Home / Notizie / Cronaca / Rapinato dopo il rifiuto di pagare una prostituta per il compagno di bevute. Un arresto
coltello

Rapinato dopo il rifiuto di pagare una prostituta per il compagno di bevute. Un arresto

Piacenza. Risale allo scorso 25 febbraio la vicenda che ha visto protagonista un 38enne nigeriano, rimasto vittima di una rapina. L’uomo avrebbe incontrato un 21enne senegalese in un locale della zona di piazzale Marconi, e gli avrebbe offerto da bere; lo avrebbe poi seguito da una ragazza, lungo la strada Caorsana, che sarebbe risultata essere una prostituta con la quale il senegalese avrebbe contrattato una prestazione. Il 21enne avrebbe poi chiesto al 38enne di pagare per lui la ragazza, ma questi si sarebbe rifiutato.

Il 21enne avrebbe così reagito chiamando un amico, e preparando un agguato per il 38enne, che si sarebbe visto minacciato da un uomo armato di coltello in un sottopassaggio, accompagnato dal 21enne che lo avrebbe incitato ad ucciderlo con l’arma. In seguito ad una colluttazione, i due sarebbero riusciti a fuggire con il portafogli del 38enne contenente circa 600 euro, lasciandolo con alcune contusioni ed un taglio alla mano, lesioni per cui ha ricevuto una prognosi di sette giorni.

Il 38enne avrebbe così cercato aiuto e segnalato l’accaduto ai carabinieri, che avrebbero riconosciuto il 21enne come soggetto già noto alle forze dell’ordine; i due uomini si sarebbero poi incontrati nuovamente il 10 marzo, e sarebbero rimasti coinvolti in una lite, in seguito alla quale il 38enne avrebbe spiegato la situazione agli agenti intervenuti sul posto. Il 21enne, che sarebbe risultato essere già oggetto di un ordine di espulsione del questore, è stato tratto in arresto con l’accusa di rapina in concorso. Le indagini procedono per identificare il complice.

Potrebbe interessarti

inquinamento

Pm10 sopra i limiti per il decimo giorno consecutivo. Scattano i provvedimenti di secondo livello

Piacenza. A causa del decimo sforamento consecutivo dei valori di Pm10 sul territorio Piacentino, scatteranno …