Home / Cinema / The call – Non rispondere
Poster del film "The call - Non rispondere"
© 2003 Kadokawa Eiga K.K. − Tutti i diritti riservati.

The call – Non rispondere

TITOLO ORIGINALE: ????ANNO: 2003GENERE: Horror, ThrillerREGISTA: Takashi MiikeATTORI: Kou Shibasaki, Shin'ichi Tsutsumi, Kazue Fukiishi, Anna Nagata, Atsushi Ida, Mariko Tsutsui, Kumiko Imai, Keiko Tomita, Yoshiko Noda, Azusa, Tetsushi Tanaka, Mitsuhiro Sato, Kaoru Hanaki, Hassei Takano, Saeko, Noriko Eguchi, Kayoko FujiiTRAMA:La studentessa Yoko trova sul proprio cellulare "una chiamata persa". Quando ascolta il messaggio rimasto sulla segreteria telefonica sente la sua stessa voce urlare, presa dal panico. La data del messaggio è quella del giorno dopo. Yoko racconta la cosa alla sua amica Yumi, ma le due ragazze non prendono la cosa troppo sul serio. Tuttavia il giorno seguente, all'ora esatta…

Giudizio finale

Il nostro giudizio - 4

4

su 10

Questo è il giudizio in sintesi da parte dei nostri critici e da parte dei lettori. Vota anche tu, esprimendo la tua valutazione in stelline

User Rating: Be the first one !

TITOLO ORIGINALE: ????
ANNO: 2003
GENERE: Horror, Thriller
REGISTA: Takashi Miike
ATTORI: Kou Shibasaki, Shin'ichi Tsutsumi, Kazue Fukiishi, Anna Nagata, Atsushi Ida, Mariko Tsutsui, Kumiko Imai, Keiko Tomita, Yoshiko Noda, Azusa, Tetsushi Tanaka, Mitsuhiro Sato, Kaoru Hanaki, Hassei Takano, Saeko, Noriko Eguchi, Kayoko Fujii

TRAMA:
La studentessa Yoko trova sul proprio cellulare “una chiamata persa”. Quando ascolta il messaggio rimasto sulla segreteria telefonica sente la sua stessa voce urlare, presa dal panico. La data del messaggio è quella del giorno dopo. Yoko racconta la cosa alla sua amica Yumi, ma le due ragazze non prendono la cosa troppo sul serio. Tuttavia il giorno seguente, all’ora esatta del messaggio, la ragazza muore orribilmente investita da un treno. Di li a pochi giorni altri due ragazzi, il cui numero era nella rubrica di Yoko riceveranno lo strano messaggio in segreteria, e moriranno in maniera analoga.Yumi, avendo intuito che presto toccherà a lei, si unisce ad Hiroshi, un giovane poliziotto, che sta indagando sulla morte della sorella, morta in circostanze simili. I due, grazie ad una serie di indizi, risalgono a Marie, una donna, scomparsa mesi prima. La donna aveva due figlie, una delle quali si trova in ospedale, diventata autistica in seguito a presunti abusi.

DESCRIZIONE:
Takashi Miike è un regista decisamente anticonvenzionale, autore di culto nel suo paese, ma arriva in Italia con il suo lavoro più tradizionale e meno sentito. Un horror discreto, comunque, nonostante l’ampio utilizzo di soluzioni ‘di seconda mano’. Per scoprire il tocco personale del regista, bisogna attendere il secondo tempo, coronato da un finale sorprendente e, in un certo senso, ‘romantico’.

Potrebbe interessarti

gettyimages-535829617_super

Il Parco delle Cinque Terre diventa set per DigitaLife

Dopo il Nicaragua un altro set speciale per DigitaLife, il film collettivo che racconterà i …