Home / Notizie / Cronaca / Finto allarme bomba nella scuola per permettere al figlio di scampare alla verifica. Condannato
scuola

Finto allarme bomba nella scuola per permettere al figlio di scampare alla verifica. Condannato

Castel San Giovanni (Piacenza). È stato condannato con sospensione della pena a un mese di reclusione per procurato allarme il piacentino accusato, nell’aprile del 2014, di aver annunciato con una telefonata all’istituto superiore di Castel San Giovanni frequentato dal figlio la presenza di un ordigno nell’edificio. Una bomba di cui però, dopo l’evacuazione ed i controlli, non si sarebbe trovata alcuna traccia.

In seguito ad indagini, i carabinieri sarebbero riusciti a risalire al proprietario del telefono cellulare da cui era partita la chiamata, padre di un adolescente che frequentava l’istituto ed il giorno dopo avrebbe dovuto sostenere una verifica in classe. Secondo la difesa non sarebbe stato possibile verificare con certezza che sia stato proprio l’uomo ad effettuare la telefonata, in quanto l’imputato sarebbe solito lasciare il suo cellulare sulla scrivania durante il lavoro, lasciandolo incustodito di quando in quando; il giudice, tuttavia, ha deciso di accogliere la richiesta di condanna formulata dal pm.

Potrebbe interessarti

kosmo-gam-team

Pallanuoto, il week end della KOSMO TRS

Il week end della Kosmo TRS inizia nel migliore dei modi con una larga vittoria …