Home / Notizie / Sami Khedira tra Ancelotti e la Champions con la Juventus
Sami Khedira, un'esultanza con la Juventus
Sami Khedira, un'esultanza con la Juventus

Sami Khedira tra Ancelotti e la Champions con la Juventus

Sami Khedira, tempo al tempo! Arrivato alla Juventus dal Real Madrid con qualche acciacco di troppo, dopo l’ingresso – pur con gli infortuni a inframmezzarne la stagione – del 29enne centrocampista tedesco in squadra, nel 2015-2016 i bianconeri tornarono a dominare il campionato. Anche Carlo Ancelotti, dopo una partenza sprint, ha avuto bisogno di un periodo di assestamento al Bayern Monaco; al proposito, Khedira ha dichiarato alla “Bild”: “So come è fatto Ancelotti: dà molte, molte, molte libertà. Fa così perché vuole che i suoi giocatori siano creativi. Non ho mai lavorato con Guardiola ma penso che con lui invece ci siano regole molto ben stabilite. Il cambiamento è forte”. Sami Khedira, del tecnico emiliano, non può che parlare bene, avendoci vinto insieme una Champions League al Real Madrid: “Io con Carlo mi sono trovato molto bene e le sue vittorie parlano per lui. Non è il tipico italiano. Credo che alla Juve lo stile sia più simile a quello di Pep che al suo: allenamento intenso, molta video-analisi, molta tattica. Carlo è stato influenzato dalle sue esperienze all’estero, non è il tipico italiano”.

Sami Khedira – che con la sua Juve ha appena perso ai rigori la Supercoppa italiana – anche date le sue origini turche è testimone di tradizioni e globalizzazione: “Suonerà banale, ma ogni nazione nella quale ho vissuto ha le proprie tradizioni. In Spagna sono ritardatari di natura, mentre a Torino sono più vicini alla mentalità tedesca. Sono tutti molto puntuali, lavoratori, nonostante questo anche qui, di tanto in tanto, si trova il tempo per stare con la famiglia e bere un buon vino rosso. Cerco di apprendere il meglio da qualsiasi esperienza. Imparare le nuove culture per me è un regalo”. Di pregiudizi sui tedeschi quello che nell’attuale stagione è diventato uno stakanovista non ne ha trovati né in Spagna né in Italia: “Credo sia anche perché attualmente ci sono molti sportivi tedeschi in giro per il mondo”. Fra loro c’è lo stesso Khedira, in grado di vincere in ogni nazione in cui ha giocato, compresa l’Italia. E che ora ha voglia di tornare a vincere in Europa. Basta dare tempo al tempo.

Potrebbe interessarti

braci

Bettola. Le braci gettate causano un incendio. Sul posto i vigili del fuoco

Bettola (Piacenza). Sarebbe stato il gesto di ignoti, che avrebbero gettato a lato della strada …