Home / Notizie / Scoperta la proteina “timer” dell’invecchiamento Tzap. “Regola l’orologio della cellula”
telomere

Scoperta la proteina “timer” dell’invecchiamento Tzap. “Regola l’orologio della cellula”

Potrebbe aprire molte strade alla ricerca nel campo della degenerazione cellulare legata ad età e tumori la scoperta del gruppo di ricerca dell’italiano Eros Lazzerini Denchi, dello Scripps Research Institute di La Jolla (California), a proposito della proteina che funge da “timer” per l’invecchiamento cellulare. Si chiama Tzap, e legandosi alle estremità dei cromosomi (i telomeri) ne regola la lunghezza. Queste ultime sfungono una funzione simile a quella di un orologio cellulare: “Noi nasciamo con i telomeri di una certa lunghezza”, spiega Lazzerini Denchi, “e, ogni volta che la cellula si divide, i telomeri si accorciano un po’. Quando diventano troppo corti, la cellula non può più dividersi”.

Un orologio cellulare che necessita di una regolazione ferrea, sia per permettere un numero sufficiente di divisioni cellulari, sia per evitare che avvenga una proliferazione incontrollata, come quella delle cellule tumorali: ed è proprio la proteina Tzap ad effettuare questa regolazione, legandosi ai telomeri troppo lunghi e tagliandoli. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Science.

Potrebbe interessarti

slot

Allarme gioco d’azzardo a Piacenza. Spesi al gioco ben 245 milioni di euro in un anno

Ben 245 milioni di euro spesi al gioco solo nel 2016 a Piacenza, più della …