mercoledì , 19 settembre 2018
Home / Notizie / Cronaca / Omicidio al ristorante cinese. Condannato a 30 anni l’aiuto cuoco

Omicidio al ristorante cinese. Condannato a 30 anni l’aiuto cuoco

Il 26enne continua a dichiarare la sua estraneità ai fatti. ”Sono innocente”

Piacenza. È stato condannato a 30 anni di carcere, accettando così la richiesta del pm Emilio Pisante, il 26enne Zhou Jiahoui, detto “Sushi”, accusato di avere ucciso il cuoco 53enne Zu Waiting nel pomeriggio del primo ottobre 2014, nella cucina del ristorante cinese di via Passerini nel quale entrambi lavoravano. La sentenza è stata pronunciata intorno alle 12:30 dal giudice Giuseppe Bersani, dopo la richiesta dell’avvocato difensore Paola Pepe di assolvere il suo assistito, in quanto non vi sarebbero prove a conferma dell’accusa, e sarebbero assenti impronte digitali sul coltello usato per l’omicidio o tracce di sangue sugli abiti ed in macchina.
Il 26enne ha continuato a dichiarare la sua estraneità ai fatti, dichiarandosi innocente: avrebbe, a suo dire, incontrato il cuoco prima di dirigersi a Genova in cerca di un altro lavoro, perché pagato troppo poco, e non si sarebbe trovato sul luogo dell’omicidio nel giorno in cui è avvenuto.

Potrebbe interessarti

Gragnano Trebbiense. Nel giardino di casa sei piante di marijuana. Nei guai un 36enne

Gragnano Trebbiense (Piacenza). Dovrà rispondere dell’accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti un 36enne piacentino, già …