Home / Notizie / Cronaca / Attacco a Bruxelles. Salvini: ”Stavo per prendere un aereo”

Attacco a Bruxelles. Salvini: ”Stavo per prendere un aereo”

Il leader della Lega prega per le vittime. ”Non si può vivere sotto ricatto”

Si sarebbe imbarcato per l’Italia entro pochi minuti Matteo Salvini, ma è stato bloccato, ed è ritornato al suo ufficio di Bruxelles: lo ha affermato poche ore fa con un post su Facebook il leader della Lega, pregando per le vittime dell’attentato. “ESPLOSIONI e morti all’aeroporto di Bruxelles. Io stavo arrivando lì ma ci hanno bloccato, tutto evacuato”, ha scritto sul suo profilo social. “Sto bene (a qualche scemo dispiacerà) e torno in ufficio. Non è possibile vivere sotto il ricatto dei violenti e dei folli. Io non mi arrendo, io non ho paura. Una preghiera per le vittime.”
Il segretario della Lega Nord, contattato dall’ANSA, avrebbe affermato di essere stato fermato e rimandato indietro dalla polizia prima di raggiungere l’aeroporto.

Potrebbe interessarti

Venerdì Piacentini dalla Cupola del Duomo

I Venerdì Piacentini si chiudono con un altro bagno di folla. E già si pensa al 10° anniversario

Un pubblico di almeno 250.000 visitatori. Un indotto di 7 milioni di euro per il …