno molte le scolaresche e i bambini che coinvolti in laboratori e visite guidate. Oltre ai “Citizen Science”, disciplina che coinvolge in modo attivo i cittadini, anche i più piccoli, in una ricerca a carattere scientifico, ci saranno “I giochi dimenticati”, il “Truccabimbi”, “La natura in tasca”. Uno spazio particolare però lo avranno i ragazzi delle scuole superiori e i docenti. Sono davvero molte le Oasi dedicate quest’anno alla formazione docenti, essendo il WWF ente accreditato presso il MIUR. Le Oasi della Bora (VR), Cave di Noale (VE), Macchiagrande (RM), Torre Guaceto(BR), Pignola (PZ), Monte Arcosu (CA), Persano (SA) e Bosco San Silvestro (CE) avranno promotori e guide d’eccezione: decine di ragazzi e ragazze che stanno realizzando con il WWF progetti di Alternanza Scuola Lavoro e che diventeranno “Guide WWF” per un giorno. Hanno imparato a conoscere l’ambiente e il suo valore e a presentarlo realizzando locandine, come i ragazzi di Potenza, facendo giocare i bambini e affiancando le guide del WWF in un giorno così importante per scoprire il valore della natura. Il Liceo Scientifico Statale Ugo Morin di Venezia all’Oasi Cave di Noale (VE), Il Liceo Scientifico Statale E. Medi di Villafranca di Verona all’Oasi della Bora Povegliano Veronese (VR), L’Istituto Tecnico E. Maiorana di Brindisi all’Oasi WWF Torre Guaceto (BR), Il Liceo Classico e Linguistico Aristofane, Augusto e Orazio di Roma all’Oasi di Macchigrande (RM), l’ IISS di Bojano(CB) all’Oasi di Guardiaregia-Campochiaro (CB), il Liceo Scientifico P. Pasolini di Potenza all’Oasi Pantano di Pignola (PZ), Il Liceo Classico e Scientifico Euclide di Cagliari all’Oasi di Monte Arcosu (CA) .

GLI ALTRI EVENTI, DAL NORD AL SUD D’ITALIA

VENETO. Nell’Oasi Dune degli Alberoni visita guidata “Alberoni: la spiaggia del fratino “mentre il pomeriggio alle 15 proiezione del documentario-denuncia di DiCaprio “Before de flood”, a Valle Averto numerosi laboratori per bambini: “Orto didattico, Il nostro spaventapasseri, Il giardino fiorito e la stampa vegetale”. A seguire incontro con l’esperto “La conservazione della fauna nelle zone umide costiere alto adriatiche”.

IN TOSCANA All’oasi WWF di Bolgheri sono nati i cicognini ed in occasione del decimo anno di nidificazione delle cicogne sarà possibile compiere osservazioni a debita distanza. All’ Oasi di Orbetello: bird watching nel bosco di Patanella salvato dal WWF, da dove sarà possibile osservare la più grande colonia di rondine del mare del Tirreno. Inoltre tante iniziative per i più piccoli con laboratorio sulla Laguna con l’esperto, giochi da circo sul prato: con il mastro, i rudimenti delle abilità circensi. Infine, in occasione del centenario dell’indipendenza della Finlandia WWF Oasi e Ars et Natura presentano UN POMERIGGIO NEL KOILLISMAA presentazione dei libri KUUSAMON TAIKA (LA MAGIA DI KUUSAMO) e LA CODA DELLE VOLPI. A Burano è previsto il Laboratorio di disegno a cura degli illustratori naturalistici di ARS E NATURA, modellazione argilla delle ceramiche, e laboratorio di fotografia dallo scatto alla stampa. Nell’Oasi delle dune di Tirrenia (che festeggia 10 anni) per l’occasione tornano le visite guidate gratuite con percorsi di educazione ambientale per le famiglie. A Orti-Bottagone una mostra dedicata al lupo e attività di gioco per i bambini. Saranno presenti banchetti di artigianato locale e prodotti enogastronomici con possibilità di pranzo in oasi.

