Home / Cinema / Tutto tutto niente niente
Poster del film "Tutto tutto niente niente"
© 2012 Fandango − Tutti i diritti riservati.

Tutto tutto niente niente

TITOLO ORIGINALE: Tutto tutto niente nienteANNO: 2012GENERE: CommediaREGISTA: Giulio ManfredoniaATTORI: Antonio Albanese, Fabrizio Bentivoglio, Federico Torre, Paolo Villaggio, Lunetta Savino, Vito, Massimo Cagnina, Luigi Maria Burruano, Maximilian Dirr, Lorenza Indovina, Alfonso Postiglione, Nicola Rignanese, Clizia Fornasier, Davide Giordano, Manuela Ungaro, Pierantonio 'Noki' Novara, Viviana Strambelli, Alessandra Sarno, Angelique Cavallari, Teco Celio, Bob Messini, Francesca NerozziTRAMA:Perché Cetto La Qualunque, Rodolfo Favaretto e Frengo Stoppato finiscono in carcere? E soprattutto perché riescono a uscirne? Qual è il destino che li unisce? C'è qualcuno che trama nell'ombra? O costui preferisce farlo in piena luce? Tre storie, tre personaggi con un destino che li…

Giudizio finale

Il nostro giudizio - 6

6

su 10

Questo è il giudizio in sintesi da parte dei nostri critici e da parte dei lettori. Vota anche tu, esprimendo la tua valutazione in stelline

User Rating: Be the first one !

TITOLO ORIGINALE: Tutto tutto niente niente
ANNO: 2012
GENERE: Commedia
REGISTA: Giulio Manfredonia
ATTORI: Antonio Albanese, Fabrizio Bentivoglio, Federico Torre, Paolo Villaggio, Lunetta Savino, Vito, Massimo Cagnina, Luigi Maria Burruano, Maximilian Dirr, Lorenza Indovina, Alfonso Postiglione, Nicola Rignanese, Clizia Fornasier, Davide Giordano, Manuela Ungaro, Pierantonio 'Noki' Novara, Viviana Strambelli, Alessandra Sarno, Angelique Cavallari, Teco Celio, Bob Messini, Francesca Nerozzi

TRAMA:
Perché Cetto La Qualunque, Rodolfo Favaretto e Frengo Stoppato finiscono in carcere? E soprattutto perché riescono a uscirne? Qual è il destino che li unisce? C’è qualcuno che trama nell’ombra? O costui preferisce farlo in piena luce? Tre storie, tre personaggi con un destino che li accomuna: la politica con la “p” minuscola. Cetto La Qualunque, il politico “disinvolto” che abbiamo imparato a conoscere, questa volta alle prese con una travolgente crisi politica e sessuale (in lui le due cose viaggiano sempre di pari passo). Rodolfo Favaretto, che rincorre il sogno secessionista di un nordista estremo, e che per vivere e combattere la crisi commercia in migranti clandestini. Frengo Stoppato, un uomo stupefacente, in tutti i sensi, che torna dal suo ‘buen retiro’ incastrato da una madre ingombrante, con un sogno semplice semplice: riformare la chiesa e guadagnarsi la beatitudine.

DESCRIZIONE:
Personaggi estremamente caricaturati incarnati da bravi caratteristi che raccontano di questa Italia allo sbando. Rispetto al precedente ”Qualunquemente”, questo film ha un ritmo più incalzante ed è esteticamente più curato; la critica sociale è forse un po’ meno graffiante ed il racconto meno armonico, ma le risate non mancano e l’intrattenimento è assicurato!

Potrebbe interessarti

gettyimages-535829617_super

Il Parco delle Cinque Terre diventa set per DigitaLife

Dopo il Nicaragua un altro set speciale per DigitaLife, il film collettivo che racconterà i …