Home / Notizie / Cronaca / Portofino Moda. Lo stilista Andrea Silvani e il costume da bagno che verrà
Portofino-Moda16893-piacenza.jpg

Portofino Moda. Lo stilista Andrea Silvani e il costume da bagno che verrà

Il 100% made in Italy di Bemonkey lancia la sua sfida alle grandi marche che producono in Asia

PORTOFINO (Geonva) – Il design è un concetto ostico da definire. Nella moda, nelle arti grafiche, nell’architettura, nel mondo dell’innovazione industriale, il design cambia il mondo che ci circonda. E’ una naturale attitudine dell’uomo, ed è una di quelle che ci differenziano dagli altri animali: noi siamo capaci di modificare a nostro favore le condizioni che ci circondano, invece di adattarci. Ne parliamo con Andrea Silvani, giovane stilista innamorato del mare, che proprio qui a Portofino ha scelto di non adattarsi, e di rimettere mano ad un oggetto piuttosto comune: il costume da bagno. Con il marchio Bemonkey, Silvani ha disegnato e prodotto in Italia una serie di boardshorts e bikini molto particolari, e ha brevettato i boatshorts, un pantaloncino da bagno ibrido, ideale per la vita in barca, con tasche impermeabili e accessori integrati per gli smartphone.
“La vera sfida è quella di creare un prodotto 100% made in Italy”, ci ha raccontato Andrea Silvani. “Produrre in Italia ha costi molto elevati, ma garantisce una qualità inarrivabile rispetto ai marchi più famosi che confezionano in Cina, Vietnam o Turchia”. La qualità dei costumi Bemonkey, in effetti, è tangibile. Resistenti, confezionati ad arte, si adattano al corpo senza farsi sentire, come una seconda pelle. Ma sono le trame e le fantasie disegnate da Silvani a rendere unici questi capi. Mappe nautiche, retaggi pirateschi, texture raffinate sulle quali intervengono (con un’esplosione di colore) dettagli floreali che sembrano tridimensionali. “Abbiamo fatto molte ricerche e siamo giunti alla conclusione che oggi le persone desiderino essere meno omologate, anche in spiaggia,” ha raccontato il designer genovese. “Siamo circondati da prodotti tutti più o meno uguali: chi indossa un costume Bemonkey non passa certo inosservato”.

Oggi uno stilista emergente deve essere anche un po’ imprenditore. “E’ senz’altro vero,” ha confermato Andrea Silvani. “Oggi per imporsi si è costretti ad essere anche un po’ manager, un po’ marketer, un po’ commercialista… Lo stilista deve prendersi cura della propria idea a 360 gradi, ma deve riuscire a farlo senza abbandonare mai la visione creativa”.

L’estate è servita al team di Bemonkey per fare i primi test sul mercato italiano e americano. I capi “made in Portofino” hanno raccolto consensi a tutto tondo e sono stati indossati anche da parecchi protagonisti del mondo dello sport e dello spettacolo. Come, ad esempio, il surfer texano Parker Payne, i calciatori Maurizio Ganz e Mattia Perin, molti DJ e conduttori di Radio 105 (come Paolino, Martin Klein, Alan Caligiuri e Pippo Palmieri), la talentuosa attrice Lavinia Guglielman, il ballerino Gianni Sperti, le showgirl Karina Cascella e Giulia Calcaterra, la deejay Stephanie e molti altri.

In un momento difficile per l’economia globale, giovani talenti come Andrea Silvani stanno riuscendo nell’ardua impresa di emergere, farsi apprezzare, riconoscere e desiderare. In Italia e nel mondo. La storia di Bemonkey e del suo timoniere è una di quelle che ci piace raccontare, perché spiega come si possano realizzare i propri sogni grazie a tanto impegno, ricerca, lavoro, dedizione, perseveranza, una tonnellata di incoscienza e un bel po’ di fortuna.

BEMONKEY
http://www.bemonkeyofficial.com/

Potrebbe interessarti

ambulanza-notte

Corso Europa. Donna perde la vita travolta mentre attraversa la strada

Piacenza. Purtroppo non è stato possibile fare nulla per la donna che, mentre sarebbe stata …