IN PUGLIA all’oasi WWF Rifugio Mellitto, che conserva il paesaggio originario delle steppe della Murgia, visite guidate gratuite e banchetti informativi e intrattenimento per i più piccini, accompagnati da momenti di meditazione yoga. Presso l’Oasi Monte Sant’ Elia laboratorio di origami e aquiloni, laboratorio di lettura e “Impronte della Natura” per i più piccoli Battesimo della sella. Alle Cesine oltre il Bioblitz saranno inaugurati i pannelli in Braille e Mappa Tattile della riserva, Durante la giornata, oltre le visiste, anche concerti, proiezioni e dibattiti a tema.
IN SICILIA a Caporama, visita guidata “dai fossili ai geositi”, alle Saline di Trapani birdwatching alla scoperta del valore delle saline, produzione tradizionale compatibile con la conservazione della biodiversità, e area espositiva del Presidio Slow Food Aglio Rosso di Nubia. Nell’Oasi di Torre Salsa (Siculiana, Agrigento) in programma la presentazione da parte degli autori della guida a 53 sentieri da percorrere in mountain bike in Sicilia, tra cui uno all’interno della riserva naturale che protegge uno dei tratti costieri meglio conservati della Sicilia. A Lago Preola e Gorghi Tondi (Mazara del Vallo, Tp) si intrecceranno diverse attività escursionistiche e culturali in collaborazione con la “Tenuta Gorghi Tondi”.
IN CALABRIA. Nella storica Oasi del Lago Angitola prevista la liberazione di uccelli curati dal CRAS di Catanzaro, la giornata si concluderà con un concerto sul lago offerto dai musicisti dell’“Acrobatic Sax Quarter”.
MOLISE. A Guardiaregia Campochiaro (CB) concerto-aperitivo, esibizione musicale degli allievi dell’ISS di Bojano e liberazione rapaci.
CAMPANIA. Al Cratere degli Astroni l’escursione lungo il sentiero che conduce dalla Torre di ingresso alla Vaccheria con sosta al Belvedere, giardino degli insetti e Vaccheria, dove gli operatori forniranno spiegazioni e indicazioni sugli aspetti geologici, forestali e faunistici. Sarà inoltre possibile visitare la mostra “Dinosauri Carne e Ossa” a pagamento. All’Oasi Montagna di Sopra (Pannarano) escursione alla ricerca delle antiche “opere” della civiltà montanara: “neviere” e “carbonaie”.
NEL LAZIO. Macchiagrande: Visite dedicate all’ambiente delle dune, e giochi per bambini e ci sarà laboratorio “Il mestiere dell’archeologo”. Il laboratorio è rivolto ai più piccoli dai 5 ai 13 anni che si immergeranno a 360 gradi in un vero scavo archeologico.
LOMBARDIA. Al Bosco WWF di Vanzago visite guidata lungo i sentieri della riserva. A Valpredina passeggiata libera dell’area didattica, tra gli alberi dell’orto botanico, i prati naturali e gli stagni. Sarà inoltre possibile assistere alla ferratura del cavallo con l’intervento in diretta del maniscalco. A seguire fino alle 13.00 per i più piccini giro in sella. Nel pomeriggio area giochi per i più piccoli e all’ osservatorio di Cà Pessina, la tradizionale rimessa in libertà della fauna selvatica curata al C.R.A.S. WWF Valpredina.
PIEMONTE. L’Oasi affiliata Forteto della Luja (AT) passeggiate guidate e visite guidate al vigneto bio e all’antica cantina dell’Oasi. Non mancherà una degustazione di vini prodotti nell’azienda.
EMILIA ROMAGNA. L’Oasi La Francesa aderisce a questo evento e per l’occasione renderà visitabile, nel pomeriggio, il centro di riproduzione della Tartaruga palustre Europea Emys orbicularis assieme al Dipartimento di Biologia e Scienze Naturali dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Nel pomeriggio i volontari del Centro Recupero Fauna Selvatica “Il Pettirosso” di Modena libereranno diversi rapaci curati presso le loro strutture.
IN TRENTINO all’Oasi di Valtrigona visita guidata lungo il sentiero natura dell’Oasi con partenza da Malga Valtrighetta. A Malga Valtrigona esposizione della mostra sul lupo, storia del ritorno sulle Alpi di una specie estinta da oltre un secolo.
IN FRIULI VENEZIA GIULIA nella riserva di Miramare una passeggiata per adulti e una per bambini, attraverso il verde parco di Miramare, a cogliere le sfumature della vegetazione (dal verde più cupo dei pini neri e dei lecci al verde più tenue dei glicini e della robinia), dal Castelletto fino alla spiaggia delle ex Scuderie.
Visite guidate anche nell’Oasi San Felice a Marina di Grosseto, di proprietà di Allianz Italia, che quest’anno festeggia anche il suo decennale. La compagnia assicuratrice si è impegnata a gestirla secondo criteri di conservazione e valorizzazione concordati con il WWF.

Potrebbe interessarti

encephalo-phone

Arriva l’Encefalofono, lo strumento musicale che si suona con la forza del pensiero

Non serve alcun movimento per suonare questo straordinario strumento musicale: il suo nome è Encefalofono, …