Home / Notizie / Cronaca / Cassazione. Tolto a una coppia bimbo nato da madre surrogata

Cassazione. Tolto a una coppia bimbo nato da madre surrogata

Per la cassazione il bambino risulterebbe abbandonato, e bisogna cercare altra famiglia

Non verranno riconosciuti in Italia i figli nati all’estero per mezzo della pratica della cosiddetta ‘maternità surrogata’: lo ha stabilito la prima sentenza della Suprema Corte riguardo ad un caso affine, a Brescia. Una coppia avrebbe richiesto il riconoscimento di un figlio nato nel 2011 in Ucraina da una donna non identificata che ha svolto funzione di madre surrogata, ma il bambino è stato dato in adozione: per i giudici, infatti, non è accettabile la richiesta in quanto in Italia non è riconosciuta la pratica della fecondazione extracorporea. Per il piccolo, che è dunque risultato essere abbandonato, sarà quindi necessario trovare una famiglia.
La coppia, entrambi sulla cinquantina, aveva inizialmente tentato di spacciarsi per i genitori naturali del bambino, ma l’inganno era stato presto scoperto, dato che oltretutto entrambi risultavano impossibilitati a procreare: alla donna, infatti, era stato asportato l’utero, e l’uomo soffriva di oligospermia.

Potrebbe interessarti

Via Gadolini. Auto fuori controllo termina la sua corsa contro una pianta

Piacenza. Fortunatamente non sarebbero preoccupanti le condizioni di una coppia di anziani coniugi ricoverati poco …