Home / Cinema / La mafia uccide solo d’estate
Poster del film "La mafia uccide solo d'estate"
© 2013 Rai Cinema − Tutti i diritti riservati.

La mafia uccide solo d’estate

TITOLO ORIGINALE: La mafia uccide solo d'estateANNO: 2013GENERE: Romance, Commedia, CrimeREGISTA: Pierfrancesco Diliberto ATTORI: Cristiana Capotondi, Ginevra Antona, Alex Bisconti, Claudio Gioé, Pierfrancesco Diliberto , Barbara Tabita, Rosario Lisma, Enzo Salomone, Maurizio Marchetti, Antonio Alveario, Antonino Bruschetta, Salvatore Borghese, Domenico CentamoreTRAMA:Il film narra l'educazione sentimentale e civile di un bambino, Arturo, che nasce a Palermo lo stesso giorno in cui Vito Ciancimino, mafioso di rango, è stato eletto sindaco. E' una storia d’amore che racconta i tentativi di Arturo di conquistare il cuore della sua amata Flora, una compagna di banco di cui si è invaghito alle elementari che vede…

Giudizio finale

Il nostro giudizio - 4

4

su 10

Questo è il giudizio in sintesi da parte dei nostri critici e da parte dei lettori. Vota anche tu, esprimendo la tua valutazione in stelline

User Rating: Be the first one !

TITOLO ORIGINALE: La mafia uccide solo d’estate
ANNO: 2013
GENERE: Romance, Commedia, Crime
REGISTA: Pierfrancesco Diliberto
ATTORI: Cristiana Capotondi, Ginevra Antona, Alex Bisconti, Claudio Gioé, Pierfrancesco Diliberto , Barbara Tabita, Rosario Lisma, Enzo Salomone, Maurizio Marchetti, Antonio Alveario, Antonino Bruschetta, Salvatore Borghese, Domenico Centamore

TRAMA:
Il film narra l’educazione sentimentale e civile di un bambino, Arturo, che nasce a Palermo lo stesso giorno in cui Vito Ciancimino, mafioso di rango, è stato eletto sindaco. E’ una storia d’amore che racconta i tentativi di Arturo di conquistare il cuore della sua amata Flora, una compagna di banco di cui si è invaghito alle elementari che vede come una principessa. Attraverso questa tenera ma divertente storia d’amore, il pubblico verrà coinvolto emotivamente negli eventi più tragici della nostra storia recente. Arturo infatti è un ragazzo come tanti altri dell’Italia degli anni ’70 ma, a differenza dei suoi coetanei del nord, è costretto a fare i conti con le infiltrazioni e le azioni criminose della mafia nella sua città. La consapevolezza di Arturo cresce anno dopo anno, ma nessuno lo ascolta. Palermo ha altro a cui pensare.

DESCRIZIONE:
Pierfranceso Diliberto, meglio conosciuto come Pif, mischia materiale d’epoca e messe in scena per raccontare venti anni della storia italiana, quegli anni in cui la Sicilia è stata messa di fronte all’evidenza pubblica dell’esistenza della mafia. Un film originale, ma soprattutto sincero e sentito; che però trova il suo limite in una morale assolutamente condivisibile ma che nulla aggiunge in termini di riflessione e ragionamento.

Potrebbe interessarti

gettyimages-535829617_super

Il Parco delle Cinque Terre diventa set per DigitaLife

Dopo il Nicaragua un altro set speciale per DigitaLife, il film collettivo che racconterà i …