Home / Notizie / Editoriali / Madri surrogate e schiavitù. Dalla Carta di Parigi alle Axlotl Tanks
Madri-surrogate17253-piacenza.jpg

Madri surrogate e schiavitù. Dalla Carta di Parigi alle Axlotl Tanks

Il punto di vista del bambino dovrebbe essere al centro di ogni tutela

Mi ha colpito il fatto che alcune associazioni a tutela della donna, insieme a collettivi femministi e ad una importante associazione di lesbiche francesi abbiamo proposto di bandire la maternità surrogata, considerata al pari della schiavitù e da perseguire con strumenti giuridici adeguati. In Italia la legge in materia è chiara: “chiunque, in qualsiasi forma, realizza, organizza o pubblicizza la commercializzazione di gameti o di embrioni o la surrogazione di maternità è punito con la reclusione da tre mesi a due anni e con la multa da 600mila a un milione di euro”. La legittimità della norma è stata confermata dai giudici costituzionali nella sentenza con la quale nell’aprile 2015 aprirono alla fecondazione eterologa. Negli USA quasi sempre le mamme surrogate sono persone indigenti, che accettano di portare a termine una gravidanza per bisogno di denaro. Lo provano alcune statistiche pubblicate dalla stampa americana anche nei giorni scorsi.
A prescindere dalle leggi e da quanto proposto nella “Carta di Parigi”, credo che la Natura abbia donato ad ogni bambino il diritto di nascere da una mamma, grazie ad un papà. Il punto di vista del bambino dovrebbe essere al centro di ogni tutela. Mi consola il fatto che molti dei miei numerosi amici omosessuali la pensino come me. Il concetto di utero in affitto non mi convince tanto per le coppie etero quanto per quello omo.
E’ normale desiderare un figlio. E’ la cosa più bella che possa capitare ad un uomo o a una donna nella vita… ma utilizzare il corpo di una donna come fosse un mero strumento per la riproduzione, ignorando la complessità di ciò che significhi una maternità, mi turba parecchio.
Qualcuno ricorda il finale della saga di “Dune” di Frank Herbert? Ricordate le “vasche di coltura” (Axlotl Tanks) dove avveniva la riproduzione umana? Fui molto impressionato quando realizzai che non erano altro che donne lobotomizzate, tenute in vita allo scopo di sfruttarne gli uteri…

Vuoi dirmi la tua su questo Editoriale?
Parliamone su Twitter

Il mio blog (www.nicolabellotti.it)

Potrebbe interessarti

calcio

Malore in campo durante la partita. Giocatore rianimato dai soccorsi del 118 di Bobbio

Malore in campo nel bel mezzo della partita di Terza Categoria tra il Bobbio 2012 …