Home / Cinema / The Possession
Poster del film "The Possession"
© 2012 Ghost House Pictures − Tutti i diritti riservati.

The Possession

TITOLO ORIGINALE: The PossessionANNO: 2012GENERE: Horror, ThrillerREGISTA: Ole BornedalATTORI: Jeffrey Dean Morgan, Natasha Calis, Madison Davenport, Kyra Sedgwick, Rob LaBelle, Nana Gbewonyo , Jim Thorburn , Matisyahu , Quinn Lord, Jay Brazeau, Erin Simms , John Cassini, Grant Show, Tim PerezTRAMA:Tratto da un articolo, "Jinx in a Box", pubblicato sul Los Angeles Times, il film "Dibbuk Box" racconta la storia della figlia più piccola di un padre che ha da poco divorziato, che crea un bizzarro legame con un'antica scatola di legno che ha comprato in una vendita di oggetti di seconda mano. Il padre scopre che si tratta di…

Giudizio finale

Il nostro giudizio - 4

4

su 10

Questo è il giudizio in sintesi da parte dei nostri critici e da parte dei lettori. Vota anche tu, esprimendo la tua valutazione in stelline

User Rating: Be the first one !

TITOLO ORIGINALE: The Possession
ANNO: 2012
GENERE: Horror, Thriller
REGISTA: Ole Bornedal
ATTORI: Jeffrey Dean Morgan, Natasha Calis, Madison Davenport, Kyra Sedgwick, Rob LaBelle, Nana Gbewonyo , Jim Thorburn , Matisyahu , Quinn Lord, Jay Brazeau, Erin Simms , John Cassini, Grant Show, Tim Perez

TRAMA:
Tratto da un articolo, “Jinx in a Box”, pubblicato sul Los Angeles Times, il film “Dibbuk Box” racconta la storia della figlia più piccola di un padre che ha da poco divorziato, che crea un bizzarro legame con un’antica scatola di legno che ha comprato in una vendita di oggetti di seconda mano. Il padre scopre che si tratta di un Dibbuk Box, un oggetto che contiene un’entità demoniaca che cerca di impossessarsi di un essere umano.

DESCRIZIONE:
Nell’ambito del cinema sulle possessioni demoniache – negli ultimi tempi particolarmente prolifico – questo ”The possession” si discosta dal clichet del genere solo per la scelta di rifarsi alle tradizioni yiddish piuttosto che a quelle cattoliche. Per il resto sembra seguire quasi pedissequamente la traccia di quello che è ormai considerato il riferimento imprescindibile, ossia ”L’esorcista” (1973) di William Friedkin. Bella scenografia, inquietante al punto giusto, cui però non corrisponde un altrettanto convincente sceneggiatura.

Potrebbe interessarti

gettyimages-535829617_super

Il Parco delle Cinque Terre diventa set per DigitaLife

Dopo il Nicaragua un altro set speciale per DigitaLife, il film collettivo che racconterà i …