Home / Cinema / Talos – L’ombra del faraone
Poster del film "Talos - L'ombra del faraone"
© 1998 − Tutti i diritti riservati.

Talos – L’ombra del faraone

TITOLO ORIGINALE: Tale of the MummyANNO: 1998GENERE: Avventura, Fantasy, Horror, FantascienzaREGISTA: Russell MulcahyPRODUTTORE: Jeffrey WhiteATTORI: Jason Scott Lee, Louise Lombard, Sean Pertwee, Lysette Anthony, Michael Lerner, Jack Davenport, Honor Blackman, Shelley Duvall, Christopher LeeTRAMA:Egitto meridionale, 1948. Sir Richard Turkel, capo di una spedizione, scopre l'ingresso a una sala sotterranea di una piramide. Parson, avido socio di Turkel, noncurante dell'iscrizione che avverte di non violare la tomba di Talos, pena la morte, vi entra risvegliandone la terribile forza malefica e il gruppo va incontro alla punizione: una morte misteriosa e incredibile. Prima di morire riescono a sigillare dentro la tomba la…

Giudizio finale

Il nostro giudizio - 2

2

su 10

Questo è il giudizio in sintesi da parte dei nostri critici e da parte dei lettori. Vota anche tu, esprimendo la tua valutazione in stelline

User Rating: Be the first one !

TITOLO ORIGINALE: Tale of the Mummy
ANNO: 1998
GENERE: Avventura, Fantasy, Horror, Fantascienza
REGISTA: Russell Mulcahy
PRODUTTORE: Jeffrey White
ATTORI: Jason Scott Lee, Louise Lombard, Sean Pertwee, Lysette Anthony, Michael Lerner, Jack Davenport, Honor Blackman, Shelley Duvall, Christopher Lee

TRAMA:
Egitto meridionale, 1948. Sir Richard Turkel, capo di una spedizione, scopre l’ingresso a una sala sotterranea di una piramide. Parson, avido socio di Turkel, noncurante dell’iscrizione che avverte di non violare la tomba di Talos, pena la morte, vi entra risvegliandone la terribile forza malefica e il gruppo va incontro alla punizione: una morte misteriosa e incredibile. Prima di morire riescono a sigillare dentro la tomba la spaventosa forza distruttrice

DESCRIZIONE:
b-movie in piena regola, capace – sempre che non si abbiano grandi pretese – più di divertire che di spaventare grazie a tante trovate strampalate, irriverenti citazioni e ricostruzioni storiche a dir poco bizzarre. quello che però difficilmente si tollera è invece la scarsa qualità degli effetti digitali e la pochezza di una trama piena di contraddizioni e buchi narrativi.

Potrebbe interessarti

Netflix gira a Piacenza lo spot natalizio per promuovere Bright

PIACENZA – E’ stato girato al Teatro dei Filodrammatici di Piacenza lo spot di Netflix …