Home / Cinema / La rosa bianca – Sophie Scholl
Poster del film "La rosa bianca - Sophie Scholl"
© 2005 Goldkind Filmproduktion − Tutti i diritti riservati.

La rosa bianca – Sophie Scholl

TITOLO ORIGINALE: Sophie Scholl – Die letzten TageANNO: 2005GENERE: Dramma, StoriaREGISTA: Marc RothemundPRODUTTORE: Sven Burgemeister, Marc Rothemund, Fred BreinersdorferATTORI: Julia Jentsch, Fabian Hinrichs, Alexander Held, Johanna Gastdorf, André Hennicke, Florian Stetter, Maximilian Brückner, Johannes Suhm, Jörg Hube, Petra Kelling, Franz Staber, Lilli Jung, Norbert HecknerTRAMA:Il 17 febbraio del 1943, quando il governo tedesco dichiarò caduta e perduta Stalingrado, un gruppo di studenti dell'università di Monaco si convinse che la fine della guerra fosse ormai prossima. Otto mesi di bombardamenti continuati e le numerose perdite di soldati sul fronte orientale accrebbero l'ottimismo e l'euforia del movimento di resistenza studentesco de La…

Giudizio finale

Il nostro giudizio - 6

6

su 10

Questo è il giudizio in sintesi da parte dei nostri critici e da parte dei lettori. Vota anche tu, esprimendo la tua valutazione in stelline

User Rating: Be the first one !

TITOLO ORIGINALE: Sophie Scholl – Die letzten Tage
ANNO: 2005
GENERE: Dramma, Storia
REGISTA: Marc Rothemund
PRODUTTORE: Sven Burgemeister, Marc Rothemund, Fred Breinersdorfer
ATTORI: Julia Jentsch, Fabian Hinrichs, Alexander Held, Johanna Gastdorf, André Hennicke, Florian Stetter, Maximilian Brückner, Johannes Suhm, Jörg Hube, Petra Kelling, Franz Staber, Lilli Jung, Norbert Heckner

TRAMA:
Il 17 febbraio del 1943, quando il governo tedesco dichiarò caduta e perduta Stalingrado, un gruppo di studenti dell’università di Monaco si convinse che la fine della guerra fosse ormai prossima. Otto mesi di bombardamenti continuati e le numerose perdite di soldati sul fronte orientale accrebbero l’ottimismo e l’euforia del movimento di resistenza studentesco de La Rosa Bianca. I tempi e il popolo tedesco erano maturi per il loro sesto volantino rivoluzionario. Furono i fratelli Scholl, Hans e Sophie, a offrirsi volontari e a immolarsi, ignari, per la causa. Quella mattina di febbraio centinaia di volantini di denuncia contro i crimini nazisti vennero disseminati lungo i corridoi degli atenei. Un gesto azzardato che divenne il loro punto di non ritorno: sorpresi da un sorvegliante, furono interrogati dalla Gestapo, processati dalla Corte Popolare di Giustizia e condannati alla ghigliottina in soli cinque giorni.

DESCRIZIONE:
fedelissimo alla realtà storica (si basa su testimonianze di sopravvissuti o discendenti e sulle trascrizioni degli interrogatori e del processo), è un film
davvero emozionante che colpisce per l’ottima introspezione dei personaggi rappresentati, resi splendidamente nella loro umanità, nel bene e nel male.
splendido il confronto tra sophie ed il suo inquisitore, alla fine dubbioso ed incredulo, o quello tra la giovane ed il famigerato roland freisler.

Potrebbe interessarti

gettyimages-535829617_super

Il Parco delle Cinque Terre diventa set per DigitaLife

Dopo il Nicaragua un altro set speciale per DigitaLife, il film collettivo che racconterà i …