Home / Cinema / Il rito

Il rito

ANNO: 2011DESCRIZIONE:Il soprannaturale e, più nello specifico, il tema delle possessioni demoniache, sono oggi molto di moda, ma il regista svedese si discosta dal filone comune cercando di soffermarsi, almeno nella prima parte, sul rapporto logica/fede e sul tema della vera vocazione. Ma ad un certo punto torna su sentieri già tracciati e tira in ballo tutti i cliché del genere, dalle porte che cigolano alle urla; senza però addentrarsi nel territorio dell'horror puro. ''Il rito'' rimane così un film incompleto, che alla fine non convince e non coinvolge, nonostante le ottime interpretazioni di tutto il cast.

Giudizio finale

Il nostro giudizio - 4

4

su 10

Questo è il giudizio in sintesi da parte dei nostri critici e da parte dei lettori. Vota anche tu, esprimendo la tua valutazione in stelline

User Rating: Be the first one !

ANNO: 2011

DESCRIZIONE:
Il soprannaturale e, più nello specifico, il tema delle possessioni demoniache, sono oggi molto di moda, ma il regista svedese si discosta dal filone comune cercando di soffermarsi, almeno nella prima parte, sul rapporto logica/fede e sul tema della vera vocazione. Ma ad un certo punto torna su sentieri già tracciati e tira in ballo tutti i cliché del genere, dalle porte che cigolano alle urla; senza però addentrarsi nel territorio dell’horror puro. ”Il rito” rimane così un film incompleto, che alla fine non convince e non coinvolge, nonostante le ottime interpretazioni di tutto il cast.

Potrebbe interessarti

gettyimages-535829617_super

Il Parco delle Cinque Terre diventa set per DigitaLife

Dopo il Nicaragua un altro set speciale per DigitaLife, il film collettivo che racconterà i …