Home / Notizie / Musica / Edizione speciale del Piacenza Jazz Fest in coincidenza con EXPO 2015
Edizione-specia16103-piacenza.jpg

Edizione speciale del Piacenza Jazz Fest in coincidenza con EXPO 2015

Musicisti di livello internazionale e come sempre numerosissime iniziative collaterali

Piacenza si prepara a ospitare una nuova edizione del Piacenza Jazz Fest, la dodicesima, che animerà la primavera piacentina da sabato 2 maggio a sabato 13 giugno 2015, ma vedrà avvicendarsi un articolato calendario di appuntamenti già a partire da marzo, per proseguire con l’appendice estiva “Summertime in Jazz” nelle valli del piacentino. Si tratterà anche quest’anno di un’intera stagione a pieno ritmo, con grandi star per le serate nei principali teatri della città e provincia (due gli appuntamenti al Teatro Municipale di Piacenza e uno al Teatro Verdi di Fiorenzuola d’Arda) e un cast internazionale di grande richiamo, artisti italiani di alto livello e giovani promesse del Jazz nostrano. Jan Garbarek e Trilok Gurtu, Stefano Bollani, Dave Weckl e Lars Danielsson: questi i più noti “big” in cartellone per un genere musicale dalle mille sfumature espressive, di volta in volta colto e sofisticato, accattivante e magnetico, groovy e adrenalinico, lirico e incantato. Ad arricchire ulteriormente queste già eccellenti proposte, saranno presentate, in occasione di questa dodicesima edizione (coincidente all’apertura di Expo 2015), ben due produzioni originali del festival che porteranno sul palco complessivamente oltre ottanta musicisti e che sono degli omaggi al territorio, alle sue radici e alla sua gente. Nella prima di queste produzioni troverà nuova veste la tradizione delle bande musicali grazie all’estro di Gianluigi Trovesi, la seconda invece sarà una rilettura in chiave Jazz delle più celebri arie di Giuseppe Verdi.

La prestigiosa rassegna, ideata e organizzata dall’Associazione culturale Piacenza Jazz Club che si fregia del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è diretta artisticamente da Gianni Azzali, presidente del Piacenza Jazz Club e si avvale del determinante sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, con il supporto della Regione Emilia-Romagna, del Comune e della Provincia di Piacenza, del Comune di Fiorenzuola e del supporto di alcune realtà istituzionali e imprenditoriali del territorio.

Lo slittamento dell’inizio della manifestazione, solitamente programmata nel mese di marzo, è frutto dell’intenzione degli organizzatori di contribuire alle proposte che il territorio mette in campo durante Expo Milano 2015, a cui idealmente si collega anche la comunicazione visiva – curata come sempre magistralmente da Fausto Mazza – dove troviamo un banchetto allestito a ricordarci che la musica è vero cibo dell’anima.

Confermando quella che è ormai una piacevole tradizione, mercoledì 8 aprile 2015 alle ore 21.15 il festival si presenterà alla città con il concerto “La strada invisibile” che coinvolgerà la pianista Rita Marcotulli e il fisarmonicista Luciano Biondini. Il concerto sarà a ingresso libero e si terrà presso l’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano, in via S. Eufemia n. 12 a Piacenza.

Come sempre la tessera del Piacenza Jazz Club, anno 2015, sarà la chiave di accesso privilegiata ai concerti del Piacenza Jazz Fest. Sottoscrivendo la tessera si entra a far parte, in qualità di Soci, dell’Associazione Piacenza Jazz Club che organizza il festival. Un modo decisamente unico di vivere questa manifestazione da veri protagonisti, nonché col tipico spirito di “comunità” che contraddistingue il mondo del Jazz. Per i possessori della tessera sono inoltre previste numerose agevolazioni, come la possibilità di acquistare a un prezzo particolarmente conveniente l’abbonamento e i singoli biglietti per concerti principali e di poterne disporre una settimana prima dei non-soci, in modo da riservarsi i posti migliori. Ulteriore vantaggio legato alla tessera è la possibilità di usufruire di altre speciali convenzioni con attività e negozi del territorio.

Potrebbe interessarti

NASA

Il satellite Fermi festeggia i suoi dieci anni di osservazioni nello spazio

Compie dieci anni il satellite Fermi, che nello scorso decennio ha osservato i lampi gamma …